PGNP Road to Cinecittà World – Capitolo V

Quinto capitolo della rubrica più “piccante” di League of Legends a cura di Nicolà Trella. Consigliata ai puri di spirito ed agli amanti dell’intrattenimento conditi da sottile ironia.

 

 PRIMI VERDETTI

 

Con la conclusione anche della settimana quattro ha ufficialmente inizio la volata finale verso un posto per i play-off. I Forge conquistano con quattro giornate di anticipo un posto per le finalissime di Roma. A loro volta Outplayed, iDomina, e Moba ROG conquistano un posto per le fasi finali, mentre gli inFerno hanno bisogno di un’altra vittoria per qualificarsi matematicamente ai play-off. Più complicata la situazione per i Racoon, ma anche loro sono a un passo dall’ottenere un posto nella fasi finali per la prima volta nella loro storia.

 

Addio Quartet?

Nella passata settimana si è fatta la conoscenza del Discontinuità Quartet, composto da iDomina, Moba ROG, inFerno eSports e Racoon. Dopo solo una settimana però soltanto iDomina e inFerno hanno mantenuto fede allo spirito del Quartet, mentre i procioni e gli orchi hanno trovato una continuità nei risultati e nelle prestazioni settimanali, seppur con risultati opposti.

Gli iDomina, dopo aver visto gli ottimi risultati ottenuti dai loro compagni Moba ROG, decidono a loro volta di approcciare i Forge con il funneling. Il risultato è lo stesso: una mattanza in favore dei Forge dall’early al mid game fino alla distruzione del nexus degli iDomina(ti). Come i loro compagni del quartet anche loro non demordono e perseguono la strategia della canalizzazione anche nel secondo incontro di settimana, ma a differenza degli orchi riescono ad ottenere una vittoria (la prima per il funneling in Italia), per giunta contro gli Outplayed. Merito della canalizzazione effettuata su Irelia? Manco per sogno, il funneling tradizionale è nuovamente fallimentare, ma in compenso un altro ha avuto molta efficacia. Si tratta di un tipo di canalizzazione molto antica e che tutti abbiamo modo di vedere nelle nostre partite di solo q. Si tratta dell’auto funneling noto come stomp. A metterlo in atto è stato il Top Laner degli iDomina Raven che ha asfaltato il suo avversario Weizor dall’inizio alla fine della partita, tanto che anche la telecamera a un certo punto ha deciso di non mostrare tutta questa violenza soprassedendo sulle continue morti del giovane Top Laner degli Outplayed. A fine game pare che Raven abbia spiegato cosa sia successo nella top lane a uno stordito Weizor con questa frase :”A’ giovanò, sto Jax pò esse fero e pò esse piuma… oggi è stato fero.”

I Moba ROG finalmente ottengono delle vittorie senza affidarsi troppo sulle prestazioni del proprio top laner Acefos, che sia giunta la fine dell’Acefos+4 Team? Nella prima sfida settimanale, contro i Racoon, un ispirato Counter con Lucian (che guarda caso pare essere tornato a lavorare in soloq come un tempo) riesce ad avere la meglio di un team sottotono di cui l’unico veramente in palla è sembrato Aki, sebbene non abbia potuto avere un impatto rivelante nella partita  a causa della difficoltà di poter entrare liberamente in teamfight con Cassiopeia contro un team nemico pieno di CC e decisamente avanti. Forse Aki non è né >moba né <moba, ma sicuramente in questo momento Moba>Racoon. Nella seconda sfida, contro i 5 Hydra,  i nemici permettono ad Acefos di prendere Gnar contro Shen. Il Guariero ringrazia e oltre a Gnar si prende anche tutta la corsia superiore. Sembra la tipica partita dei Moba dove a brillare è solo la top lane, ma questa volta invece ad ergersi ad eroe è Tsuzume, che con un’ottima suprema della sua Lissandra sul jungler nemico vince da solo un teamfight che darà il via allo snowball definitivo del suo team. Sicuramente incoraggiante la crescita di questo team in vista dei playoff, ma adesso dovranno confermarsi contro Outplayed e iDomina. Continueranno nel loro percorso di emancipazione da Acefos o contro avversari più temibili torneranno alle vecchie abitudini? Inoltre sarà molto importante il risultato contro gli iDomina, probabilmente decisivo per il terzo posto e per evitare gli inFerno nei play-off.

