Home League of Legends Esports Italian Gaming League, la finale: Next Gaming vs Genoa Esports(Tes)

Italian Gaming League, la finale: Next Gaming vs Genoa Esports(Tes)


L’Esports secondo IGL:


Al Torino Comics 2017 abbiamo potuto assistere a quella che possiamo definire comodamente come il prossimo canone di giudizio per tutti gli eventi live di questo tipo.
L’organizzazione di questo torneo live è stata a dir poco superlativa, la percezione che si stesse assistendo finalmente ad un evento professionistico sotto tutti i punti di vista era davvero palpabile sia per chi era presente all’evento che per chi ha assistito ai match in programma dallo streaming ufficiale.
Partendo dalla programmazione online trasmessa sui vari canali Twitch, Youtube e Facebook possiamo dare un voto totalmente positivo. Regia davvero ottimale, problemi tecnici quasi inesistenti, grafiche personalizzate di alto livello, precise rotazioni delle pubblicità e soprattutto qualità visiva praticamente perfetta. Un lavoro di questo tipo è senza dubbio una dimostrazione che anche in Italia possiamo creare un servizio degno delle trasmissioni straniere.
Passando invece alla fase live dell’evento la valutazione addirittura sale vertiginosamente, il torneo è stato curato in ogni minimo particolare ed il pubblico non può che essere rimasto colpito dal prodotto proposto. Il palco enorme sorgeva in un’ampia area dedicata con moltissimi posti a sedere che non contenevano tutta la mole di spettatori arrivati a vedere i ragazzi giocare, l’imponente allestimento grafico e sonoro faceva da corollario allo spettacolo proposto.
Ogni team presente aveva un piccolo stand apposito studiato per avere un’area di confort “privata” oltre all’area comune di preparazione. Tutte le postazioni dei giocatori erano dotate ognuna di una webcam che trasmetteva su di uno schermo apposito piazzato davanti in modo da aumentare ancora di più l’immersione nell’esperienza del player, in aggiunta due telecamere inquadravano a turno sia la zona laterale che quella frontale in stile LCS.
Unica piccolissima nota dolente riguardante League of Legends, con tutto il rispetto per i professionisti presenti, è che avremmo preferito come caster le voci ormai “consolidate” di Ferakton, Sarengo e Lelouch che hanno dimostrato al momento di non aver rivali nel loro campo professionale.
Poco da altro da aggiungere se non è questo evento è stato una prova di forza dell’Esports italiano tanto criticato, si sono gettate le basi per un futuro sicuramente molto interessante. Dall’Italian Gaming League di Torino Comics 2017 si è segnato un punto di partenza importante a cui tutti dovranno far riferimento per organizzare eventi futuri.
Simone “awaKing” Benedetti


Passando invece alla parte sportiva dell’evento possiamo dire di aver assistito anche in questo caso ad un Torneo davvero interessante ed emozionante. A sfidarsi c’erano i Next Gaming ed i Genoa Esports (ex-Tes Gaming) che si erano piazzate al primo ed al secondo posto nel campionato regolare. I Genoa partivano con un game di vantaggio nella finale best of 5 in virtù della vittoria proprio contro i Next Gaming per 2-1 nel winner bracket del primo giorno del torneo.
I due team si sono affrontati già molte volte durante la stagione e fare dei pronostici era davvero impossibile. Ecco l’analisi tecnica del nostro Head Coach Pencil:


GAME 2


NEXT

Belze  Shen

Demon Ivern

Dr.Matt Ahri

Sketch Caitl

Brizz Karma


GES

Absent Gnarr

Clap Gragas

Tsuzume Ekko

Sebla Ashe

UK Lulu


Si parte con i Next che draftano una comp molto equilibrata approcciandosi al game con la certezza di avere la partita in pugno una volta superato il punto di spike dei GES che risiede nell’early-mid game dove la ulti di Ashe ed il followup di Gragas possono creare dei seri problemi alla lineup dei Next.

