Home League of Legends Guide Gold Rush: Jungle Edition

Gold Rush: Jungle Edition

La stagione sta per volgere al termine e noi di Outplayed vogliamo darvi una mano per la spinta finale consigliandovi, grazie al nostro coach Pencil, i migliori campioni divisi per ruolo che vi daranno più chances di arrivare al tanto agognato Gold, o almeno provarci. Partiamo con il Secondo articolo della seria con la Giungla:


JAX

Non è una cosa fuori dal mondo giocare Jax jungle ed in questo momento egli è anche ottimo per scalare la ladder: il suo counterstrike lo rende molto difficile da affrontare per quasi tutti i jungler che si basano sugli attacchi base nell’early game e raddoppia come un buono strumento da gank. La sua build poi lo porta ad essere un bruiser e non un carry vero e proprio bilanciando così la composizione del team senza aver bisogno di un tank nella corsia superiore.
La sua clear speed è buona e non perde neanche troppa vita se usa counterstrike ma questo lo rende debole ad invade in compenso la sua alta mobilità lo rende molto difficile da prendere nel caso contrario rendendolo un ottimo champion per rubare campi all’avversario.

Le sue rune sono molto offensive con Press the Attack e Domination, è possibile fare un argomento su Sudden Impact dopo il nerf ma la doppia penetrazione conferisce comunque troppi bonus ad un campione come Jax che infligge danni misti.

Per le skill conviene selezionare prima E->W->Q per poi maxare W per migliorare la clear speed poi Q ed infine E prendendo la ultimate quando possibile.

L’item build che riporto qui è quella per “Tank” Jax e non carry perchè ritengo la prima sia più sicura ed efficace al momento. Jax vuole buildare Smite blu con Cinderhulk: il chilling smite è necessario per rimanere su un bersaglio e colpirlo di counterstrike mentre la gemma verde ci permette di essere un più tanky nelle fase iniziali di gioco quando la nostra ultimate renderà i nostri HP ancora più efficienti. Il secondo Item invece è trinity poichè comunque la build necessita di un po’ di danno e, se siete in vantaggio, potete chiudere la sheen prima del cinderhulk ma a meno di uno snowball pesante non consiglio di ritardare oltre il potenziamento dell’item da jungle.
Dopo la trinity Sterak è la decisione più ovvia seguito da item difensivi come Spirit Visage, Randuin’s o Guardian Angel; è possibile saltare sterak ed andare subito ad acquistare un item difensivo nel caso il team sia indietro o necessiti di più frontline. I boots sono come al solito tra Mercury e Tabi. 


NOCTURNE

Nocturne è sempre stato molto fastidioso in Solo Q a cuasa della sua ultimate che, senza comunicazione vocale, elimina quel minimo di coordinazione che può essere presente in un team.
I suoi Matchup 1v1 in giungla non sono dei migliori prima del livello 6 per cui è un jungler che tende a powerfarmare i primi minuti per raggiungere al più presto la sua ultimate; dopo il livello 6 la sua possibilità di duellare aumenta drasticamente e conviene utilizzare la ultimate ogni volta che è fuori CD per gankare una linea ma fate attenzione ai dive poichè nocturne non è il migliore in quel genere di cose senza un tank che si prenda l’aggro prima. La sua maggiore forza è quella di gankare facilmente la corsia centrale grazie allo spellshield che tende ad impedire allo sfortunato mago di peelare rendendolo una facile preda.
Nel mid-late non cercate di entrare nei teamfight 5v5 come una specie di missile Terra-Terra perchè il miglior risultato di solito è un 1 per 1 conviene invece mettere pressione sulle corsie laterali dove potrete prendere un duello contro l’ADC o il midlaner avversario che senza supporto muoiono molto facilmente.

Le rune di Nocturne usano Lethal Tempo e Sorcery molto standard tranne per presence of mind che sostituisce Triumph per l’ovvia sinergia con la ultimate.

La sua skill build è Q->E->W sia come start che come Max prendendo ovviamente la ultimate quando possibile.

L’item build parte con i due core item di tutti gli assassin AD in jungle ossia Skirmisher Sabre con Warrior e Draktarr; dopo questi due oggetti la build può prendere diverse pieghe: la mia preferita è quella con Storm Razor per massimizzare l’alpha strike dell’ultimate ma è possibile andare più deep nella letalità con yomumu oppure buildare subito un Guardian Angel per migliorare il teamfight. Come detto sopra preferisco Storm Razor per poi buildare GA o Maw of Malmortius a seconda di casi. Per una volta i ninja tabi non sono una buona opzione ma la sfida è tra Mercury, da prendere assolutamente contro un line up pieno di cc, e boots del CDR statistica ottima per nocturne che viene abbastanza trascurata dato che difficilmente si builda una Black Cleaver.


GRAVES

L’ultimo è un classico che penso tutti vi aspettavate in quanto ha dominato la jungle per un grosso numero di patch e sta continuando a farlo dopo i buff allo storm razor.
Questo campione è capace di duellare chiunque nelle prime fasi di gioco a patto di non sprecare il suo dash inutilmente, unica eccezione sono i ranged ma in quel caso avrete la possibilità di decidere se combattere o scappare dato che non hanno i mezzi per tenervi uno scontro grazie allo smoke screen ed al quickdraw. A livello di velocità di farming Graves è uno dei migliori e grazie al suo alto burst damage la possibilità di invadere è estremamente concreta; i suoi gank invece sono tendenzialmente deboli se il laner alleato non ha CC per aiutarlo nel quale caso consiglio di farmare e di cercare invade piuttosto che perdere tempo con gank a bassa probabilità di successo, detto questo non scordatevi dei vostri laner solo perchè nn hanno CC e cercate di dargli visione assicurandovi scuttler e tenendovi pronti per un countergank nel caso fosse necessario dato che Graves è ottimo per punire bersagli overestesi.

Le rune di Graves sono simili a quelle di Nocturne ma utilizzano Triumph e Fleet Footwork: il primo per sustain in fight il secondo per sustain e potenziale di inseguimento.

La sua skill build inizia con E->Q->W(se volete gankare altrimenti Q)-> Q (W se non avete preso la Q a livello 3) per poi maxare Q->E->W prendendo la ultimate quando possibile.

L’item build di Graves è semplice dato che i 3 core item sono quasi sempre gli stessi con Skirmisher Sabre con warrior, Storm Razor e Black Cleaver; unico appunto si può fare nel comprare Phantom Dancer come terzo item e BC come quarto ma io preferisco il contrario. L’ultimo item è solitamente Guardian Angel,  Death Dance, Maw of malmortius o Quicksilver scimitar. Per i boots c’è la possibilità di scegliere tra i classici Berserker, Tabi o Mercury anche se i tabi hanno solitamente meno successo degli altri.