Home League of Legends Esports Superguida Mondiali di League of Legends 2017

Superguida Mondiali di League of Legends 2017

Ebbene sì evocatori, anche quest’anno siamo arrivati al momento più emozionante avvincente della stagione del nostro amato MOBA: il Campionato Mondiale 2017 di League of Legends!

L’eccitazione nell’aria è palpabile così come lo è la tensione che attanaglia i giocatori dei nostri team preferiti, saranno 24 le squadre venute da tutte il mondo che parteciperanno al grande evento, ma quale prevarrà? Vedremo di nuovo sul podio i pluripremiati koreani degli SKT T1? Riusciranno i team emergenti come i nostri Misfits a spodestarli? Sarà sicuramente un mondiale ricco di sorprese!

Ma ora basta con le congetture, passiamo ai fatti:

prima di illustrarvi la struttura ed i partecipanti di questo mondiale ci sono delle premesse da fare. Innanzitutto l’intero torneo si svolgerà utilizzando la patch 7.18, che ovviamente è stata pensata proprio per questa occasione, con piccoli cambiamenti miranti soprattutto al mondo dei professionisti, in modo da rendere ogni partita il più competitiva possibile e per dare la possibilità di ampliare la varietà di pick per ogni ruolo; inoltre esso si svolgerà non in un solo luogo, bensì in varie località della Cina!

Ma non sono solo questi i cambiamenti di quest’anno, infatti nello scorso mondiale a partecipare erano 16 squadre, quindi per gestire la maggiore mole di partecipanti è stata aggiunta una nuova fase che vi illustrerò insieme al resto della struttura del torneo:

La struttura

Come vi ho già anticipato, le squadre a gareggiare per il massimo titolo mondiale sono ben 24, tuttavia, per questo motivo quest’anno è stato di vitale importanza inserire una nuova fase al torneo, arrivando a contare fasi invece di 2, infatti è presente una suddivisione dei team; 12 di questi sono passati direttamente alla seconda fase, mentre il resto dovrà andare in ordine ed iniziare dalla prima, esaminiamo individualmente ognuna di esse:

Prima fase: Qualificazioni

Le qualificazioni si terranno dal 23 al 26 settembre e nei giorni 28 e 29 dello stesso mese a Wuhan (Cina) e sono la parte appena antecedente al torneo, ad esse accederanno le seguenti squadre:

– Prima classificata del Brasile, ossia il Team oNe eSports;
– Prima classificata degli stati membri del Commonwealth, ossia i Gambit Esports;
– Prima classificata del Giappone, ossia i Rampage;
– Prima classificata dell’America Latina del Nord, ossia Lyon Gaming;
– Prima classificata dell’America Latina del Sud, ossia i Kaos Latin Gamers;
– Prima classificata dell’Oceania, ossia i Dire Wolves;
– Prima classificata della Turchia, ossia i 1907 Fenerbahçe Espor;
– Seconda classificata del Sud-Est Asiatico, ossia gli Young Generation;
– Terza classificata della Cina, ossia il TeamWE;
– Terza classificata dell’Europa, ossia i Fnatic;
– Terza classificata dell’America del Nord, ossia i Cloud9;
– Terza classificata della League of Legends Masters Series, ossia gli Honk Hong Attitude.
Esse, come si può notare dall’immagine sovrastantesono state divise in 4 gironi (ognuno formato da team) che si svilupperanno con un doppio girone all’italiana a scontro diretto, quindi ciascuna squadra si batterà con ognuna delle altre per due volte (definibili andata ritorno).
La divisione dei gruppi è la seguente:
Al termine degli scontri diretti, i primi due team di ogni girone verranno abbinati in modo casuale in modo da ottenere gruppi composti da 2 team, in ogni gruppo prevarrà esclusivamente 1 team, deciso secondo il modello al meglio delle 5 (o Bo5Best of Five).
4 team che avranno avuto la meglio nelle Bo5 accederanno in questo modo alla fase successiva, dove incontreranno i 12 team che sono passati direttamente alla Fase a Gironi!

Seconda fase: Fase a Gironi

Composta da un totale di 16 squadre, la Fase a Gironi ci porta finalmente al vero e proprio inizio del torneo! Si svolgerà dal all’e dal 12 al 15 ottobre nel medesimo luogo delle qualificazioni. Oltre ai 4 team arrivati da quest’ultime, saranno presenti i seguenti 12 team:
– Le prime 3 classificate della Corea, cioè i Longzhu Gaming, gli SK Telecom T1 ed i Samsung Galaxy;
– Le prime 2 classificate dell’Europa, cioè i G2 ed i Misfits;
– Le prime 2 classificate del Nord America, cioè i Team SoloMid (TSM) e gli Immortals;
– Le prime 2 classificate della Cina, cioè gli Edward Gaming ed i Royal Never Give Up;
– Le prime 2 classificate della League of Legends Masters Series cioè i Flash Wolves e gli AHQ e-Sports Club;
– La prima classificata del Sud-Est Asiatico, cioè i GigaByte Marines.
Il modus operandi di questi gironi è pressoché lo stesso delle qualificazioni, difatti le 16 squadre saranno divise in 4 gironi, ovviamente ognuno costituito da 4 squadre; anche in questo caso i vincitori saranno 2 per ogni gruppo, in questo modo rimarranno solamente 8 team.
Dopodiché questi ultimi dovranno prepararsi alla fase finale del Mondiale!

