Home League of Legends Oggetti “anti-scudo” ed altri cambiamenti in arrivo su League of Legends?

Oggetti “anti-scudo” ed altri cambiamenti in arrivo su League of Legends?

È ormai da tempo che la categoria dei support è dominata da campioni in grado di fornire scudi, come la più che presente Lulu o l’intramontabile Janna, per questo gli sviluppatori di Riot Games hanno annunciato di avere in cantiere degli strumenti per contrastare non solo questi champions, ma anche i vari oggetti che permettono di avere grandi quantità di scudi.

Nel forum ufficiale di League of Legends North AmericaMeddler ha menzionato dei veri e propri oggetti anti-scudi che non avranno l’obiettivo di eliminare istantaneamente gli scudi, bensì permetteranno di avere danni maggiorati contro campioni su cui essi sono stati utilizzati, citando l’esempio dello sviluppatore:
“Infligge X danni quando Y (ad esempio un autoattacco o il lancio di un’abilità) accade, i danni vengono raddoppiati contro gli scudi”
 
Inoltre ha specificato che preferirebbero creare oggetti con questa caratteristica piuttosto che rune o abilità dei campioni in modo da poter decidere in modo situazionale quando vi è la necessità di tali items, invece di dover decidere prima dell’inizio del match se adottare o meno questistrumenti.


 
Oltre alla creazione di nuovi oggetti, gli sviluppatori stanno pensando anche a cambiamenti di quelli già presenti che potrebbero arrivare con la patch 7.19 andiamo a vederli:
– Pegno di Sterak: un buff che potrebbe essere categorizzato in base al tipo di campione, cioè se è ranged (a distanza) melee (da vicino), la stessa meccanica presente nella linea di oggetti del Volto della Montagna (cioè la sua passiva che permette di giustiziare minion che hanno meno di vita, che funziona esclusivamente con attacchi base melee) oppure come la vecchia versione della maestria Spada a Doppio Taglio (“Infliggi il 2% dei danni in più e subisci l’1% dei danni in più” nel caso dei campioni melee e “Infliggi e subisci l’1,5% dei danni in più” nel caso dei campioni ranged);
– Araldo di Zeke: un buff ancora da definire;
– Lastrapietra del Gargoyle: è in studio per capire se è un oggetto troppo desiderato dalla categoria dei fighters (ad esempio Darius Warwick);
– Gloria del giusto: è in studio per capire se è troppo forte quando viene acquistata nelle prime fasi di gioco (specialmente da campioni come Volibear Cho’Gath);
– Incensiere Ardente: un nerf, probabilmente attraverso la rimozione di una delle sue passive ed un lieve buff delle due rimanenti (sarà comunque un nerf).


Infine, insieme ai cambiamenti agli oggetti, potrebbero anche arrivare delle modifiche ai kit dei campioni:
– Malphite: buff, un aumento significativo dell’armatura quando lo scudo della sua passiva è attivo ed altri miglioramenti al suo kit;
– Aatrox: buff, la seconda metà della sua abilità Volo Oscuro (Q) non sarà più interrompibile e stanno pensando ad ulteriori buff;
– Vayne: qualche cambiamento ma complessivamente un buff, la percentuale di danno iniziale di Dardi d’Argento(W) verrà diminuita e la sua Capriola (Q) non potrà più crittare ma saranno aumentati la percentuale di AD di quest’ultima skill, il danno minimo di Dardi d’Argento e la durata ultimate Ora Finale (R).

Oltre a questi campioni i Rioters stanno tenendo conto anche di Udyr, cosa ne pensate? Siete d’accordo con questi cambiamenti?


Autore: Federico “Felpato” Cattini


 

Articolo precedenteSorteggio gruppi play-in e group stage: una rapida analisi
Articolo successivoOnline i biglietti virtuali per il Blizzcon
Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della Follia.