Home League of Legends Esports Il coach dei TSM lascia il team, cosa sta succedendo?

Il coach dei TSM lascia il team, cosa sta succedendo?

Nell’ultimo periodo il pubblico dei Mondiali di League of Legends è venuto incontro ad una sorprendente realtà: l’eliminazione dei Team SoloMid. Alcuni potranno dissentire riguardo l’improbabilità di questo avvenimento, sostenendo semplicemente che il famoso team americano non riesca ad essere in grado di avanzare nel group stage dal 2014, ma è davvero questa la problematica che gli ha impedito di raggiungere la fase successiva dei Worlds 2017? Certo è che queste sconfitte non sono assolutamente passate inosservate, né al pubblico né al settore competitivo; infatti a giudicare dai recenti eventi, tra cui l’abbandono del coach, l’impatto sui TSM è stato netto. Con questo articolo cercheremo di compiere un recap di quello che sta succedendo dentro ed intorno a questo team, in modo da riuscire a venire a capo di questa intricata faccenda nel modo più oggettivo possibile, evitando di entrare troppo nel merito delle partite giocate.

NA LCS

Prima di impostare quelli che sono stati i loro Worlds, è bene effettuare una breve introduzione proprio sugli LCS nordamericani, tenendo conto che la loro qualificazione è stata decisa proprio grazie ad essi. Il loro Split Estivo non è stato perfetto, ma sono riusciti comunque ad ottenere uno schiacciante punteggio composto da 14 vittorie e soltanto 4 sconfitte (mentre nella scorsa season sono riusciti a portare a casa un imponente 17-1, nonostante questo non sono comunque riusciti a superare i gironi), per poi battere successivamente durante i playoff con uno score di 3-1 gli Immortals portando il primo posto a casa. Vi ricordiamo che anche questi ultimi sono stati eliminati durante i group stage, mentre l’ultimo team NA sopravvissuto è proprio quello dei Cloud9, che ha dovuto conquistare il proprio posto mediante i play-in.

La Fase a Gironi

In questa fase i Team SoloMid sono stati associati al Gruppo D, dove si sono ritrovati a fronteggiare i secondi classificati europei, ossia i Misfits, il Team WE ed infine i Flash Wolves. Questo gruppo era oggettivamente tra i più semplici in cui riuscire ad eccellere (a detta di un discreto numero di utenti di Reddit addirittura il più agevole, ma nessuno di questi era un analista, quindi non solo è un’idea difficilmente condivisibile, ma anche da non prendere sul serio), tuttavia sono stati eliminati con un punteggio di 3-4, cosa è andato storto ai campioni NA?

Hanno avuto un’ottima partenza, grazie alle 2 vittorie su i Flash Wolves ed addirittura sul Team WE, è stato proprio in questo momento che la community si è resa conto che dopo due eliminazioni consecutive i TSM avevano la possibilità di redimersi e conquistare finalmente la Fase a Gironi. Tuttavia queste battaglie vinte li hanno portati ad essere troppo sicuri di loro stessi, nonostante il fatto che fino a quel momento non avevano avuto delle performance tra le migliori, nei successivi match il loro focus è stato compromesso e il loro potenziale non è riuscito a svilupparsi nel modo corretto. Questo li ha portati a collezionare ben 4 sconfitte contro i Misfits, il Team WE ed addirittura contro i Flash Wolves: sostanzialmente hanno ricevuto una disfatta da ognuna delle squadre partecipanti del Gruppo D; nella penultima giornata sono riusciti ad ottenere una vittoria contro i Misfits, ma non è bastata a permettergli di qualificarsi nella fase successiva. E’ discretamente in evidenza l’avere ricevuto una cocente sconfitta dai Flash Wolves dato che quest’ultima è stata proprio l’unica vittoria che sono riusciti ad ottenere in questa fase, non riuscendo di fatto a passarlo a loro volta. Tuttavia è degno di nota anche il fatto che l’unica sconfitta ricevuta dal Team WE sia stata non solo schiacciante (si parla di una differenza di addirittura 10.000 gold al termine del game), ma anche ad opera dei campioni nordamericani, durante la loro iniziale corsa.

Cosa è successo dopo la loro eliminazione?

Dopo la sovrastante introduzione siamo finalmente arrivati al fulcro dell’articolo: quali conseguenze ha portato l’eliminazione dei TSM allo stesso team ed al loro pubblico? I campioni del Nord America tenteranno nuovamente di correre per il titolo mondiale nel prossimo anno?