Terza fase: Eliminatorie

Sarà proprio questo l’inizio della fine, l’Eliminatoria verrà combattuta dall’elite formata dalle 8 squadre più virtuose di tutto il mondo.
La prima parte di questa fase, cioè i quarti di finale, avrà luogo al Guangzhou Gymnasium dal 19 al 22 ottobre; successivamente le 4 squadre vincitrici passeranno alle semifinali allo Shanghai Oriental Sports Center e si fronteggeranno i giorni 28 e 29 ottobre. E finalmente, il 4 novembre allo Stadio Nazionale di Pechino (inaugurato nel 2008, è lo stadio più grande della Cina ed ha ospitato non solo i Giochi Olimpici, ma anche varie Supercoppe italiane, il che ci fa capire quanto il mondo degli eSports stia crescendo) le ultime 2 squadre gareggeranno per trionfare su tutte le altre ed entrare nella storia degli eSports come i campioni del Mondiale 2017 di League of Legends.
Ognuna di queste partite sarà senza pietà, inizialmente i team verranno suddivisi in gruppi da 2 ed ogni Bo5 sarà ad eliminazione diretta!

I team partecipanti

Ora che è stata definita la struttura del Mondiale è d’obbligo spendere qualche parola su ognuno dei 12 team già qualificati.
Procederemo secondo l’ordine dell’immagine sovrastante analizzando le loro esperienze ed i loro roaster, quindi iniziamo dagli LCK:
LCK – Longzhu Gaming

In assoluto la più grande rivelazione coreana degli ultimi tempi, tant’è che vengono ormai soprannominati Incredible Miracle (ossia Miracolo Incredibile) grazie alla loro fantastica voglia di ribalta, infatti nello Split Primaverile degli LCK hanno ottenuto solamente la settima posizione, ma nell’ultimo Split Estivo sono riusciti non solo a sconfiggere i formidabili SKT T1 durante le finali con un netto 3-1, ma grazie a questa vittoria sono riusciti a classificarsi in prima posizione, che abbiano tutte le carte in regola per schiacciare i propri avversari e porsi sopra tutti gli altri?

TopLaner – Dongha “Khan” Kim

Non ama giocare tank, anzi, spesso si rifiuta di farlo; è entrato a far parte del team proprio durante lo Split Estivo, nel maggio dell’attuale anno.
Nonostante sia un giocatore molto aggressivo riesce a fare in modo che le sue azioni non abbiano ripercussioni sulla partita. E’ riuscito a distinguersi durante la serie contro gli SKT T1 grazie a due tra i suoi campioni preferiti: Jayce e Jax.

Jungler – Lee “Cuzz” Woo-jin
Giovanissimo, in precedenza è stato solamente un sostituto ma nell’ultimo periodo è stato inserito nel roaster primario ed è riuscito subito a distinguersi grazie alle sue ottime meccaniche e statistiche con campioni come Elise, Gragas Sejuani.
MidLaner – Kwak “BDD” Bo-seong
Anche lui tra i più giovani del team, ne è entrato a far parte nel dicembre del 2016 ed è riuscito a sopraffare Faker durante l’ultima finale split estivo grazie alla sua incredibile Taliyah, che sia BDD la chiave per la vittoria

ADC – Kim “PraY” Jong-in
Ormai un veterano del competitive, anche lui entrato a far parte del team nel dicembre 2016, ha fatto parte anche dei ROX Tigers ed è probabilmente nella top mondiale degli ADC, questo grazie alle sue meccaniche con campioni come Kalista Xayah.

Support – Kang “GorillA” Beom-hyeon
Compagno di PraY ormai dal 2014, quando entrambi facevano parte dei ROX Tigers, si trova in perfetta sintonia e riesce ad equilibrare la sua aggressività con quella del compagno per creare una combo decisamente imponente, conosciuto per la sua Janna ed il suo Thresh.

LCK – SKT T1
Non hanno bisogno di presentazioni, vincitori di innumerevoli premi, tra cui ben 3 Campionati Mondiali, hanno letteralmente scritto la storia degli eSports. Tuttavia nell’ultimo Summer Split sono riusciti ad ottenere solamente la seconda posizione a causa della cocente sconfitta contro gli emergenti Longzhu Gaming, potrebbe considerarsi l’inizio del loro declino? Molto improbabile, ma sicuramente hanno trovato pane per i loro denti. Riusciranno ad uscire nuovamente vincitori? 

TopLaner – Seung “Huni” Hoon Heo
Un giocatore molto controverso, da molti criticato per aver lasciato i Fnatic nel lontano 2015. Sicuramente non nella sua forma migliore, infatti nelle sue ultime partite non è quasi mai riuscito ad essere decisivo.

Jungler – Han “Peanut” Wang-ho
Entrato nel team durante il novembre del 2016, negli ultimi match la sua presenza ha avuto degli alti e dei bassi, ma durante l’ultimo Split ha dimostrato di saper padroneggiare Elise in modo eccelso.

MidLaner – Lee “Faker” Sang-hyeok
La colonna portante del team, è impossibile trovare un giocatore che non lo conosca; da moltissimi è considerato il giocatore migliore del mondo, ma come dargli torto? E’ vero, nell’ultima serie non ha brillato come di solito fa, ma questo non ha fatto che aumentare la sua sete di sangue. Ricordato anche per un suo fantastico 1v1 con Zed, che lo ha fatto riconoscere come meccanicamente irraggiungibile, ha dimostrato le sue immense skills anche con Cassiopeia Tayiah, ma il suo parco campioni è più che esteso.

