Gli Astralis competeranno negli LCS

Mentre la World Championship va avanti (e Jizukè mette la firma sulla sua prima partita) la sezione eSports di Riot Games continua a tenere gli occhi puntati anche sulla prossima stagione degli LCS, la quale vi vogliamo ricordare che riceverà svariate modifiche che abbiamo elencato in questo articolo, tra di esse ne risulta una importante riguardo le modalità di accesso al torneo, secondo la quale l’inclusione agli LCS Europei non avverrà più mediante le vecchie Challenger Series ma sostanzialmente attraverso il pagamento di una quantità assolutamente non indifferente di denaro.

Fino a pochi giorni fa i team confermati per la partecipazione del prossimo anno erano i Fnatic, il Team Vitality, i G2 Esports, i Misfits e gli Shalke04 Esports, mentre secondo quanto riportato da ESPN anche gli Astralis sono stati accettati come partners della League Championship Series Europea; il loro accesso è stato gestito dal popolare caster Martin “Deficio” Lynge, che a inizio anno aveva annunciato il cambiamento del suo status da dipendente di Riot Games a caster freelancer, in modo da avere più libertà per la gestione dei suoi progetti nel mondo degli eSports.

Deficio in precedenza ha anche lavorato come manager e come coach per i Ninjas in Pyjamas ma la sua voglia di assistere l’evoluzione e la diffusione degli eSports l’hanno portato ad incarichi ancora più inerenti alle sue ambizioni, fino all’accesso degli Astralis nel più importante torneo europeo di League of Legends.

Questi ultimi sono stati fondati nel 2016 dagli ex-giocatori danesi dei Team SoloMid, nello specifico della sezione Counter-Strike Global Offensive, unico gioco di cui fino ad ora si sono occupati. Secondo la fonte il loro accesso nel mondo del famoso MOBA gli verrà a costare più di 10 milioni di euro, che dovranno pagare a Riot Games per ottenere il proprio slot negli LCS europei.

FACEBOOK COMMENTS

About author

Federico

Federico "Felpato" Cattini

Mangiatore professionista di kebab, nato dalla tempesta, padre dei draghi, main Riven e ancora in attesa della propria lettera da Hogwarts. Un nerd a 360 gradi appassionato di letteratura (specialmente fantasy), serie TV, anime e, ovviamente, videogiochi.

Leggi anche...