Ovvio è che una disfatta così eclatante e discussa abbia avuto le sue ripercussioni non solo sui loro fan  più affezionati, ma soprattutto sulla mentalità e, più in generale, sugli orizzonti che i membri della squadra vedono per loro stessi, ossia cercare di capire il loro scopo e se le loro capacità sono adatte a tirare avanti il team in modo ottimale. Ed è proprio da questa conseguenza che partiremo: l’abbandono di Parth.

Il coach dei TSM lascia il team

Le prime pressioni sono arrivate proprio sull’attualmente ex coach: Parth Naidu. Esse sono state tali che Parth si è ritrovato costretto a lasciare il suo ruolo, bisogna considerare il fatto che egli inizialmente fu assegnato al ruolo di coach, bensì a quello di un semplice analista, quindi è probabile che in tempi più maturi avrebbe comunque lasciato il suo nuovo compito per far spazio ad un coach con molta più esperienza, essendone Parth sprovvisto. Molti utenti lo ritengono direttamente responsabile dell’eliminazione dei TSM, ed avendo effettuato questa scelta è probabile che anche lui avesse avuto lo stesso pensiero, ma è necessario tenere in considerazione il fatto che questa decisione è stata presa dopo neanche 24 ore dall’ultima sconfitta: non sarà stata troppo frettolosa?

Infatti l’opinione del resto della community è proprio questa: che nonostante Parth sia parte del problema l’abbandono del suo ruolo sia una reazione eccessiva, che almeno sarebbe dovuta essere stata più ragionata e magari anche scartata, in fondo la sua esperienza in questo ambito era appena all’inizio: la pratica rende perfetti. Inoltre si sa che le reazioni a caldo sono poco spesso utili e possono portare a decisioni erronee, tuttavia ormai è troppo tardi e bisogna confidare che il cambio d’aria porterà sotto una nuova luce i TSM, magari riuscendo a migliorare la qualità generale. Anche se l’abbandono del ruolo di coach è certo, non è chiaro se tornerà ad essere l’analista del team, questo è stato il suo tweet:

“Chiedo scusa ai nostri fan. L’ultimo anno la scusa è stata quella dell’inesperienza, ma quest’anno non ce ne sono state. Questo era il mio ultimo anno nella scena.”

Bjergsen è stato il capro espiatorio?

I commenti negativi della community (che molto spesso si sono tramutati in flame) non hanno colpito soltanto Parth, ma anche il MidLaner Bjergsen, che si è sentito preso sotto di mira da parte del pubblico e, probabilmente anch’egli con una reazione a caldo, ha pubblicato il seguente tweet:

“Sono veramente sorpreso di essere stato scelto come capro espiatorio per la nostra non riuscita in questo torneo e sto continuamente ricevendo disprezzo”

Il post in questione è stato rimosso pochissimo tempo dopo la sua pubblicazione, probabilmente dopo che il giocatore ha capito che scrivere una cosa del genere non avrebbe aiutato nessuno. Ma andando più a fondo in quello che è successo sorge spontanea la domanda: è davvero stato colpevolizzato così tanto dagli utenti?

La risposta è semplice ed immediata: no. Bjergsen è stato tra i giocatori del roaster meno criticati in questo Mondiale, infatti le critiche si sono maggiormente affacciate sui suoi compagni, per la maggior parte su Sven e Doublelift; ma allora perché ha avuto questa reazione? A questo punto è plausibile che essendo il capitano del team si senta lui, in prima persona, ad essere responsabile di tutto questo, in fondo anche la pressione su di lui era dura da sopportare essendo spesso considerato la colonna portante della squadra. Tuttavia il suo modo di giocare non è stato così terribile come si vuol far apparire (anche ovviamente non è stato assolutamente sufficiente), anche se molti gli hanno addirittura attribuito il termine di KDA player.

Cosa succederà ora ai TSM?

Nulla. Assolutamente nulla.

Faranno semplicemente quello che è necessario: cercare un nuovo coach e imparare dai propri errori.

Infatti quello che ha fatto il team è stato di richiedere nuovamente la possibilità di giocare negli LCS NA e la loro richiesta è stata accettata proprio qualche giorno fa, come vi abbiamo già esplicato in questo articolo.

Nella speranza che le critiche ricevute e quelle che ancora verranno aiuteranno i componenti a migliorarsi invece che a buttarsi giù e ad aumentare la tensione presente tra loro, riusciremo a vedere un nuovo Team SoloMid magari in grado di stupirci in modo positivo, come sono già riusciti a fare anni fa. La loro lotta per la conquista di un titolo mondiale continuerà il prossimo anno, siete con loro?