ADC – Bae “Bang” Jun-sik
Il secondo giocatore più anziano del team, ne entrò a far parte nel lontanissimo 2013; la sua pentakill con Corki durante il Summer Split del 2015 contro i KOO Tigers è tra gli eventi che gli appassionati non dimenticheranno mai. Praticamente un maestro di Kalista, ma ultimamente ha preferito adattarsi al meta e passare a campioni quali Tristana Xayah.

Support – Lee “Wolf” Jae-wan
Compagno storico di Bang, è entrato nel team proprio insieme a lui. La loro coordinazione non ha quasi counter, sarà dura per gli avversari affrontare dei tali colossi; predilige support tank come Thresh Tahm Kench, ma ha dimostrato di sapere portare la differenza anche con altri support come Lulu o Karma.
 
LCK – Samsung Galaxy

Team erede dei vecchi Samsung Galaxy White (a loro volta derivati dagli MVP Ozone) che hanno portato a casa il Mondiale 2014, dei quali tuttavia conservano esclusivamente parte del nome e degli sponsor, infatti ormai il roaster è stato completamente rinnovato. Nella loro ultima World Championiship si sono ritrovati faccia a faccia con gli SKT T1 durante la finale, dove hanno incontrato l’eliminazione. Saranno in grado questa volta di redimersi e di seguire le orme dei loro predecessori?

TopLaner – Lee “CuVee” Seong-jin
E’ entrato nel team fin dal 2014, ha partecipato allo scorso Mondiale dove durante la finale è riuscito a mostrare i denti con un’ottima Poppy ed a mostrare in modo incerto il proprio Kennen, nonostante la sua performance sia stata positiva nel complesso, non è riuscito a far portare a casa la serie al proprio team.

Jungler – Kang “Ambition” Chan-yong
Probabilmente in uno dei suoi migliori periodi, ha dimostrato di saper sfruttare campioni come Gragas Rek’Sai per portare utilità al proprio team. Nella finale contro gli SKT T1 ha effettuato un magistrale steal dell’Elder Dragon che ha dato nuovamente speranza al proprio team e che, di fatto, ha portato alla vittoria di quel match.

MidLaner – Lee “Crown” Min-ho
Uno dei MidLaners dalla champion pool più ampia, nonostante sia un ottimo giocatore di Zed ha preferito migliorarsi su altri champions ed ha dimostrato di avere avuto successo: ha un ottimo controllo dell’andamento del gioco specialmente con Syndra e Orianna.

ADC – Park “Ruler” Jae-hyuk
Riesce ad adattarsi al meta in modo impressionante, non ha problemi a giocare nessun ADC, tuttavia non sempre riesce a spiccare sopra agli altri players; infatti punta maggiormente a tiratori in grado di portare utility al proprio team, come Ashe o Varus, ultimamente sta approfondendo anche altri campioni quali Twitch Caitlyn.

Support – Jo “Core JJ” Yong-in
Inizialmente relegato al ruolo di ADC, ma con l’arrivo di Ruler nel 2016 ha cambiato ruolo sostituendo l’ex support Wraith. Nonostante non fosse il suo ruolo iniziale ha dimostrato di essere in grado di giocare comunque positivamente, predilige campioni tank come BraumThresh o Tahm Kench ma padroneggia anche utility supports come Lulu Bard.
 
LPL – Edward Gaming
Nati nel 2014 sono riusciti immediatamente a porsi in rilievo in tutto il paese; si sono qualificati in prima posizione ai Summer Playoffs dell’LPL guadagnandosi così il diritto di accede ai campionati mondiali. Nel precedente sono stati sopraffatti nelle semifinali dai ROX Tigers, non riuscendo ancora una volta ad aggiudicarsi il torneo, d’altronde sono riusciti a prevalere in vari altri premi, ad esempio vincendo per 5 volte consecutive l’ambita Demacia Cup.

TopLaner – Chen “Mouse” Yu-Hao
Durante la finale dello scorso torneo mondiale partecipò solamente come sostituto a causa di problemi familiari, infatti nella partita dell’esclusione la TopLane era stata assegnata a Koro1. In precedenza fu il support del team, ma la bassa sinergia con il proprio carry lo porto a passare proprio ai sostituti. Con il declino di Koro1 gli fu assegnato il ruolo di TopLaner, ma il suo passato da support ha comunque condizionato il suo modo di giocare, infatti il suo obiettivo è portare utilità mediante campioni come Shen o Maokai.

Jungler – Ming “Clearlove7” Kai
Jungler fin dalla prima season, considerato il migliore fino alla seconda metà della Season 2, è ormai un simbolo per Cina la sua esperienza è quasi impareggiabile. E’ un giocatore assiduo di campioni tank, la sua ultima partita contro i Royal Never Give Up ha evidenziato la sua letalità anche con essi, lo dimostra il grandioso score eseguito con la sua Sejuani, è conosciuto anche come un grande giocatore di Rammus Malphite.

MidLaner – Lee “Scout” Ye-chan
Precedentemente un giocatore degli SKT T1, nel 2016 è passato agli Edward Gaming come sostituto ma è subito riuscito ad entrare nel team principale al posto di PawN, questo perché la sua crescita da giocatore professionale lo ha portato ad essere la scelta più affidabile. In origine era un giocatore di assassini, attualmente predilige maghi come LeBlanc ma è in grado di padroneggiare Lucian in maniera strepitosa.