L’early è contrassegnato dal camping mid da parte di Clap che ottiene ben due kill per il suo team; i suoi sforzi sono però vanificati da un orrendo ingaggio bot da parte di Sebla il quale non rispetta la ultimate di Shen donando una Doublekill e la first tower a Sketch. È sempre Clap che mantiene la pressione per il suo team rispondendo alla perdita della t1 bot con un’azione top che costa ad Ivern la vita assieme a quella della torre che stava difendendo. Dopo questa fase iniziale i GES decidono di spostare la loro bot mid ed il mid bot per affrontare Shen che ha buildato solo armor mentre i Next scambiano semplicemente la bot con la top per cercare di assediare più torri possibili mentre Caitlyn mantiene il suo power spike dell’early game.

La scelta di GES era, in teoria, corretta ma la squadra del Genoa si fa intimorire del push dei Next ed inizia a ruotare per difendere la top lane mentre dovrebbe cercare trade sulle altre due linee rendendo il 5 man degli NXG molto meno efficace.

I Next continuano a mantenere il pieno controllo della partita mentre i GES cercano ingaggi disperati che portano solo a fight favorevoli per i Next che reclamano il primo inibitore intorno ai 20 minuti; nonostante un tentativo di throw al baron da parte degli NXG essi riescono a chiudere il game poco dopo i 25 minuti. 1-1


GAME 3


NEXT

Belze  Shen

Demon Olaf

Dr.Matt Ekko

Sketch Caitl

Brizz Karma


GES

Absent Keld

Clap Lee Sin

Tsuzume Lissandra

Sebla Ashe

UK Braum


Il secondo game effettivo vede i GES draftare una All in pick comp il cui scopo è molto semplice: cerca e distruggi; dall’altra parte del fiume i Next schierano una comp molto simile a quella del game precedente che però manca di alcuni punti centrali: il waveclear del midlaner è quasi assente ed, al suo posto, appare un altro splitpusher senza però nessun peeling a parte quello di Karma a supportare l’1-3-1, assieme a questo la mancanza del sustain di Ivern rende la composizione ancora più fragile.

L’early game va molto a favore dei GES che riescono a capitalizzare l’overaggression dei Next reclamando quasi gratuitamente la prima torre della partita nella top lane ma questo vantaggio viene quasi del tutto restituito ai Next dopo un lunghissimo dive bot che risulta in una quadrakill per Dr Matt.

Dopo questa batosta i GES sembrano perdere il controllo della partita che passa ai Next i quali però non riescono a sfruttare l‘indecisione dei loro avversari e la partita rimane ad un punto morto.

È solo verso il 30esimo che i Next sembrano prendere le redini della partita vincendo, seppur di poco alcuni teamfight ed assicurandosi qualche torre ma, nonostante questo i GES rimangono in vantaggio gold grazie ad un miglior macro game.

Subito dopo queste piccole vittorie però i GES riescono a prendere un buon fight in cui Ashe riesce ad avere free rain sul team avversario e, sulle ali di questa vittoria, il Genoa riesce a chiudere la partita. 2-1 GES


GAME 4


NEXT

Belze  Poppy

Demon Elise

Dr.Matt Jayce

Sketch Ashe

Brizz Zyra


GES

Absent Renek

Clap Gragas

Tsuzume Vlad

Sebla Sivir

UK Karma


Il game 3 vede i Next che mantengono il loro stile di gioco improntato sul siege draftando, questa volta, un ottimo disengage che countera alla perfezione il debole ingaggio della composizione dei GES il cui intento, come nel game 1, è quello di ingaggiare e vincere i combattimenti nel midgame.

L’early game, grazie agli sforzi di Absent, favorisce i GES che però non riescono a snowballare il loro piccolo vantaggio permettendo quindi ai Next di, dopo una lunga laning phase, demolire la bot lane del Genoa reclamando così il first brick.

