Home Hearthstone Ben Brode risponde su Pc Gamer: I pirati, i nerf, classic e...

Ben Brode risponde su Pc Gamer: I pirati, i nerf, classic e molto altro ancora..

In una recente intervista per Pc Gamer, il leader designer di Hearthstone Ben Brode, ha risposto a molte domande da parte di Tim Clark, eccovi un riassunto delle cose più importanti:

 

  • Non vogliono annunciare un nerf troppo lontano dalla data effettiva dell’uscita live per non lasciare ai giocatori cattive sensazioni perdendo proprio da carte annunciate nella nerf list.
  • Ben Brode è d’accordo che il [Small-Time Buccaneer] è la carta problematica del pacchetto dei pirati, non [Patches the Pirate]. Nel caso decidano di cambiare qualcosa sarebbe proprio lui a subirne le conseguenze.
  • Hanno intenzionalmente nerfato moltissimo il [Molten Giant] perchè non volevano che venisse più utilizzata avendo un pessimo impatto sullo standard.
  • Ipoteticamente se decidessero di muovere carte dal Classic allo Wild sarebbero probabilmente carte come [Ragnaros the Firelord] perchè limitano il design di altre carte in quel costo di mana, limitando di molto la freschezza dello standard.
  • Ben non è sicuro se Brian Kibler abbia ragione riguardo al fatto che le armi a basso costo siano un problema o se solo alcune specifiche armi lo siano.
  • Il team è abbastanza deluso del fatto che lo sciamano sia ancora più popolare di prima dopo Karazhan, non era nelle loro intenzioni.
  • Per esempio, [Spirit Claws] è stata ideata per un nuovo tipo di shaman non anche per quello attuale.
  • C’Thun è stata una delle cose più rischiose che hanno creato ma è stata bilanciata ottimamente.
  • Ben pensa che la meccanica dei Grimy Goons verrà utilizzata molto di più in futuro, appena il metagame rallenterà un po’.
Articolo precedenteRocket League: la quarta stagione competitiva
Articolo successivoEU LCS Recap Week 1
Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della Follia.