Worlds play-in: recap terza giornata

In una serie di partite viziate da pause e problemi tecnici, sei nuovi team scendono nella Landa per decidere chi di loro passerà al prossimo turno.

 

Young Generation – Kaos Latin Gamers

Il team vietnamita riesce ad assicurarsi con il draft una composizione capace di vincere nelle fasi iniziali della partita, contro dei campioni (Cho’Gath, Orianna, Tristana) che hanno bisogno di tempo e oggetti per essere veramente efficaci.

La strategia sembra pagare, con il vantaggio degli YG che resiste fino ai 25 minuti, quando i KLG trovano il Baron e una serie di scambi fortunati, che li porteranno in vantaggio e nella posizione di chiudere la loro prima partita del mondiale in poco meno di 40 minuti.

Statistiche della partita:

http://matchhistory.na.leagueoflegends.com/en/#match-details/TRLH1/1002360365?gameHash=d5c00aaef63b0845&tab=overview

 

Rampage – Hong Kong Attitude

La partita può essere riassunta in poche parole: HKA quasi perfetti. Lo score finale è infatti di 1-12, con l’unica uccisione dei RPG ottenuta attraverso la fontana.

Fin dall’inizio si nota lo spazio che il team giapponese lascia agli avversari, forse a causa di una mancanza di aggressività dei jungler del loro campionato domestico, che li lascia impreparati di fronte all’aggressività del terzo seed delle LMS.

Dopo appena 25 minuti e 9 torri distrutte, gli HKA chiudono il game, iniettando molta fiducia nei loro fan a seguito di una vittoria tanto netta.

Statistiche della partita:

http://matchhistory.na.leagueoflegends.com/en/#match-details/TRLH1/1002360372?gameHash=f56ee594a0bcc428&tab=overview

 

Fnatic – KLG

La prima partita dei vecchi re d’Europa comincia in maniera scoppiettante: un gank bot ad opera del jungler sudamericano Tierwulf viene ribaltato da Rekkles e Jesiz che riescono a prendere un’uccisione senza perdere la vita, garantendosi un vantaggio che non lasceranno per il resto della partita.

Partita che va in controllo dei FNC dopo un ottimo scontro che ha come esito quattro uccisioni per zero, permettendo l’aperura della mappa e la presa di vari obiettivi in sequenza.

Con un vantaggio di 16k in oro i FNC chiudono quindi in meno di 25 minuti, in pieno ‘stile C9’, mandando un chiaro segnale al loro gruppo e ai potenziali avversari.

Statistiche della partita:

http://matchhistory.na.leagueoflegends.com/en/#match-details/TRLH1/1002360382?gameHash=fa16c4fc278a0174&tab=overview

 

HKA – 1907 Fenerbahce Espor

Sono i turchi ad aggiudicarsi il primo round di quello che sarà probabilmente lo scontro decisivo del gruppo D. Servono però 50 minuti al FB per chiudere una partita che sembrava dovesse durare molto meno, con un inibitore proprio del FB distrutto a 20 minuti.

Tra i minuti 30 e 40 vediamo invece una serie di scontri ad esito alterno, che portano però ad un nulla di fatto.

Bisogna attendere il cinquantesimo minuto per la giocata risolutiva, con Frozen e Crash che riescono a rubare il Baron dalle mani degli HKA. Lo scontro seguente è quello che definitivamente consegna la partita nelle mani dei turchi, causando la prima sconfitta di un team proveniente da una delle quattro grandi regioni in questo play-in.

Statistiche della partita:

http://matchhistory.na.leagueoflegends.com/en/#match-details/TRLH1/1002360389?gameHash=673a1a710e25ca44&tab=overview

 

YG – FNC

Questo potrebbe passare alla Storia come il game delle pause, che causeranno non pochi problemi ai giocatori e agli spettatori.

I FNC sono dati come favoriti, vista la loro vittoria con ampio margine contro il team che ha già battuto gli YG. Tuttavia il team vietnamita decide di restare fedele al proprio stile e ai propri pick, con una scelta che si rivela azzeccata. Fino al minuto 22 la partita è in sostanziale equilibrio, con l’ottima prestazione di Rekkles bilanciata da quella di Naul, che con la sua Syndra di fatto abusa del poco rispetto che Caps mostra nei confronti del suo potenziale danno. Dopo un Baron che però porta tre uccisioni ai FNC, gli YG trovano un inaspettato vantaggio, che però ha vita breve: Jesiz mette il suo team sulle spalle del proprio Rakan, trovando ingaggi e proteggendo i suoi carry.

I FNC, nonostante le pause iniziate nel momento di ingaggio di importanti scontri, mantengono la freddezza e trovano comunque vari obiettivi, portandosi in vantaggio in termini di oro e uccisioni.

La partita viene quindi chiusa dopo 52 minuti, ma un segnale d’allarme è lanciato: i FNC non possono sottostimare i loro avversari e devono migliorare il loro approccio alla partita, soprattutto da parte del loro midlaner, che ancora stenta a dimostrarsi degno del titolo di “baby-Faker”.

 

Statistiche della partita:

http://matchhistory.na.leagueoflegends.com/en/#match-details/TRLH1/1002360398?gameHash=3ada51b3351aad03&tab=overview

 

RPG – FB

Nell’ultima partita della giornata abbiamo un sostanziale equilibrio per 17 minuti, con il FB che trova poche uccisioni e un solo drago infernale. Ma un’improvvisa accelerazione porta a tre torri e due uccisioni, che forniscono al Kog’Maw di Padden l’oro necessario ad acquisire gli oggetti necessari per prendere il controllo della partita.

Controllo che viene sancito dalla Pentakill poco dopo, e che porta alla vittoria del team turco in meo di 27 minuti.

Statistiche della partita:

http://matchhistory.na.leagueoflegends.com/en/#match-details/TRLH1/1002360404?gameHash=5f1e8c2d3143b837&tab=overview

 

Considerazioni

Il gruppo D è già uno scontro a due, con HKA e FB che dovranno decidere domani chi riuscirà ad assicurarsi il primo posto. Poche sono ormai le possibilità per i Rampage di passare il turno.

I Fnatic chiudono la giornata con due vittorie e dimostrano di essere in grado di recuperare da un deficit, ma contro avversari di questo livello non si può pensare di vincere a mani basse senza rispetto per i match-up.

I KLG si candidano invece  per il secondo posto nel loro gruppo, anche se la prestazione degli YG contro i FNC fa ben sperare per lo scontro di domani, che speriamo sia eccitante!

 


Autore: Luca Sallustio


 

About author

awaKing

Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe. Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un'eterna giovinezza. La vita umana non è altro che un gioco della Follia.

Leggi anche...