HOT PICKS #23: Fleet Jarvan, la risposta ad un meta accellerato

Il crollo di uno dei capisaldi della giungla

JarvanIV é sempre stato nella storia competitiva di League of Legends, uno dei punti di riferimento per ogni jungler che volesse interpretare uno stile di gioco basato si sul control (attraverso visione e protezione delle lane), ma allo stesso tempo capace sia di avere un impatto aggressivo early game che uno scaling buono per i teamfight in mid/lategame. In breve Jarvan é quel tipo di champ denominabile come “Jack of all trades”.

Allora come mai é sparito? Come mai un campione cosi completo e capace di offrire cosi tanto valore al proprio team é caduto nel baratro del “low pickrate”? (3.9% pickrate ai mondiali appena passati, ovvero solo 3 presenze totali)

Jarvan IV dopo una season 7 di estremo successo, ha dovuto affrontare non solo nerf diretti, come quelli subiti in 7.24 e 8.3, ma anche la rimozione dell’ oggetto che permetteva, a jungler come lui di fermare l’ aggressione nemica in early game e di poter giocare quel ruolo di controllo che tanto gli si addice, il Tracker’s Knife.

Se in aggiunta ai sopracitati depotenziamenti, ci aggiungiamo un “nerf” alla sua runa chiave piú usata (Electrocute), la presenza di Jarvan risulta pressocché superflua in un mondo dove Camille esiste. Camille riesce infatti a portare la versione piú aggressiva e forte negli 1v1 di quello che Jarvan normalmente offre.

I buff della patch 8.19 risolvono il problema?

Al rilascio della patch 8.19, Riot Games ha provato a dare una spinta a JarvanIV, cercando di stimolare giocatori e team vari a dare una chance al principe di Demacia.

Nonostante questo buff alla passiva sia veramente gradito soprattutto per il clear iniziale, Jarvan (versione tank) al momento soffre secondo me di un problema diverso, un problema legato all’ ottimizzazione delle rune su di lui usate.

Ma allora anche nella prima parte di stagione, o addirittura durante la stagione 2017, Jarvan era succube di questo problema?

La risposta non é facilmente attribuibile ad un Sí o un No. Tornando indietro alla season 7, Jarvan aveva un bel po’ di fattori a suo favore.

Prima di tutto il sistema di rune non gestiva la distribuzione di base stats aggiuntive come in season 8, il che rendeva quindi la scelta di Thunderlord’s una scelta povera di costi-opportunitá, in secondo piano c’é da ricordare che sia il power level del campione che la sua relativa posizione rispetto al meta erano ben diverse. In early season 8 invece, nonostante l’ uso di Electrocute lo rendesse piú vulnerabile (soprattutto durante la pulizia di giungla), Jarvan era ancora la risposta piu solida contro Sejuani, senza contare che il nuovo Electrocute (ancora non nerfato) migliorava le sue gank rispetto alla stagione scorsa, quindi il compromesso si poteva considerare accettabile.

In passato non era quindi necessario trovare alternative, per due motivi principali:

  1. “Se qualcosa non é rotto, perché aggiustarlo?”
  2. La non-ottimizzazione, non era cosí apparente come per esempio lo era la sovrapposizione tra attivazione della passiva di Sejuani e la runa chiave Aftershock.

Ora come ora, questo problema di efficienza legato alle rune non é qualcosa di completamente oscuro e sconosciuto. Lo dimostra infatti la diversitá nell’uso (scarso in termini di numero, ma pur sempre uso) di rune da parte dei proplayer, sia in soloq, che in partite competitive.

3 sono le rune chiave usate al momento su JarvanIV:

  • Electrocute, per avere praticamente quello che si aveva ad inizio season, ma peggio.
  • Dark Harvest, per cercare di dare a Jarvan quella sfumatura di scaling offensiva che non solo poco si addice al gameplay del tipico jungle Jarvan, ma risulta incostante nei risultati e spinge Jarvan in una versione piú incentrata sull’ AD, la quale ad essere onesti é spesso una versione discount di Camille.
  • Predator, scelta principalmente perche sia Electrocute che Dark Harvest sono come detto sopra non ottimali. Il problema del Predator è che, nonostante questa runa chiave sia molto d’impatto per la mobilità di mappa che offre, come il Dark Harvest va a contrastare con l’ identitá e lo stile di gank di Jarvan, che per design, al contrario di campioni alla “ti corro in faccia” come Skarner e Olaf, non necessita dell’ uso del Predator per rendere le sue gank temibili.
    Di sicuro un bonus da non ignorare alla selezione del Predator, é l’ accesso alla runa Ingenious Hunter, che permette poi a Jarvan di avere engage piu frequenti dato il cooldown diminuito sulla Gargoyle Stoneplate.