ADC – Hu “iBoy” Xianzhao
Recentissimo acquisto del team, la sua prima dimostrazione di abilità è stata durante i Playoff che gli hanno permesso di accedere a questo mondiale, vincendo contro i Royal Never Give Up. Preferisce puntare al danno piuttosto che all’utilità mediante pick come Tristana Twitch.

Support – Tian “meiko” Ye
Subito dopo la sua entrata nel team del 2015 è riuscito a portare a casa una Demacia Cup e questo, insieme a tutti i suoi successi, lo ha fatto diventare una delle colonne portanti del team. Le sue recenti partite con Alistar in contrasto del nuovo “Ardent Censer meta” lo portano a distinguersi dalla massa.
LPL – Royal Never Give Up
Uno dei team più recenti dell’attuale scena competitiva, fondato nel 2015 ha brillato maggiormente durante lo Split Primaverile del 2016; hanno avuto una piccola ricaduta nello Split Estivo dello stesso anno ma sono comunque riusciti  a strappare il ad ottenere la qualifica per il Mondiale 2016 arrivando fino ai quarti di finale dove, per loro immensa sfortunasono diventati cibo per gli SKT T1. Quest’anno stanno ottenendo un’ampia serie di vittorie, non riuscendo comunque ad arrivare al primo posto a causa della sconfitta con gli Edward Gaming.
TopLaner – Yan “LetMe” Jun Ze
Giocò per un anno con i Royal Never Give Up dal maggio 2015, in seguito fu trasferito agli Star Horn Royal Club per poi essere portato nuovamente alprimo team a causa dell’uscita di Looper dal team. Notato fin da subito per la sua capacità di catturare i nemici fuori posizione e per le sue giocate centrate sull’utilizzo del Teletrasporto; nonostante la sua indole gioca spesso campioni tank come Cho’Gath o Jarvan IV.

Jungler – Liu “mlxg” Shi Yu
Un vero e proprio snowballer, nel 2014 ha portato il Team King agli LPL ad una velocità impressionante subito dopo la sua aggiunta al roaster. Nel 2015 ricevette un’offerta dagli RNG che non rifiutò, la sua scia di successi non fece altro che ampliarsi anche grazie alla sua immensa champion pool costituita principalmente da jungler orientati al danno come Nidalee, ma con il cambio del meta è passato a campioni con più utility tankyness come Gragas o Rek’Sai.

MidLaner – Li “Xiaohu” Yuan Hao
Cresciuto professionalmente con questo team, ne è diventato uno dei cardini dopo essere passato dall’essere un giocatore solitario ed orgoglioso ad un perfetto team playerquest’anno è stato di vitale importanza per la conquista della Demacia Cup. I suoi campioni più giocati sono Lucian e Orianna, ma il suo esteso parco campioni include anche altri champion come Syndra, LeBlanc e Taliyah.

ADC – Jian “Uzi” Zi-Hao
Entrato nel roaster lo scorso anno, tuttavia aveva già fatto parte del primo team Royal Club nel 2012, all’età di soli 15 anni! La sua attitudine gli ha sempre permesso di fronteggiare avversari di alto livello in modo calmo e distaccato in modo da avere un’ampia visione delle partite, inoltre è anche considerato uno dei migliori giocatori in corsia. Il suo ADC prediletto è Vayne, ma non ha problemi di utilizzo con nessuno degli altri.

Support – Shi “Ming” Sen Ming
Anche lui è recentemente entrato nel team ed ha stabilito quasi immediatamente un grande legame con Uzi, infatti quando gioca con quest’ultimo riesce a dare veramente il meglio grazie alla loro confidenza. Conosciuto per i suoi support miranti al danno come Karma, anche lui ha dovuto adattarsi al meta per aggiungere alla sua pool campioni tank quali Tahm Kench e Braum.
LCS – G2
L’indiscusso team più forte d’Europa, fondato nel 2014 ha dominato la scena europea di quest’anno in modo magistrale. La loro più recente dimostrazione di forza è avvenuta alla finale del Playoff Estivo contro i Misfits tramite un nettissimo 3-0 che ha garantito la prima posizione e l’accesso alla World Championship ai G2; le voci sulla loro forza avranno ormai raggiunto tutto il globo, anche grazie alle modifiche del roaster avvenute nello scorso anno. Sembrano avere tutti i requisiti necessari per combattere alla pari con i più grandi colossi, ma riusciranno a farli crollare?

TopLaner – Ki “Expect” Dae-Han
Apparso praticamente dal nulla, nel 2016 fu la scelta del team (era già presente come secondo TopLaner) per la sostituzione di Kikis che si è poi trasferito ai Fnatic. Nello stesso anno della sua entrata durante la finale dello Split Estivo si distinse particolarmente per una pentakill effettuata contro gli Splyce utilizzando Gangplankfattore che porto alla sconfitta di questi ultimi.

Jungler – Kim “Trick” Gang-Yun
Multipremiato e con tantissima esperienza, entrato nel team nel 2015 mostrò veramente la sua forza nel 2016 quando venne premiato con il titolo di MVP (Most Valuable Player). Le sue statistiche con Kha’Zix sono strabilianti, nonostante l’imponente presenza dei tank in varie corsie, riesce comunque a dimostrare il proprio valore in ogni situazione.

