Arriva Boscotetro! – analisi carte, parte 7

Manca poco all’uscita della prossima espansione di Hearthstone, programmata per il 12 Aprile!!

A partire dal 26 sono cominciati i reveal con lo stream ufficiale, seguiti da quelli di streamer, youtuber e siti di informazione!

Si sa, ai giocatori di Hearthstone piace speculare, immaginare e confrontarsi sulle nuove carte in uscita, quindi non perdiamo occasione per farlo e commentiamole insieme!

Fatemi sapere nei commenti cosa pensate della mia review e quali carte vi piacciono o non vi convincono!

 

P.s. Se non capite alcuni commenti tecnici che faccio, o se volete saperne di più su come valutare la forza di una carta, vi rimando QUI al mio articolo dove spiego come farlo!


Worgen Abomination

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Worgen Abomination è la nuova epica neutrale rivelata!

È una variante di Baron Geddon, che colpisce solamente i minion già danneggiati!

Penso sia meglio di Baron Geddon solo in casi estremamente sporadici, e quest’ultimo vede gioco al momento solo in quanto elementale, cosa che il Worgen non è.


Town Crier

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Town Crier è la nuova epica del Warrior con sinergia Rush!

Questa creatura da 1 mana permette infatti di pescare dal nostro deck un minion con Rush.

Carta sicuramente super-interessante, che potremmo giocare assieme ad una delle nuove creature per andarla a tutorare dal nostro mazzo.


Totem Cruncher

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Totem Cruncher è la nuova interessantissima epica dello Sciamano: un minion 4 mana 2/3 con taunt che quando entra in campo distrugge tutti i totem alleati per guadagnare +2/+2 in statistiche per ognuno di essi!

Concept interessante anche se, soprattutto con l’uscita dallo Standard della Voodoo Doctor, probabilmente difficilmente giocabile in curva, visto che spesso i totem vengono traddati molto facilmente.


Countess Ashmore

L'immagine può contenere: 1 persona

Precisazione: Countess permette di pescare carte con tali caratteristiche, quindi anche, per esempio, Kingsbane.

Countess Ashmore è una delle leggendarie più interessanti rivelate finora, molto simile a The Curator: permette infatti di pescare dal nostro deck un minion con Rush, uno con Lifesteal e uno con Deathrattle.

Molto sinergica soprattutto con la classe del Warrior che sembra essere quella che più apprezzerà l’utilizzo di minion con Rush, ma sicuramente giocabile anche in altre classi e archetipi.


Book of Specters

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Book of Specters è un’epica del Mago che permette, per soli due mana, di pescare 3 carte, al prezzo di scartare tutte le magie pescate.

Questa carta si rivela quindi ottima in tutti quei deck con una pesante presenza di creature, o dove sia necessario molto card draw: in generale, se nel nostro mazzo sono presenti, ad esempio, 20 creature e 10 magie, questa card si traduce mediamente in “2 mana: pesca 2 carte, scarta una magia dal tuo deck” che molto spesso è un compromesso accettabile.


Mossy Horror

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Mossy Horror è una nuova epica neutrale dall’effetto analogo a quella di Shadow Word: Horror: distrugge tutte le creature (a parte se stessa) con 2 o meno di attacco presenti sul terreno!

Sicuramente abbina un ottimo body all’effetto, però manca la sinergia con Pint-Size Potion, quindi probabilmente non varrà la pena giocarla, visto anche il costo elevato.


Festeroot Hulk

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Festeroot Hulk è la nuova rara del Guerriero, un 5 mana 2/7 che guadagna +1 attacco ogni volta che un nostro minion attacca!
Se abbiamo board, quindi, può entrare con ottime statistiche già nel turno in cui viene evocato.

Avendo 7 di salute, a partire da 4 di attacco si può considerare un buon minion, dai 5 in su sicuramente ottimo: questo significa che in un archetipo tempo/aggro, dove è comune avere un paio di minion su board a turno 5, questa si presenta come ottima carta, che nei turni successivi può solo migliorare!


Silver Sword

Nessun testo alternativo automatico disponibile.Nessun testo alternativo automatico disponibile.Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Splitting Festeroot è una nuova epica neutrale: un 8 mana 4/4 che alla sua morte evoca due 3 mana 2/2 ciascuno dei quali alla sua morte evoca due 1/1, per un totale di 12/12 come statistiche, divise su 7 body, lenta e silenziabile: è peggio del Violet Wurm che attualmente non vede affatto gioco, quindi sicuramente questa non sarà giocata in competitivo.


Blink Fox

Blink Fox è una creatura a 3 mana del Rogue, con buone statistiche e un effetto che abbiamo visto più volte: al suo ingresso in campo, aggiunge alla nostra mano una carta casuale dalla classe avversaria.

Sicuramente un’ottima carta, avendo statistiche solo leggermente sotto la media (3/3 invece delle vanilla stats 3/4) ma unendo ad esse un effetto che genera una carta nella nostra mano, e quindi va abbondantemente a compensare.


Tess Greymane

PRECISAZIONE: Questa carta funziona come Yogg-Saron, Hope's End pre-nerf.
PRECISAZIONE 2: I gridi di battaglia dei minion non verranno lanciati.
PRECISAZIONE 3: Se in precedenza hai rubato un DK avversario e l’hai giocato, Tess rigiocherà tutte le carte del Ladro giocate.
PRECISAZIONE 4: L’ordine in cui vengono giocate le carte è casuale.
Tess Greymane è la seconda leggendaria del Rogue!
Questa carta è unica nel suo genere, e ha un effetto l’oramai prossimo all’esilio in Wild Yogg-Saron, Hope's End. Tess, infatti, andrà a rigiocare tutte le carte di altre classi che abbiamo utilizzato questa partita, in ordine casuale e con target casuali!
Impossibile valutare una carta simile senza provarla, è semplicemente l’apoteosi dell’RNG!

Questo è quanto per la settima parte dell’analisi!

Fatemi sapere cosa ne pensate, sia sulle singole carte che sull’espansione in generale!

Potete anche continuare la discussione di tutte le carte, una per una, sulla mia pagina facebook!

FACEBOOK COMMENTS

About author

Valenash

Giocatore competitivo di Hearthstone, tra i candidati a rappresentare l'Italia agli Hearthstone Global Games 2017.

Leggi anche...