Home League of Legends Esports League of Legends Worlds 2016: Recap day 8

League of Legends Worlds 2016: Recap day 8

Concluso anche il gruppo B dei Mondiali, andiamo a vedere che partite si sono giocate nella nottata e quali sono le prime squadre qualificate agli ottavi di finale, aprendo con una sezione senza spoiler per poi avanzare coi nostri commenti ai game, quindi non scendete troppo se volete godervi i VOD che vi linkiamo qua:

I May vs Flash Wolves
Cloud9 vs SK Telecom T1
Cloud9 vs Flash Wolves
SK Telecom T1 vs I May
I May vs Cloud9
Flash Wolves vs SK Telecom T1
Possibile Tiebreaker

worldsw2d4

In quest’ultima giornata consigliamo di recuperare il terzo ed il quinto game di giornata.

DA QUI IN POI COMMENTIAMO I GAME, ATTENZIONE AGLI SPOILER.


IM vs FW

Il primo game della giornata si apre con una sorpresa: Athena viene inserito come Jungle nonostante il suo main role sia Mid mentre Avoidless prende il ruolo di suppport.

Il team cinese drafta una pick comp molto aggressiva con Lee Sin e Aurelion Sol mentre FW opta per una siege/ pick comp.

La partita inizia molto lentamente e nessuna linea riesce a prendere un vantaggio utile al suo team; è solo all’11esimo minuto che FW riesce a prendere un Ocean Drake. La risposta di IM arriva rapidamente con un gank mid che dona ad Athena il First blood. Il team di FW inizia a gruppare in 5 riuscendo ad abbattere la bot T1 e riesce a prendere controllo della mappa ottnenedo 3 draghi e altre 3 torri ma non riesce a spingere il vantaggio in gold sopra ai 3k.
FW cerca quindi di prendere Baron utilizzando solo Elise e Malzhar ma vengono scoperti e obliterati dal team cinese che prende quindi l’obiettivo durante il fight. Nashor permette ai cinesi di distruggere le T1 ma FW difende gli altri obbiettivi; pochi minuti dopo, con un incredibile fight in mid IM riesce ad rushare il secondo Baron con il quale demoliscono le T2 di FW.
L’attenzione ora si sposta verso Elder Dragon dove IM continua a mostrare superiorità nel late game distruggendo la backline di FW e chiudendo il game con il push successivo.

MVP Jinjhiao


C9 vs SKT1

Il secondo game della serata vede C9 draftare una teamfight comp mentre SKT preferisce un approccio basato sule siege e pick.

La laning phase favorisce inizialmente SKT che domina la bot lane anche se Duke rimane leggermente dietro a Impact in top; la cosa cambia quando, dopo due gank bot, Sneaky riesce ad uccidere Wolf ottenendo First Blood. La risposta di SKT arriva in fretta e sotto forma di Faker che, dopo pochi minuti, elimina Smoothie in bot. C9 riesce a trovare un paio di pick ed un Cloud Drake grazie al roam di Smoothie ed creano un vantaggio gold di 1.2k senza prendere nessuna torre.
I coreani non si fanno intimorire e continuano ad utilizzare le loro lane oppressive per assicurarsi la prima torre del game ed un Infernal Drake; C9 cerca di impedire gli scontri 1v1 raggruppandosi ma lo split push di SKT  e il waveclear impediscono agli americani di assediare qualunque torre. Dopo vari minuti di stallo SKT trova l’ingaggio su C9 eliminado due dei suoi membri ed assicurandosi Baron con il quale ottengono solo due torri ma il vantaggio gold coreano sale comunque a 6k. La partita si riaccende intorno ai 44 minuti quando C9 effettua un pessimo ingaggio con realm warp che regala ad SKT il secondo Baron della partita. Con esso i coreani reclamano Elder Dragon e vanno a vincere la partita.

MVP Blank


C9 vs FW

La giornata continua con l’ultimo team americano che drafta una dual core protect-the-carry con un ottimo ground control mentre FW opta per una siege/pick comp.

La partita comincia molto bene per C9 grazie a Meteos che riesce a leggere perfettamente il team del sud est asiatico  passando tra le ward di FW e riuscendo nel suo intento di uccidere MMD in top lane. La vendetta di Karsa arriva in fretta e punisce un giocata aggressiva di Meteos riportando il punteggio sull’1 a 1. Nonostante le varie scaramuccie la partita rimane sul filo del rasoio con poche centinaia di gold a separare i due team; anche gli obbiettivi neutrali sono in pari 1 drago a testa, Earth per C9 e Ccean per FW.
La partita prende una svolta quando, dopo il secondo drago di FW, i taiwanesi riescono a prendere un ingaggio favorevole su Cloud9 eliminandoli dalla mappa e assicurandosi così Baron; con esso FW elimina le ultime torri esterne ed una T3 ma non riescono a distruggere l’inibitore.
Il team asiatico prende il completo controllo della mappa e reclama anche il secondo Baron con il quale riesce a prendere un solo inibitore ma la cosa non ha importanza poichè il successivo Elder Dragon pianta il chiodo nella bara di C9.

MVP Karsa


SKT vs IM

Il quarto game vede la full poke/sige comp do SKT scontrarsi con la pick/teamfight comp di IM.

