Vuoi partecipare alle Challenger Cup? Ecco un’ottima lineup da provare!

Con l’introduzione del nuovo sistema HCT 2018 da parte di Blizzard, e quindi delle nuovissime Challenger Cup; sono stati tantissimi i player che ci si sono buttati a capofitto per provare a vincerne una ed avere quindi il biglietto d’oro per le Challenger Finals.

Per chi ha poca esperienza nell’ambito dei tornei online, o del formato BO3 Conquest con ban, la sfida può risultare molto ardua ancora prima di cominciare, nel costruire la lineup.. fortunatamente in questo articolo troverete una lineup con cui ho vinto la FRIDAY CHALLENGER CUP #19 organizzata dal portale esga.gg !

Alcune informazioni preliminari per chi fosse interessato all’argomento:

  • Le challenger cups vengono organizzate tutti i giorni, sono gratuite, e potete partecipare anche a tutte quante, maggiori informazioni direttamente sul portale ufficiale: https://news.blizzard.com/it-it/hearthstone/21362079/hct-2018-in-arrivo-i-nuovi-challenger
  • I siti che al momento organizzano questi tornei sono esga.gg , strivewire.com e battlefy.com coi tornei Black Claws.

Preparazione della lineup

Prima di giocare il torneo è fondamentale prestare molta cura alla fase di preparazione della lineup.

Essendo un torneo BO3 è necessario portare 3 classi.

Vista la situazione attuale del meta, è normale aspettarsi Warlock e Priest in quasi ogni lineup, e un terzo deck tra Aggro Druid, Tempo Rogue, Jade Druid, Murloc Paladin.

Dopo questa semplice lettura, ho optato per portare una lineup che andasse a bannare Warlock/Priest e a cercare di vincere due partite contro il terzo deck avversario (tendenzialmente aggressivo) utilizzando 2 control e un combo deck in lineup: Big Spell Mage, Control N’zoth Warlock e Razakus Priest.

Il lato negativo di questa strategia è che si parte tendenzialmente svantaggiati contro la classe non bannata tra Priest e Warlock (sebbene non si parli di matchup impossibili, i Dirty Rat che vedrete possono fare miracoli), ma nonostante questo è facile recuperare lo svantaggio grazie al fatto di avere matchup molto favorevoli contro i deck citati in precedenza.


La lineup

Ecco quindi i deck utilizzati:

Codice: AAECAf0GBvIF4KwCoM4C+NACl9MC2OcCDIoB2wa2B8wIm8IC3sQC38QC58sC8tACiNIC/OUC6OcCAA==

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

 

  • Razakus Priest: in una lista abbastanza standard. Golakka Crawler e Tar Creeper vanno ad aiutare nei matchup aggressivi, così come Lyra the Sunshard, che è preferibile a Gadgetzan Auctioneer in tutti i matchup più veloci, mentre il banditore trova maggiore utilità quando si va a giocare il mirror match o si incontrano Control in generale. Il mulligan è estremamente situazionale trattandosi di un mazzo monocopia, le uniche certezze sono Kazakus e Raza the Chained che si tengono sempre; così come Shadowreaper Anduin se l’avversario non è Face Hunter o Aggro Druid. In caso si incontrino deck come Big Spell Mage e Control Warlock, che giocano Dirty Rat, è conveniente tenere qualche minion in mano per ridurre le chance di vedersi evocata dalla mano una tra Raza the Chained e Prophet Velen.

Codice: AAECAZ/HAh4J7QGXApwCoQTlBO0F9gelCdIK0wrWCtcK8gz7DJK0AoO7ArW7Ati7Auq/AtHBAtLBAtjBAtnBAuTCAsrDAr7IAvDPAujQApDTAgAA

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Nessun testo alternativo automatico disponibile.

  • Big Spell Mage: in una variante rigorosamente senza Polymorph (necessaria solo nel matchup contro Warlock, spesso bannato) e pacchetto segreti, in modo da garantirsi sempre almeno 5 danni da Dragon's Fury, carta che è una vera e propria win condition contro deck aggressivi. Il fatto di fare sempre 5 danni minimo permette di avere la certezza di rimuovere i numerosi minion a 5 hp presenti in meta: Corridor Creeper, Cobalt Scalebane e Bonemare. Le particolarità della lista non finiscono comunque qui: oltre a giocare 2x Doomsayer, carta molto forte contro deck aggressivi, e Skulking Geist (ancora una volta per i Jade Druid avversari), ho optato per includere 2x Arcane Tyrant e 2x Corridor Creeper; e la motivazione è semplice: giocare queste carte a costo zero dopo uno o più AoE rappresenta una tempo swing su board enorme che la maggior parte dei deck aggressivi non riescono a gestire, visto che invece di ricominciare a popolare una board vuota devono fronteggiare due minion con buone statistiche pronti a contestarla e fare value-trade.

Codice: AAECAc2xAgbFBOwHobcCoM4Cm9MCo+sCDIoByQP7DKO2AsrDAt/EApbHAtvTAvvTAtXhAtfhApbkAgA=

L'immagine può contenere: 1 persona

 


La lineup ha senz’altro dimostrato di essere efficace, e sebbene molti game non siano stati per nulla facili, questa difficoltà di utilizzo e nei matchup viene ripagata da una buona solidità dei deck utilizzati.

Se avete domande sui deck, sostituzioni, o sulle Cups, non esitate a chiedere nei commenti!

FACEBOOK COMMENTS

About author

Valenash

Giocatore competitivo di Hearthstone, tra i candidati a rappresentare l'Italia agli Hearthstone Global Games 2017.

Leggi anche...

TeS campioni d’Italia!

Dopo il Milan Games Week e la conclusione delle varie league, in CS:GO i TeS si confermano campioni d’Italia! Dopo le fasi qualificatorie, abbiamo visto ...