MidLaner – Luka “PerkZ” Perković
Nonostante la sua giovanissima età è l’unico giocatore della Croazia ad essere negli LCS, il suo stile di gioco aggressivo porta spesso i suoi frutti, è in continuo miglioramento ma è importante che non si monti la testa a prescindere dalle vittorie che ha conseguito con il suo team. La sua champion pool è abbastanza ampia, ma ha comunque problemi con campioni come Taliyah e Lucian, con i quali non riesce a dare il meglio.

ADC – Jesper “Zven” Svenningsen
Entrato negli LCS nel 2015 e nei G2 nel 2016 ha partecipato da ogni campionato mondiale e finale degli LCS fin dalla sua entrata. Ha una eccellente padronanza di ogni ADC presente ad oggi in League of Legends, un giocatore veramente competitivo e giovane, spicca particolarmente nelle partite in cui utilizza Kalista Twitch.
Ah sì e… Ama il kebab.

Support – Alfonso “Mithy” Aguirre Rodriguez
Insieme al suo ADC forma una delle BotLane europee migliori, proprio come Zven è arrivato in ogni finale degli LCS e campionato mondiale corrispondenti agli Split a cui ha partecipato; durante gli LCS Estivi ha ottenuto il premio MVP grazie al suo contributo per ottenere la vittoria. Ama giocare support tank, infatti usa prevalentemente questi ultimi, tra i quali Thresh, Tahm Kench, Alistar Braum.
LCS – Misfits
Fondati appena lo scorso anno, in breve hanno subito un’enorme crescita partendo dalla Premiership inglese per poi passare dalla Challenger Series ed arrivare, infine, agli LCS europei; nella loro seconda tappa sono riusciti a vincere ogni partita meno che una, proprio contro i nostri Team Forge. In sostanza questo incredibile team è riuscito in un anno ad arrivare fino al traguardo dei Mondiali, tuttavia è proprio questo il loro probabile punto debole: l’esperienza, ed è probabilmente per questo che durante i cambiamenti al roaster hanno incluso anche giocatori già affermati come PowerOfEvil e Maxlore, ma basteranno questi players a dimostrare una maturità sufficiente ed adatta ad un mondiale?

TopLaner – Barney “Alphari” Morris
Giocatore relativamente nuovo nella scena competitiva, infatti ha iniziato la sua carriera nel 2015 e nel 2016 gli occhi dei Misfits sono subito stati puntati su di lui, questi ultimi sono sicuramente stati ricompensati per la loro lunga vista a giudicare dai risultati ottenuti da Alphari. Da il meglio con campioni in grado di ingaggiare in modo netto, ad esempio Jarvan IV Gnar.

Jungler – Nubar “Maxlore” Sarafian
Fa parte del team da soli 4 mesi, infatti vi è entrato proprio questo maggio mentre i Misfits si preparavano a rinnovare il roaster in occasione degli LCS estivi. E’ presente nella scena europea solamente da un paio di anni, ma le sue abilità lo hanno già portato a far parte di altri team importanti come i Giants ed i Roccat, ha sempre amato campioni come Lee Sin e Rengar, ma ultimamente si è fatto tentare dal meta dei tank, infatti sta utilizzando sempre più spesso altri champions come Zac.

MidLaner – Tristan “PowerOfEvil” Schrage
Ha cominciato a farsi un nome durante il periodo tra il 2014 ed il 2015 negli Unicorns of Love ed è proprio con loro che le sue skills sono cresciute esponenzialmente, non sempre riusciva ad essere decisivo, ma le partite nelle quali ha giocato in modo riprovevole sono pressoché nulle; nell’anno successivo è entrato negli Origen. E’ riuscito ad avere la meglio anche su altri grandi MidLaners come Bjergsen grazie ai suoi campioni, quali LeBlancCassiopeia e soprattutto Orianna, con la quale è riuscito ad ottenere una pentakill contro i Gambit Gaming.

ADC – Steven “Hans sama” Liv
Classe 1999, ha iniziato a giocare durante la Season 1 ed a soli 14 anni ha raggiunto il grado Challenger ed è riuscito ad eseguire una pentakill proprio contro gli Unicorns of Loveformer team di PowerOfEvil. Non è la star della squadra avendo i suoi alti e bassi, ma riesce spesso ad essere utile mirando su campioni come Varus Xayah.

Support – Lee “IgNar” Dong-geun
Tra i support più aggressivi della Championship, questo a volte lo ha portato ad effettuare pick particolari come Malzahar; anche lui, come Alphari, è appassionato di campioni capaci di ingaggiare ed infatti predilige RakanThresh e Blitzcrack.
 
NA LCS – Team SoloMid

Ognuno di voi lettori ne ha sicuramente sentito parlare almeno una volta nella propria vita,i TSM sono un team storico dell’intero quadro competitivo, vennero fondati nel 2011 e da allora hanno partecipato ad ogni World Championship, esatto, per ben 7 volte; inoltre hanno partecipato ad ogni finale degli LCS del Nord America. L’intero roaster si basa sulle antiche glorie del team: Bjergsen e Doublelift che hanno fatto un ottimo lavoro nella finale dei Playoff contro gli Immortals. Nonostante questo non sono mai riusciti a vincere un mondiale, che sia questo l’anno in cui avranno più fortuna?