Il game si scalda subito a causa del doppio roaming mid di entrambi i support che porta alla morte di Athena per mano di Faker; la pressione sulla mid continua con il gank di Blank  che manda il mid di IM sullo 0/2 . Il team cinese si consola grazie alle giocate aggressive di Avoidless che portano 3 kill sul suo Khazix ma il controllo mappa di SKT rimane indiscusso e, grazie ad esso, riescono a distruggere due torri e reclamare un Infernal Drake. SKT sembrano in totale controllo ma un ottimo ingaggio da parte di AmazingJ  permette ai cinesi di rompere l’assedio dei coreani e dare respiro ad IM.
SKT rimane in controllo ma non sembra in grado di attaccare le T2 di IM i quali si accontentano di farmare le wave e concedere i draghi a SKT. La partita sembra andare nel verso di IM quando Avoidless riesce a stealare Baron ma la squadra coreana riesce comunque a prendere tutte le T2 e, dopo un teamfight perfetto, anche la T3 mid. Il dominio di SKT continua e l’attenzione del team coreano si sposta su Elder Dragon che viene ucciso con facilità e, con esso, tutto il team di IM. Il secondo Baron va nelle mani di SKT i quali chiudono la partita con il push seguente.

MVP Bang


IM vs C9

Nel quinto game IM drafta una full teamfight comp con Kennen support mentre C9 opta per una pick/fight comp.

La partita inizia benissimo per il team americano che domina la bot e la top lane  riuscendo anche a uccidere Jinjhiao reclamando first blood; dopo pochi minuti la bot lane di IM viene divata e la loro torre distrutta, questo permette a Sneaky di muoversi per la mappa e dominare la Mid lane dove riescono a prendere molteplici kill. C9 continua a mettere pressione distruggendo tutte le T1 ed una T2 ma IM riesce a prendere Infernal Drake nonostante tutto. Il controllo di C9 rimane solido e, dopo due ottimi pick, possono prendere Baron senza problemi; un errore di Meteos nega, però, buona parte del buff impedendo a C9 di pushare oltre.
La posizione degli americani sembra vacillare dopo un pessimo fight intorno a Baron ma, nei minuti seguenti, due pick su Athena e Road assicurano il secondo Nashor e, grazie ad esso, due inibitori. La pressione data dai super minion permette al team americano di prendere Elder Dragon indisturbato ma, ancora una volta, la squadra americana si overestende e regala il teamfight ed un Baron al team cinese. Nonostante l’aiuto datogli da C9, IM, perde nuovamente l’inibitore bot ma è sul quarto Baron che si decide la partita: dopo un sofferto teamfight gli americani riescono a distruggere il team cinese chiudendo il game con il push seguente.

MVP Sneaky


FW vs SKT

Il sesto game della serata potrebbe non essere l’ultimo: se FW con la loro pick/siege comp dovesse battere SKT e la loro PTC si arriverebbe ad uno spareggio tra C9 e FW.
La laning phase favorisce SKT il cui gameplan è semplicemente farmare e creare vantaggio su Ezreal che, grazie alla vision perfetta, può abusare della duo di FW. SKT decide di essere l’agressore in questo game ma cambia idea dopo il loro primo dive che finisce in un 1 per 1; i coreani riprovano la stessa action diversi minuti dopo riuscendo però nel loro intento e distruggendo anche la tier 1 bot creando, in questo modo, un vantaggio di 3k gold.
SKT continua a mettere pressione e demolisce il team taiwanese nella top lane aumentando a 7k il loro vantaggio; il game rimane lento a causa dell’incredibile wave clear di Viktor ma un ottimo dive da parte dei coreani apre la mappa e permette di tentare il Nashor che, però, viene rubato da Karsa impedendo ad SKT di continuare la pressione. Dopo la fine del buff Bang riesce a prendere una solo kill su Maple regalando al suo team l’inibitore mid; in seguito Baron viene assicurato SKT che chiude la partita con il push seguente.

MVP Bang


Il girone si conclude con Cloud9 capaci di ottenere il secondo posto evitando alla propria regione di essere completamente eliminata durante la fase a gruppi dimostrando di essere un team molto esperto e competente ad alto livello, nonostante su singole giocate meccaniche non ci abbiano convinto del tutto. Nel frattempo SKT ha dominato il girone con fin troppa facilità, mostrando come anche fatto dagli altri team coreani che i loro coaching staff lavorano ad un livello altissimo nell’adattamento, dopo una prima settimana un po più temolante; vedremo se riusciranno a correre ancora fino in fondo nonostante non abbiano ancora deciso il jungler titolare. Le due eliminate non hanno a mio avviso molto da recriminarsi: I May ha sorpreso tutti nella sua fantastica run prima di qualificazioni agli LPL e poi ai mondiali e penso che questo sia un ottimo risultato per un team senza esperienza in questo tipo di tornei; da Flash Wolves ci si poteva invece aspettare magari qualcosa di più, ma hanno dato battaglia in tutte le partite senza mai essere spazzati via, confermando che sono un team di livello assoluto

Complimenti a SK Telecom T1 e a Cloud9 per il passaggio del turno!

Articolo precedenteLeague of Legends Worlds 2016: Recap day 7
Articolo successivoChampion in 5 minuti #9 – Karma Support
Jack of all games, Master of all.