Se in generale la settimana per i primi tre membri del Discontinuità Quartet è stata positiva (due sole sconfitte, entrambe contro i Forge), per il quarto membro, i Racoon, è stata una débâcle e adesso i procioni potrebbero vedere in pericolo la loro partecipazione ai play-off. Infatti, a dover preoccupare i Racoon non sono tanto le due sconfitte, ma piuttosto come sono avvenute e contro chi. La squadra è sembrata poco coordinata e parecchio confusa in certe fasi di partita. Ne è un esempio la difesa della tier 1 della corsia centrale contro i Moba ROG dove, pur di difendere quella torre ormai persa, i Racoon hanno concesso molteplici uccisioni ai nemici e sprecato diverse summoner spell. Inoltre, la sconfitta contro i Cyberground rimette in gioco la squadra siciliana e riaccende la fiammella dell’interesse per queste ultime due settimane di PG Nats. Infatti, adesso la squadra pugliese si ritrova a dover partecipare ad una corsa disperata all’ultimo posto per i play-off insieme ai 5 Hydra e ai Cyberground. Chissà che alla fine i Racoon non debbano abbandonare, a sorpresa, il Discontinuità Quartet.

In tre per un posto

Dopo i sorprendenti miglioramenti dei Cyberground e i peggioramenti altrettanto sorprendenti dei Racoon è giusto porsi la domanda: chi sarà ad ottenere l’ultimo posto per i play-off?

Forse a spuntarla in questa corsa a tre potrebbe essere proprio la squadra che per il momento ancora è stata nominata solo di sfuggita questa settimana, ovvero i 5 Hydra. L’idra a cinque teste parte con due vittorie di svantaggio dai procioni, ma ha il vantaggio di giocare due delle restanti quattro partite contro le dirette rivali e quindi di essere padrona del proprio destino un po’ più delle altre concorrenti. Inoltre, nonostante una partita già persa al 99% contro i Forge, quella contro gli inFerno è un’altro incontro abbordabile per la compagine.

Allo stesso tempo non sono nemmeno da sottovalutare i Cyberground. L’aquila grazie alle cure di Sutzu e Euhna sembra essere in grado di tornare a volare. Il calendario che l’attende non è dei più favorevoli, ma i Moba sono un’incognita di settimana in settimana e chissà che non riesca a portare a casa una vittoria a discapito degli orchi, mettendo a segno un break point molto importante. Resta comunque decisivo lo scontro contro i 5 Hydra per poter almeno iniziare a sperare.

I Racoon hanno la fortuna, e il merito, di avere il coltello dalla parte del manico, ma anche il loro calendario non è dei più favorevoli. Tuttavia verosimilmente gli potrebbe bastare anche una sola vittoria e lo scontro diretto con l’idra alll’ultima giornata potrebbe essere l’occasione ideale per spezzare all’ultimo istante i sogni delle due rivali. Riusciranno a spezzare la maledizione che li vede sempre fuori dai play-off? O riusciranno a compiere un’impresa in negativo degna della nazionale italiana di calcio?


 

FACEBOOK COMMENTS

About author

Nicolò Trella

Videogiocatore da oltre 15 anni, prima su WoW, poi su LoL, che scopre con la finale dei Worlds 2014. Da quel giorno nasce il suo interesse per gli Esport, passione che lo ha portato prima a competere in due academy come giocatore e successivamente a cercare di diffonderla come giornalista.

Leggi anche...

Nuovi volti nelle EU LCS

Ci siamo, il 15 giugno le migliori squadre europee tornano sul palcoscenico più prestigioso del competitivo continentale di LoL, le EU LCS. Dopo uno spring ...