TopLaner – Kevin “Hauntzer” Yarnell 

Giocatore incredibilmente versatile e vario, in origine era un MidLaner ma questo non gli ha negato la possibilità di cambiare ruolo ed essere comunque efficiente sotto tutti i punti di vista. Non ha limiti neanche per quanto riguarda il tipo di campione da utilizzare, può adattarsi ad ogni team comp proprio per questo, infatti dimostra la sua forza sia con tank come Cho’Gath che con carry come Camille.

Jungler – Dennis “Svenskeren” Johnsen
Molto aggressivo, tende ad invadere la giungla avversaria durante l’early game, soprattutto per cercare il duello con il Jungler avversario; durante i Playoffs non ha perso neanche una partita con Gragas su 6 giocate. E’ uno dei pochi giocatori in grado di far brillare campioni non in meta come Nunu o Lee Sin senza problemi.

MidLaner – Søren “Bjergsen” Bjerg
La vera stella del team, è nella scena competitiva da prima del 2012 ma ha trascorso gli ultimi 4 anni proprio con i TSM, con i quali riesce a dare veramente il meglio, nell’ultimo Split estivo è stato premiato come MVP.  Da molti è visto come il Faker americano grazie alla sua constatata abilità con Zed. Ama giocare CassiopeiaSyndra e Orianna, con le ultime due è riuscito ad eseguire una pentakill.

ADC – Yiliang “Doublelift” Peng
Non ha mai avuto molta fortuna nelle competizioni mondiali ed è proprio per questo che ha spesso pensato di appendere i guanti al chiodo, ma ora è qui ed è affamato di vittoria anche più del suo compagno Bjergsen. E’ il giocatore competitivo con più pentakill eseguito, per la precisione sono ben 10, questo deriva dalla sua natura incline all’utilizzo di hypercarry come Kog’Maw Jinx.

Support – Vincent “Biofrost” Wan
L’ultimo acquisto del roaster principale dei TSM, entrato nel 2016 riesce a bilanciare il suo intero team che di solito punta a delle giocate prevalentemente aggressive. Questa sua peculiarità lo porta ad essere un ottimo support per Doublelift con il quale trova una buona sinergia soprattutto nell’engage mediante i suoi Alistar o Rakan.
NA LCS – Immortals

Nati nel 2015 con l’acquisizione del vecchio Team 8 e guadagnandone il posto nello Split primaverile del 2016 si presentarono subito come un team altamente competitivo che già da allora cominciò a puntare in alto. Infatti già nel loro roaster iniziale erano presenti dei grandi nomiHuniWildTurtlePobelter (presente anche attualmente), Reignover e Adrian, delle grandi premesse per un team così giovane e di fatto ottennero il primo posto negli LCS Spring. Mentre nei Playoff appena avvenuti sono stati frenati dai precedentemente nominati TSM, ma non per questo si sono demoralizzati, nonostante i cambiamenti del roaster sono più che qualificati ad ambire al titolo mondiale.

TopLaner – Lee “Flame” Ho-Jong

Attualmente nel bel mezzo del suo periodo d’oro, ha un’esperienza quinquennale ed è entrato nel team appena lo scorso anno ed ha dovuto effettuare dei cambiamenti sul suo playstyle proprio per il cambio del contesto. Inizialmente è stato un player molto individuale, tant’è che la sua abilità nel farming lo portava spesso a svariati CS al di sopra del laner avversario, attualmente punta più al teamwork attraverso l’utilizzo di campioni come Shen o Gnar.

Jungler – Jake “Xmithie” Puchero
Ha preso parte a ben 4 World Championship ed è entrato a far parte degli Immortals durante questo maggio, negli scorsi anni ha fatto parte dei prestigiosi Counter-Logic Gaming che hanno partecipato ai mondiali dello scorso anno. La sua punta di diamante è Gragas, con il quale sta ottenendo ottimi risultati; nella serie contro i TSM ha utilizzato Sejuani e Jarvan IV, ma si è mostrato titubante e non è riuscito a dare il meglio.

MidLaner – Eugene “Pobelter” Park
Anche lui è stato membro dei CLG, soprannominato l’uomo dal QI di 200. Spesso nei team in cui ha giocato è stato sotto pressione a causa della sua importanza, infatti il playstyle generale veniva incentrato su di lui tenendo meno conto degli altri carry, attualmente ha perso questa pressione e questo non ha fatto che giovare alla sua situazione; gioca principalmente maghi come Cassiopeia o Orianna, ma ha preso anche in considerazione altri tipi di pick come Corki.

ADC – Li “Cody Sun” Yu Sun
Ha iniziato la sua carriera negli LCS proprio con gli Immortals, negli anni precedenti ha fatto parte di vari altri team Challenger come i Frostbite, ma nonostante la sua immediata proiezione in questo mondo, è riuscito a dimostrare il proprio valore. Si dedica principalmente a carry come Tristana Kog’Maw.

Support – Kim “Olleh” Joo-sung
Ha fatto parte di vari team di diverse regioni prima di arrivare dove si trova ora, ne fa parte dal 2016 e la sua attuale BotLane è considerata tra le prime in North America. Durante la stagione regolare ha raggiunto uno score di 10 vittorie ed 1 sconfitta con Bard, ma spesso utilizza support tank come Tahm Kench o Alistar.
LMS – Flash Wolves
Nati nel 2013 sono usciti campioni degli ultimi 4 LMS senza mai incontrare grossi intoppi, l’ultima finale è stata contro gli ahq, che vi presenterò in seguito, che sono stati schiacciati non riuscendo a vincere neanche una partita della serie. Sono attualmente a quota 3 presenze nei campionati mondiali, tuttavia durante lo scorso anno non sono riusciti a passare la fase a gironi a causa di un group particolarmente insidioso data la presenza degli SKT T1. Certo è che durante quest’ultima esperienza non sono riusciti a dare il meglio di loro, questa volta sarà diverso?

