Home Dota 2 The International recap main event: day 5

The International recap main event: day 5

Fnatic vs MVP.Phoenix

Game 1

Radiant-Fnatic

Bounty_Hunter Slark Crystal_Maiden Sand_King Tinker

Dire-MVP

Slardar Ogre_Magi Timbersaw Lich Dark_Seer

Siamo giunti al penultimo giorno degli international ed iniziamo la giornata con l’elimination match tra Fnatic e MVP. Nel game 1 i malesi draftano un ottimo mid-late game lineup capace di reggere l’early e di punire il line up di MVP che è prevalentemente melee; i koreani draftano il classico “in your face” lineup che necessita di snowballare per essere realmente efficacie.
Fnatic imposta le lane in maniera efficace assicurando a Sand King un ottima linea senza compromettere le altre; grazie a ciò i malesi difendono le loro torri ed ottengono un gran numero di uccisioni e prendono il completo controllo della mappa.
La composizione di Fnatic sembra troppo buona per gestire il lineup di MVP  che sembra impossibilitato a trovare un buon fight; l’arrivo dell’Aghanim di Tinker segna la fine di una partita gia segnata in partenza.
Come predetto una volta trovata la chiave dei loro draft MVP non ha modi di rispondere, devono cambiare stile o sono condannati a fallire. Fnatic 1-0

 

Game 2

Radiant-MVP

Mirana Faceless_Void Oracle Sven Ogre_Magi

Dire-Fnatic

Slardar 29px-Riki Juggernaut Shadow_Shaman Medusa

 

Finalmente Fnatic cambia stile di gioco e draft BEN due eroi ranged di cui uno è un core formando così una teamfight comp abbastanza bilanciata; Fnatic drafta una 4 protect 1 abbastanza canonica che dovrebbe gestire bene il teamfight di MVP in game avanzato.
Ancora una volta MVP imposta delle linee molto aggressive ma viene distrutto nella laning phase che vedono i 3 core di Fnatic farmare tranquillamente, solo Sven riesce a tenere il passo.
Nonostante lo svantaggio MVP riesce a vincere un fight importante in mid recuperando parte del vantaggio perduto; il game rimane comunque in controllo di Fnatic grazie a Medusa che sembra indistruttibile.
La partita però rimane aperta a causa di alcuni errori di Fnatic che non sembrano essere abbastanza coordinati e si lasciano sorprendere dalle Chronosphere di MVP.
Fnatic elimina roshan e si prepara al push highground ma il teamfight da “cavernicoli” di MVP li ferma e li costringe alla ritirata e li obbliga ad abbandonare l’idea di un push.
Finalmente a 51 minuti i malesi riescono a prendere un fight decente e forzano la base di MVP che è costretto a chiamare il GG. Fnatic 2-0

 

 

Wings.Gaming vs Evil Geniuses

Game 1

Radiant-Wings

Timbersaw Rubick Razor Tidehunter Enigma

Dire-EG

Io Sand_King Skywrath_Mage Anti-Mage 29px-Weaver

Il primo game della winner bracket final vede Wings draftare un teamfight lineup nel tentativo di contrastare lo split push portato dagli eroi di EG.
La laning phase va in favore EG che sfrutta il mid  Sand King di Sumail per prendere delle kill ma il fight di Wings rimane molto forte e i cinesi recuperano presto il vantaggio.
Wings raggiunge i suoi timing ed inizia a prendere torri t2 mentre EG utilizza questo tempo per farmare: il loro obbiettivo è difendere la base fino al late e cercare di difendere Roshan, se possibile.
Wings, dopo un pick su Io, riesce a forzare la mid lane ma Fear taglia la creep wave impedendo il push guadagnando molto tempo per il team americano.
Dopo 37 minuti Wings riesce a prendere le caserme centrali dopo un perfetto Black Hole e forza il GG da parte di EG; i cinesi portano a casa il primo game grazie a degli ottimi buy (Mek, Hood). 1-0 Wings

 

 

Game 2

Radiant-Wings

Elder_Titan Beastmaster Shadow_Demon Medusa Huskar

 