Agli NXG basta questa piccola spinta per impostare l’assedio sistematico delle torri dei GES i quali non hanno mezzi per resistere e si vedono costretti a battere in una costante ritirata che permette ai Next di chiudere il game senza troppi problemi. 2-2


GAME 5


NEXT

Belze  Gragas

Deamon Lee Sin

Matt Viktor

Sketch Ashe

Brizz Malzhar


GES

abesent Irelia

Clap Kha Zix

Tsuzume Karma

Sebla Caitlyn

UK Lulu


Nel game decisivo i GES decidono di prendere una pagina dal manuale degli SKT draftando Karma e Lulu per rendere l’ADC dio in terra ma dimenticano di draftare un vero Hyper carry come Twitch o Kog’Maw rendendo il tutto molto più difficile da eseguire; i Next optano per una all in engage/pick comp simile a quella usata dai Ges nel game due della serie.

Il game si apre in maniera simile a quello precedente con i GES che ottengono un leggero vantaggio ma, questa volta, riescono a sfruttare meglio la mappa impostando il siege con Caitlyn riuscendo in questo modo a demolire tutte le T1 dei Next nel giro di pochi minuti.

Nonostante queste vittorie iniziali i GES non sembrano in grado di gruppare permettendo ai NEXT di ottenere dei facili pick che li riportano in game e rallentando drasticamente il gameplan del Genoa.

I Next riescono a stallare ma sono coscienti di avere un timer prima che l’ADC dei GES raggiunga la massa critica ed è intorno ai 25 minuti che i Next riescono ad ingaggiare ed obliterare i GES davanti al pit di drago riportando in parità il contatore dei gold.

Grazie alle kill ottenute dal fight precedente il Viktor di Dr Matt diventa una forza inarrestabile ed è grazie alla sua possanza che i NEXT riescono a chiudere il game diventando così i campioni della IGL. 3-2 Next Gaming.


MVP DELLE FINALI: NXG Sketch


PAGELLONI FINALI:


NEXT GAMING

Belze  6.5 : un voto basso per Belze che è l’unico ad aver realmente sofferto la fase di linea e non mi è sembrato avere l’impatto che ricordavo dai tempi in cui era sotto la mia ala negli Atrax

Deamon 7.5 : avrei voluto dare un voto più alto ma la sua overagression mi costringe a volare basso ma, nonsotante quello, le sue azioni hanno portato il suo team alla vittoria grazie alla ottime rotazioni nell’early game

Matt 8.5 : solo buone partite per questo giocatore che ha dimostrato pienamente il suo valore carryando quasi da solo la sua squadra nell’ultimo game della serie e che manca di poco il titolo di MVP

Sketch 9 : MVP della serie grazie al suo positioning perfetto e alla sicurezza con cui si destreggiava nelle fight e dominava la bot lane

Brizz 8 : performance ottima ed a tutto tondo per questo giocatore che riusciva ad essere al posto giusto al momento giusto

GENOA ESPORTS

Absent 8 : ottima performance per quello che, secondo molti, è il miglior top laner italiano sempre utile in fight e non ha mai sofferto la linea

Clap 7.5 : anche Clap come il suo top laner ha mentenuto alto il suo nome con l’unica nota nel game 3 dove non è riuscito ad avere un buon impatto sulla partita

Tsuzume 7 : un mid laner che fa il suo dovere ma non spicca e sembra che necessiti del suo team per creare azioni ma nonostante tutto una performance rispettabile

Sebla & UK 6: una bot lane straniera che non convince e si trova sempre a subire la combinazione italiana schierata dai loro avversari, inoltre ho avuto l’impressione che Sebla non riuscisse ad infliggere il massimo dei danni durante i fight come se avesse paura di committarsi troppo o non fosse confidente nella sua abilità di stutter steppare.


Onore al team dei Next Gaming che si dimostra ancora una volta uno dei Signori di questo gioco in Italia, fino a che punto sono arrivati? Dovremo aspettare qualche mese per vederli affrontare i loro acerrimi rivali del Team Forge. I GES si presentano con un team sicuramente molto buono che forse ha ancora bisogno di lavorare su alcuni aspetti del loro macro game.

Un plauso finale allo staff di Maurizio Ragno e Dario Trovato che hanno organizzato un evento strepitoso!


Potete supportare i Next Gaming qui

Potete supportare i GES qui

Potete supportare l’Italian Gaming League qui