Home Fiere Cartoomics 2018, un successo previsto

Cartoomics 2018, un successo previsto

Anche quest’anno un altro Cartoomics è passato, lasciando una traccia indelebile negli appassionati e in tutti coloro che per tre giorni hanno affollato Rho fiera riuniti tutti sotto la bandiera del nerding estremo. Questa edizione 2018, più delle altre precedenti in realtà, è stata molto curata dal punto di vista della varietà di partner e espositori. Lo spettacolo offerto sui palchi, dal dj set alle classiche gare cosplay, si è affiancato a tantissimi stand diversi e divisi per settore: videogame, fumetti, gadgettistica, associazioni cosplayer e molti altri sono stati i settori protagonisti, registrando un picco di gente che ha superato i numeri degli scorsi anni. Mai come in questa occasione si è dato spazio all’arte, all’artigianato e anche a tutte quelle attività insolite da vedere in una fiera comics.

 VR, zombie e molto altro

Gli espositori quest’anno erano davvero molti e divisi su tre padiglioni, tra fumetti, gadget, artigianato, videogame e stand di associazioni. Tantissime le attività proposte, tra cui quelle più particolari erano quelle con la tecnologia VR: ci si poteva sedere su un Animus, oppure vivere le avventure che hanno dato origine alla storia di Lara Croft, fino a vestire i panni di un Jedi impegnato a combattere Kylo Ren e l’avvento del Nuovo Impero. Non solo esperienze virtuali, ma anche “offline” ci si poteva divertire approfittando di tre escape rooms di diverse dimensioni e a diverse tematiche. Immancabile lo spettacolo zombie/post apocalittico offerto dallo stand gigantesco della Umbrella Corp., che quest’anno rivaleggiava anche con la parata itinerante degli sbandieratori, con il palco del dj e con i ring dei lottatori di wrestling. Poche sono state le novità presentate dal punto di vista dei videogames titoli tripla A, probabilmente preferendo la cornice della Games Week.
Novità: le sezioni horror, western e kids. Presente all’appello anche il maid cafè, esperienza sempre particolare.

L’esperienza Cartoomics

 Tantissimi gli autori presenti per firmacopie e interviste, protagonisti della scena creativa italiana: non solo fumettisti affermati o emergenti, ma anche personalità legate al mondo del videogame come lo youtuber Sodin, grande appassionato di Fifa, che ha incontrato il suo pubblico durante un importante torneo di Fifa 18 organizzato per la fiera, assieme ad altri giochi presenti sul panorama esport. Non solo, un’area cinema ha permesso la trasmissione di alcune produzioni, sia fanmade che ufficiali, e il gran numero di dirette in ambito illustrazione e game design hanno offerto un ottimo spaccato di quella che è la produzione italiana al momento.
Si dovesse dare un giudizio all’intera manifestazione, sicuramente darei un deciso 8: è stato interessante vedere gli stand arricchire l’area di riferimento in maniera completa e creativa, ma sicuramente c’è sempre margine di miglioramento. Ormai è una fiera davvero adatta a tutti e non solo più ad una nicchia di veri appassionati, chiunque può apprezzare lo spettacolo e immergersi in questo mondo a parte.

Comunque a fiera finita, dopo l’entusiasmo di questo weekend, i dati ufficiali parlano di 96.000 persone in tre giorni, un numero record per la fiera milanese che stabilisce così un nuovo record, da infrangere il prossimo anno!