Gold Rush: ADC edition

La stagione sta per volgere al termine e noi di Outplayed vogliamo darvi una mano per la spinta finale consigliandovi, grazie al nostro coach Pencil, i migliori campioni divisi per ruolo che vi daranno più chances di arrivare al tanto agognato Gold, o almeno provarci. Passiamo ora al quarto articolo della serie con la prima parte dedicata alla Botlane ossia gli ADC:


MISS FORTUNE

Miss Fortune è da sempre un pick molto forte in solo Q per la sua abilità di demolire la lane con il suo poke di double up: in questa fase della partita MF è incontrastata e soffre solo da combinazioni aggressive come Lucian Alistar che possono eliminarla in fretta ma anche questa duo lane non riesce ad andare all in se Lucian viene colpito da un buon doubleup.
In teamfight la ultimate rimane una game winning spell che, se usata bene, assicura la vittoria in fight.

Le rune sono molto diverse da quelle degli altri ADC infatti seleziona Dark Harvest per massimizzare il danno on hit del double up ed avere così un burst enorme.

La skill build è la standard Q→ W→ E e si maxa nello stesso ordine prendendo la Ultimate quando possibile.

L’itemizzazione inizia con lo standard core di lethality fatto da Yomumu e Dsukblade, come terzo item consiglio Stormrazor per massimizzare il burst; l’altra opzione è acquistare Black cleaver per rendere l’ultimate una sentenza di morte, consiglio questo oggetto solo se in team avete una wombo combo adatta altrimenti rischiate di diventare un bot da ulti senza un proprio set up. Gli ultimi item sono rapidfire e last whisper anche se quest’ultimo viene solitamente sostituito da guardian angel se avete acquistato black cleaver in precedenza. Per i boots prendete gli swiftness tanto l’attack speed non è una statistica utile.


JINX

Come il champion presentato sopra anche Jinx è da sempre efficace in solo Q per via del suo alto danno, reset e buona fase di corsia: nelle prime fasi di gioco è possibile harrassare e pushare allo stesso tempo con il lanciamissili ottenendo una buona pressione di mappa ma è necessario prestare attenzione alla posizione del jungler avversario per non essere colti alla sprovvista. Nel mid game Jinx dipende prevalentemente dalle sue spell dato che gli attacchi base non sono ancora così temibili per cui la priorità è farmare ed ottenere uccisioni con la ultimate; una volta conclusi 3 item Jinx è on-line e molto difficile da fermare soprattutto dopo che ha preso una kill.   

Le rune sono quelle standard da ADC con Fleet+ Celerity e Gathering Storm. Unici punti che è possibile cambiare sono Legend da alacrity a bloodline nel caso gli avversari abbiano molto poke e Coup de grace con cut down nel caso ci siano 2 o 3 tank nel team avversario.

La skill build di Jinx è variabile nei primi livelli: Q→ W→ Q→ E se entrambe le duo lane sono basate sul poke, Q→ E→ W per il level 2 all in se il vostro support ha possibilità di ingaggio, Q→ W→ E standard se la linea è noiosa. Per il resto si maxa Q→ W→ E prendendo la ultimate quando possibile.

Anche l’itemizzazione è quella di uno standard ADC con il core di Stormrazor, Rapidfire (non prendete hurricane secondo item), Infinity; come quarto e quinto item di solito si compra Hurricane e Last whisper anche se l’ultimo è sostituibile con Mercurial scimitar o Maw of malmortius nel caso fosse necessario: il danno puro dato dall’infinity dovrebbe essere abbastanza per ammazzare i tank anche senza armor pen. I boots sono ovviamente i Berserker.


Menzione d’onore a Sivir poichè come champion è in grado di counterare tutti i pick più in voga in silver ma non è semplicissima da giocare quindi la consiglio per la scalata solo se avete già esperienza con questo champion.

FACEBOOK COMMENTS

About author

Pencil

Jack of all games, Master of all.

Leggi anche...