Home League of Legends Esports PG Nationals Predator: Racoon e Inferno in semifinale

PG Nationals Predator: Racoon e Inferno in semifinale

Nella giornata di ieri si sono tenuti i quarti di finale del PG Nationals Predator di League of Legends ed hanno visto vincitori i Racoon e gli Inferno.
Entrambi i match sono stati dei piccoli “upset” in quanto la posizione in classifica della regular season è stata ribaltata, infatti i Racoon hanno sconfitto i Moba Rog per 2-1 che si erano piazzati al terzo posto e gli Inferno a loro volta hanno battuto gli Idomina che avevano il sead numero 4.

Nel primo quarto di finale i Moba ROG partono subito nel modo giusto andato a dominare un early game molto distratto dei Racoon. Traitor e Shield però si impongono nella corsia inferiore rappresentando di fatto l’anello conduttore verso il late game. I Racoon riescono ad arrivare alle fasi finali di gioco con un evidente vantaggio di team comp che riesce a chiudere in positivo praticamente tutti i team fights, il problema è che per arrivare la late game sono state concesse troppe strutture nell’early game ed uno “steal” del Barone clamoroso della Zoe di Tsuzume tiene a galla i Moba fino al backdoor di Vanez che con Graves approfitto di un pasticciato team fight nella corsia inferiore per fuggire a finire il Nexus scoperto.
Nel secondo game però Traitor non è più solo ed anche AKI sale in cattedra e presenta la sua versione di Zoe leggendaria, il game prende la direzione scelta dai Racoon molto prima del late game e colpo dopo colpo i Moba Rog si sgretolano.
Nel terzo e decisivo game le cose non cambiano, i Racoon ripresentano una team comp simile a quella del game1 ma questa volte lo Yasuo di Aki inizia a carburare molto prima del ventesimo minuto diventando una minaccia su tutta la mappa. Nel frattempo il focus di Flippers è la corsia inferiore dove la Janna di Paolo Cannone viene massacrata a colpi di gank selvaggi di Xin Zhao. I Moba non entrano mai veramente in partita abbandonando cosi di fatto le finali romane del 28 Luglio.

Il secondo quarto di finale è meno “spettacolare” del primo perchè gli Inferno si impongono con decisione praticamente in entrambi i game. Nel primo ci vuole un’altra ottima prestazione del giovane Deidara che con Fiora distrugge praticamente da solo tutta la base nemica, gli Inferno giocano molto bene la mappa e con questo mini “Orome” strappano la prima vittoria.
Il secondo game invece Kindred, Swain e Kennen rappresentano la super combo messa in campo dagli Inferno, gli Idomina rispondono con Cassiopeia nelle mani di Raresh che effettivamente tiene in campo da solo i compagni fino all’ultimo masso del Nexus. Gli Inferno dimostrano un grosso level up rispetto alle settimane scorse dove erano apparsi molto appannati e fanno un altro game quasi perfetto che consente loro l’ennesima Top4 consecutiva, sicuramente un grandissimo risultato.

Questa sera dalle ore 18:00 la semifinali: Outplayed vs Racoon e Forge vs Inferno. Anche qui non ci si aspettano sorprese ma vista la giornata di ieri tutto può sicuramente succedere ed i due sovrani di League of Legends italiano dovranno dare il massimo per potersi sfidare di nuovo nella finale di Roma.


Potete seguire i PG Nationals tramite tutti i suoi canali:

https://twitter.com/PGEsportsIT

https://www.facebook.com/PGEsportsIT

https://www.twitch.tv/pg_esports

https://www.instagram.com/pgesportsit/

https://www.youtube.com/PGEsportsIT