Home League of Legends Riot Games annuncia i buff che arriveranno con la patch dei Mondiali

Riot Games annuncia i buff che arriveranno con la patch dei Mondiali

Dopo un paio di importanti annunci dedicati agli scalatori dell’infernale ladder di League of Legends, Riot Games torna a parlare di modifiche indirizzate all’incombente World Championship 2018 (alla quale prenderà parte anche il nostro Jizukè nazionale, indossando la maglia dei Vitality) che potrebbero essere più o meno influenti anche sulle partite esterne al competitivo.

Richard “Riot MapleNectar” Henkel ha infatti annunciato su Twitter i buff al momento pianificati per la Patch 8.19, di seguito vi presentiamo la lista:

  1. Elise
  2. Darius
  3. Fiora
  4. Kha’Zix
  5. Jarvan
  6. Kog’Maw
  7. Thresh
  8. Pyke
  9. Janna
  10. Nunu (build AP)
  11. Tormento di Liandry

I champions in grassetto sono quelli di cui sono state già annunciate le modifiche nella board degli sviluppatori e di cui parleremo adesso:


Janna

E’ in fase di test un buff che punta all’aumento del contributo dei danni sugli autoattacchi e sulla sua W (Zefiro) da parte della sua passiva Vento in Poppa. Attualmente quest’ultima fornisce il 12%/25/35% della velocità di movimento bonus come danni on-hit, verrà testata la percentuale fissa del 35% in questi giorni, in caso di esito negativo si tornerà probabilmente ad uno scaling comunque diverso da quello presente sui server pubblici.

Kog’Maw

Sono stati testati dei buff alla sua Q (Sputo Corrosivo), i quali implicano un aumento della corrosione dell’armatura del bersaglio, portandolo ad essere ancora più forte contro i tank essendo proprio questa la sua maggiore peculiarità. Dato che potrebbe diventare troppo forte, queste modifiche saranno probabilmente rimandate ad una patch successiva a quella dei Mondiali, nel frattempo si stanno pianificando buff alla sua velocità di movimento ed al range della sua ultimate.

Thresh

I suoi trade in early game non sono tra i migliori, verranno testate alcune modifiche con l’intento di migliorare i suoi trade più prolungati. I cambiamenti includono una riduzione del costo in mana e del cooldown della sua Q (Dannazione).

Nunu

In media le sue build AP sono molto più deboli di quelle tank, verranno buffate entrambe ma puntando maggiormente alla prima, facendo comunque in modo che quella AP non diventi troppo forte e di conseguenza una scelta obbligatoria.


Oltre a queste modifiche è stato annunciato che successivamente, con la Patch 8.20, verranno testati anche dei piccoli nerf a Kassadin (ai ratei della sua Q e della sua E).

 

Articolo precedenteSummer EU Masters: Ninjas in Pyjamas a letto senza vittoria
Articolo successivoTwitch bloccato in Cina
Mangiatore professionista di kebab, nato dalla tempesta, padre dei draghi, main Riven e ancora in attesa della propria lettera da Hogwarts. Un nerd a 360 gradi appassionato di letteratura (specialmente fantasy), serie TV, anime e, ovviamente, videogiochi.