TopLaner – Yau “MMD” Li-Hung
La sua carriera non è stata esattamente eccezionale fino a questo momento considerando il fatto che è stato a lungo un sostituto, ma ora che si trova nello starter team può cercare maggiormente di dimostrare le proprie potenzialità. Punta spesso su campioni inclini al danno come Kled Ekko ma non ha difficoltà nel padroneggiare tank come Nautilus.

Jungler – Hung “Karsa” Hau-Hsuan
E’ nel team dal 2015 e possiede uno stile di gioco particolarmente aggressivo, nello scorso giugno è stato sospeso poiché aveva smesso di giocare un match non ancora concluso, sicuramente mostrerà più maturità durante questi mondiali. La sua specialità sono i carry come Kha’Zix e Rengar.

MidLaner – Huang “Maple” Yi-Tang
Il miglior MidLaner degli LMS, ha giocato ben 6 campioni diversi durante la scorsa World Championship, sfortunatamente la sua abilità non è bastata a garantire alla propria squadra il passaggio allo stage successivo. I suoi campioni preferiti sono Syndra e Ryze.

ADC – Lu “Betty” Yuhung
Una delle presenze chiave del team, ne fa parte dal 2016 quando ha sostituito DoubleRedBetty è sicuramente uno dei motivi per i quali i Flash Wolves sono qui quest’anno. Durante lo Split estivo ha ottenuto 10 vittorie e 0 sconfitte con Ashe con un kda di 13,8.

Support – Hu “SwordArt” Shuo-Jie
Il veterano della squadra, è presente nel competitive dal 2012 e da allora ha partecipato a ben 3 campionati mondiali. Parte del merito delle prestazioni del suo compagno Betty va a lui, grazie alla sua abilità nel peeling, quest’ultima consentita dall’utilizzo di support come Karma o Lulu.
LMS – ahq e-Sports Club
Insieme ai Flash Wolves sono gli indiscussi colossi degli LMS, non trovano difficoltà nello sconfiggere nessun altro team al di fuori proprio dei FW, salvo rarissime occasioni. Nati nel 2012 vengo spesso purtroppo visti come gli eterni secondi nonostante la loro esperienza, composta anche da 4 presenza nei mondiali; durante l’ultimo la loro permanenza è stata molto breve ed hanno totalizzato 3 vittorie e 3 sconfitte nonostante la schiacciante vittoria durante i Regional Qualifiers. Riusciranno quest’anno a fare di meglio e ad uscire dall’ombra dei Flash Wolves?

TopLaner – Chen “Ziv” Yi
Entrato nel competitivo come Jungler si è presto spostato sull’attuale ruolo ed ha dimostrato che non è stato assolutamente uno sbaglio: è incontestabile la sua corona come miglior TopLaner degli LMS, fronteggiare i giocatori di tutto il mondo non è una cosa che lo può turbare, le sue abilità glielo permettono. Punta molto al carrying ed a volte si fa tentare dal chasing, i suoi campioni più giocati sono Kled e Camille.

Jungler – Xue “Mountain” Zhao-Hong
Parte dell’organico degli ahq dal 2015 è un Jungler molto particolare: spesso esegue esperimenti durante le partite, per trovare nuovi modi di giocare ma la sua occupazione preferita è, quasi in contraddizione, il peeling (ed in questo troviamo un nickname più che appropriato); ama utilizzare Gragas ed Elise.

MidLaner – Wong “Chawy” Xing Lei
Deve lottare continuamente per rimanere nello starter roaster a causa della bravura dell’attuale sostituto Westdoor, fatto che è accaduto anche durante l’ultimo mondiale durante il qualche ha giocato una partita contro gli Edward Gaming che si è rivelata, infine, una disfatta. Nonostante abbia giocato decisamente meno del suo rivale durante lo Split estivo è riuscito ad entrare nel roaster iniziale per i mondiali grazie alla sua Orianna ed alla sua Karma.

ADC – Chou “AN” Chun-An
Anche lui può essere considerato un giocatore particolare, a volte anche sorprendente per i propri compagni, proprio come Mountain il quale riesce comunque a porre il proprio ADC sotto la sua protezione, ovviamente con l’aiuto di Albis. Predilige campioni in grado di portare una grande quantità di danno nel game, come Jinx Kalista.

Support – Kang “Albis” Chia-Wei
Giocatore fin dalla Season 1, può essere considerato uno dei fondatori degli ahq e come Mountain ha una grande abilità nel proteggere  i propri teammates e salvarli dai loro errori. Nella World Championship 2016 ha mostrato le potenzialità di Bard in modo ottimale, ma la sua champion pool è molto ampia ed è basata, ovviamente, su campioni che puntano al peeling come Janna.

GPL – GigaByte Marines
Team vietnamita fondato nel 2014 che quest’anno ci ha già sbalorditi grazie alla loro performance nel Mid-Season Invitational dove sono riusciti a dare del filo da torcere ad avversari di alto calibro, anche hanno raggiunto solamente la sesta posizione con un totale di 3 vittorie e 7 sconfitte. Di fatto il loro spot nei mondiali non è stato guadagnato con l’MSI, bensì grazie alla prima posizione che hanno ottenuto nel GPL (Garena Premier League) tramite una palese vittoria nella finale contro gli Ascension Gaming conseguendo 3 vittorie e 0 sconfitte nella Bo5Sono un team prevalentemente aggressivo, riusciranno sicuramente a colpire la nostra sfera emotiva grazie alle loro giocate.