Imparare dal passato ora che il bisogno c’é

Quando penso a JarvanIV pickato in proplay. la prima immagine che si crea nella mia testa, é l’icona di Sejuani nel team opposto.

(Game 5 della storica serie tra SKT T1 e MSF ai mondiali 2017)

Sejuani oltre ad essere uno dei tank puri piú affascinanti del gioco, é il campione da cui SECONDO ME, JarvanIV potrebbe trovare la soluzione al suo problema.

Soluzione chiamata Fleet Footwork.

Come scusa? Che tipo di valore puo offrire una runa del genere, la quale non fornisce né danno né statistiche difensive? Ma soprattutto per quali ragioni dovrei rinunciare alle sopracitate scelte?

Prima di tutto é giusto fare una premessa e introdurre ai lettori, che magari non hanno mai giocato Jarvan di persona, una della note negative del champ, ovvero il suo clear “unhealthy”. Per unhealthy intendo appunto che il problema non é tanto legato alla velocitá con la quale pulisce (che é comunque minore rispetto ad altri meta jungler come Lee Sin, Xin Zhao o Nocturne), ma piuttosto al fatto che Jarvan tende a fare uso immediatamente delle sue pozioni durante i primi campi a causa dei tanti HP persi, precludendosi quindi da alcune scelte di cui altri jungler possono disporre.

Jarvan deve infatti spesso rinunciare (o nel caso non volesse, introdurre dei rischi all’interno del suo gameplay) ad una presenza di mappa prolungata in favore di recall piú frequenti. Questo va impattare principalmente il suo pathing, il quale puó diventare facilmente leggibile, e allo stesso tempo rende ancora piú marchiato il rischio dell’ intraprendere la scelta di gankare, visto che la possibilitá di rimanere severamente indietro di livelli é sempre presente. E se prima Jarvan poteva permettersi di rimanere indietro di livelli per via della protezione che il Tracker’s Knife offriva alle sue lane, ora non puó piú, e quando il tuo jungler non riesce a matchare lo Xin Zhao nemico di turno, la differenza si sente.

Il Fleet Footwork intende quindi rinunciare al danno extra fornito dalle rune chiave nel ramo Domination, in favore di un clear notevolmente piú stabile e soprattutto piú affidabile quando analizzato attraverso un campione di partite giocate piú grande.

Il Fleet offre a Jarvan quell’ efficienza nel clear, che indirettamente impatta la sua presenza di mappa e capacitá di rendere il suo gameplay piú variabile. Non lo fa attraverso un lampo rosso sul campione nemico dopo aver usato la combo, ma piuttosto con un constante guadagno di HP durante la pulizia di giungla (e ovviamente l’ attack speed aumentata, che soprattutto durante i primi due livelli é la cosiddetta ciliegina sulla torta). Tutto questo senza contare che la velocitá di movimento presa dal Fleet su una gank offre spesso un autoattacco aggiuntivo sul campione nemico, pareggiando quindi il danno offerto dall’ Electrocute.

Pagina rune

 

Note:

  • la scelta di Domination come secondo ramo viene data dal fatto che Relentless Hunter ha un valore troppo alto per Jarvan, ed é una delle cose che accentua ulteriormente la sua presenza di mappa. L’ uso dei rami Resolve o Sorcery é ugualmente valido e sta al player decidere cosa preferisce in determinati matchup (esempio: Bone Plating+Chrysalis contro Xin Zhao)
  • La build consigliata é quella full tank senza nemmeno la presenza di Black Cleaver.
FACEBOOK COMMENTS

About author

Leggi anche...

Lega Prima: Risultati Terza giornata

Ecco tutti i risultati della terza giornata di Lega Prima:   Ricordatevi di seguire la Lega prima e supportarla tramite tutti i suoi canali: https://www.twitch.tv/gec ...