Home League of Legends Esports EUforia: i Fnatic compiono il miracolo

EUforia: i Fnatic compiono il miracolo

Sembrava impossibile, ma ce l’hanno fatta. Non è la pubblicità di un amaro, bensì il verdetto degli spareggi del gruppo B.

I Fnatic sono infatti riusciti a passare il turno, nonostante durante la prima parte del girone abbiano collezionato solo sconfitte, chiudendo 0-3 e di fatto ipotecando la loro eliminazione dal torneo (mai un team con questo record era riuscito a passare ai quarti di finale n.d.r.).


Una missione impossibile

Tutto quindi sembrava remare contro il team europeo, che in questi giorni ha subito critiche asprissime nei confronti sia del loro stile di gioco sia nei confronti dei giocatori stessi, con Soaz come bersaglio preferito.

La prima partita della giornata li vede inoltre uscire sconfitti ad opera dei LZ, e quindi con le speranze ridotte al lumicino, con solo una possibilità di fatto di passare: vincere tutto e sperare che i coreani facciano lo stesso.


Contro i fantasmi del passato

I due scontri sono sì contro IMT e GAM, ma anche, e forse soprattutto, con i fantasmi e gli errori che hanno portato alle sconfitte contro queste compagini nella week 1. Non bisogna infatti dimenticare le tattiche stravaganti che i GAM hanno portato, con alterni successi, in questo mondiale e l’unico vero e proprio errore di Rekkles contro gli IMT, costato la partita alla sua squadra.

Sembra quasi che tutti i team vogliano offrirci ancora un po’ di spettacolo: sia FNC che LZ vincono, mentre i GAM si impongono sugli IMT, consegnandoci uno spareggio a tre per il secondo posto, con tutti i team dietro i LZ a quota 2-4.


Legends never die

Lo spareggio ha la forma di un mini-gauntlet: FNC e IMT si devono affrontare per primi, avendo i GAM un minore tempo medio di partita (cosa che quindi garantisce loro di dover giocare un solo game per garantirsi il passaggio).

Ma forse, appunto, è destino: Soaz e Caps salgono in cattedra, demolendo i team avversari (ma non vanno trascurate le ottime prestazioni degli altri componenti del team, che finiscono i game con punteggi degni di plauso). Gli IMT resistono 27 minuti e riescono a prendere due torri, prima di vedere il proprio nexus distrutto.

I GAM riescono invece a complicare agli europei la corsa verso i quarti. Nonostante i FNC riescano infatti ad ottenere un vantaggio iniziale, i vietnamiti riescono, obiettivo dopo obiettivo, a ribaltare la situazione. Ma ancora una volta il Barone risulta decisivo, con i FNC che riescono ad aggiudicarsi il buff viola e uccisioni importantissime al fine di spaccare la partita. Seguono scontri molto tirati, ma alla fine sono gli arancio-neri ad uscirne in vantaggio.

Sono passati 47 minuti sul cronometro: il nexus dei GAM esplode in mille frammenti blu, consegnando ai Fnatic l’accesso ai quarti e un nuovo record.

Ora possiamo solo sperare che anche gli altri due team europei, i G2 Esport e i Misfits Gaming, riescano a qualificarsi.


Autore Luca Sallustio