TopLaner – 
Minh “Archie” Nhựt Trần 
Giocatore che alterna TopLane e BotLane in base alle situazioni, questo gli è permesso dal fatto che è in grado di padroneggiare ben 4 ruoli. Uno dei componenti con più esperienza della squadra, durante i Worlds della Season 2 porto il suo nome in rilievo grazie alle sue giocate nel ruolo dell’ADC. Utilizza spesso champion che possono portare sia aggressività che protezioni al proprio team, come Kennen o Shen.

Jungler – Đỗ “Levi” Duy Khánh
In precedenza è stato il MidLaner degli SkyRed, entrò nei GigaByte nel 2016 con il suo nuovo ruolo preferito: il Jungler. Il team si rese presto conto che aveva fatto centro, quello che hanno tra le mani è con ogni probabilità il miglior giocatore del suo ruolo nella regione. Il suo parco campioni composto principalmente da Kha’Zix e Graves si adatta perfettamente allo stile di gioco dell’intero team.

MidLaner – Văn “Optimus” Cường Trần
Il miglior MidLaner del Vietnam, nonostante le sue recenti prestazioni non siano state delle migliori il suo titolo non è ancora in vendita,anche se è conosciuto per le sue elevate meccaniche con Orianna ultimamente ha preferito virare le sue scelte su altri pick come Taliyah e LeBlanc.

ADC – Nguyễn “Noway” Vũ Long
Entrato proprio quest’anno nei membri dei Gigabyte Marines, ha avuto un passato negli Ascension Gaming, che proprio nell’ultima finale del GPL è riuscito a sconfiggere.

Support – Phan “Sya” Trung Toàn
E’ tra i giocatori con meno esperienza di questi Worlds, infatti è entrato nella scena competitiva nell’anno attuale ed è stato spesso costretto a lasciare questo ruolo a Archie. Nonostante questo riesce ad essere in sintonia con il suo team.

Uno sguardo al passato

Ora che abbiamo terminato di scrutare cosa ci riserveranno i team qualificati è interessante effettuare un confronto con gli scorsi tornei (mondiali e non) per osservare l’evoluzione della scena degli eSports e carpire quanta importanza e popolarità ha ottenuto questo neonato mondo.
Partendo dalle origini del competitive di League of Legends abbiamo avuto un montepremi di soli 100.000 dollari nel DreamHack Summer del 2011 (visto anche come il Season 1 World Championship), ma considerando la bassa considerazione e diffusione degli eSports in quel periodo è una prize pool di tutto rispetto. Ma la differenza non sta solo nei premi, ricordate dove si è svolto questo torneo? In caso di risposta negativa, vi rinfreschiamo la memoria…
E’ bene ricordare come dei giovani ragazzi come quelli di Riot Games siano riusciti a creare tutto questo partendo da una semplice sala che potete osservare qui sopra arrivando a…
 
questo nella sesta stagione.
Ovviamente questa crescita non è sta immediata ma 6 anni sono veramente così tanti? Andiamo a vedere come il montepremi di ogni mondiale sia variato nel tempo:
Season 1 World Championship
$100.000
 
Season 2 World Championship
$1.970.000
 
Season 3 World Championship
$2.050.000
 
Season 4 World Championship
$2.130.000
 
Season 5 World Championship
$2.130.000
 
Season 6 World Championship
$5.070.000
Come avrete notate il grande cambiamento è avvenuto proprio tra la prima e la seconda stagione, negli anni successivi esso è rimasto pressoché stabile fino alle sesta stagione dove il montepremi è più che raddoppiato; questo perché gli sviluppatori hanno deciso di spostare il 25% degli introiti della skin Championship Zed e del lume della stagione 2016, infatti il reale valore iniziale era pari a quello delle due stagioni precedenti.
Anche quest’anno il montepremi base sarà di $2.130.000, a cui saranno probabilmente aggiunti degli ulteriori contributi, magari con modalità simili a quelle dello scorso anno.
Worlds Pick’Em
Anche quest’anno è stata confermata la presenza dei Pick’Em, cioè l’evento che permette di ottenere premi cercando di predire l’andamento dei mondiali! I premi non sono ancora stati annunciati, tuttavia sul sito ufficiale è presente la seguente schermata:
Quindi non ci resta che aspettare il 30 settembre per scoprire cosa riceveranno in premio i fortunatissimi vincitori!
Vi ricordiamo che nel 2015 la corretta predizione di tutte le partite ha permesso ad una sola persona di ricevere la rarissima skin Championship Riven della Stagione 2012, mentre nell’anno successivo la vincita è stata composta da tutte le 3 Ultimate Skin presenti in quel momento: Pulsefire Ezreal, Udyr Guardia Spirituale DJ Sona.
Il grande evento è ormai alle porte, quest’anno gli SKT T1 sembrano finalmente aver trovato qualcuno in grado di dargli del filo da torcere, i candidati al loro trono sono più aggressivi che mai e questa World Championship 2017 è pregna di un gran numero di team con ottime premesse!
Vi ricordiamo che potrete seguire ogni partita mediante i canali ufficiali di Riot Games da questo link.