Dire-EG

Mirana Ogre_Magi Night_Stalker Winter_Wyvern Alchemist

Il secondo game della serie si apre con il draft di Wings che sceglie un draft piuttosco anticonvenzionale con Huskar senza Oracle o Dazzle e con Medus per il late game e teamfight; EG si affida ad Alchemist e Mirana per  aprire una breccia nella base dei cinesi prima che Medusa arrivi on-line.
Le lane risultano caotiche e piene di rotazioni ma favoriscono EG che riesce a freefarmare Alchemist mentre Mirana riesce a prendersi un paio di kill.
Nel mid game EG riesce a ottenere un buon vantaggio grazie ad un dive tra T1 e T2 mid ma restituiscono tutto attorno a Roshan a causa di un teamfight scoordinatissimo che gli costa l’Aegis e buona parte della mappa.
Dopo un altro disastroso fight in top EG perde i suoi timing e decide semplicemente di chiamare il GG.
2-0 Wings.

 

 

Digital Chaos vs Fnatic

Game 1

Radiant-Fnatic

Mirana Kunkka Legion_Commander Shadow_Shaman Phantom_Lancer

Dire-DC

Slardar Keeper_of_the_Light Slark Ursa Dark_Seer

L’ultimo elimination match della giornata vede DC draftare una fight comp molto in stile MVP ma con Keeper of the Light per maggiore mobilità nella mappa; Fnatic drafta una push/pick comp con Phantom Lancer il quale ha 0 counter diretti nel team americano.
L’early game avvantaggia DC che riesce a trovare 5 kill ma si overestende trai i 10 e 12 minuti regalando due duelli e altre kill.
Nel mid game, però, la teamfight combo di DC raggiunge il suo power spike e riesce a snowballare pesantemente Slark; grazie a questo gli americani prendono il controllo della mappa e di Roshan grazie ad degli ottimi ingaggi da parte di Moo.
Fnatic si difende bene e fa reclamare l’Aegis senza perdere nessun set di caserme; DC gioca in maniera molto paziente e attende Aegis e Cheese per forzare la base dei malesi.
La pazienza paga e gli permette di prendere due set di caserme e forzano il GG pochi minuti dopo.
1-0 DC.

 

 

Game 2

Radiant-Fnatic

Elder_Titan Faceless_Void Io Huskar Ember_Spirit

Dire-DC

Shadow_Demon Beastmaster Kunkka Invoker 29px-Chaos_Knight

Per il secondo game Fnatic seleziona l’Huskar-Wisp strat dopo due ottimi pick di apertura con ET-Void; DC replica con Chaos Knight, un counter pesante ad Huskar per via delle illusioni, ed imposta delle linee aggressive per sfruttare al meglio la forza di CK.
L’early game va in favore di DC ma il cavaliere rimane indietro rispetto agli altri core cosa molto negativa per un eroe incapace di flash farmare.
Il game procede tranquillamente con una farm war ma a 17.30 un pick su Huskar e Wisp apre le porte di Roshan a DC che sfrutta l’opportunità.
I fight seguenti sono un incredibile sfoggio di abilità da parte de W33 che, sulle spalle di una sua Ultra kill, distrugge una caserma melee a 25 minuti.
Ancora una volta DC pazienta per il respawn di Roshan ma uno smoke gank dei malesi rallenta i piani degli americani ma il secondo fight non va in favore di Fnatic anche se riesce a forzare il buyback di W33.
A fronte di un altro disastroso fight Fnatic perde un altra T3 e il buyback di un gia pover Huskar; pochi minuti dopo arriva un secondo “push” in cui DC invia illusioni e Forge Spirit e, durante questo stallo, gli americani prendono un altra caserma.
Prima del GG push DC aspetta nuovamente Roshan e, nonostante un ottimo ingaggio di Fnatic sui support americani, W33 e Resolution puliscono il pavimento con il resto del team malese e attiva i megacreep, ora è solo questione di dare il colpo di grazia che giunge pochi minuti dopo. 2-0 DC

SunsFanned