Home League of Legends Esports Tempo di Pick’em: quarti di finale

Tempo di Pick’em: quarti di finale

La fase a gironi ci ha mostrato come questo mondiale sia ad ora il più imprevedibile degli ultimi anni, se non di sempre. Arrivati ai quarti sarà ancora in grado di stupirci?


KT ROLSTER – INVICTUS GAMING

Per entrambe questo quarto di finale è il peggiore possibile. Infatti, entrambi i team possono essere definiti come il peggior sorteggio possibile nella fascia di competenza, tuttavia i KT Rolster arrivano allo scontro largamente favoriti.

PRONOSTICO : 3-0 o 3-1 KT Rolster

Gli Invictus sono una squadra che punta molto sulla fase di corsia per garantirsi dei grossi vantaggi e snowballare il game grazie alla grande gold lead che riescono a generare però, come dimostrato contro i Fnatic, ciò non è facilmente ripetibile contro team dello stesso livello. I tre game persi contro i Fnatic hanno messo in mostra che se gli Invictus non giungono alla fase di mid game con un consistente vantaggio, la loro abilità di teamfight non è equiparabile a quella di team come i KT. Inoltre, questo loro voler picchiare più forte dell’avversario in fase di corsia difficilmente può funzionare contro la stellare squadra coreana, l’unico che probabilmente riuscirà a farlo è solo Rookie ma ciò non basta, anche perché pure i KT, in base alle statistiche, non sono una squadra che sta con le mani in mano durante l’early game. Forse, la più grande chance gli Invictus ce l’hanno mettendo Rookie su un mago da teamfight come Orianna, che permetterebbe al loro carry di poter più facilmente risplendere in scenari di teamfight, ma anche in questo caso probabilmente la squadra coreana sarebbe in grado di prevalere semplicemente grazie alla migliore coordinazione in teamfight e allo shot call.

Matchup da tenere d’occhio: Score – Ning

Il jungler degli Invictus è stato totalmente annichilito da Broxah nella giornata conclusiva del gruppo D e tutto il team ne ha risentito. Adesso dall’altro lato della mappa ci sarà Score, quello che secondo molti è il miglior jungler della competizione. Se Ning sarà in grado di dare al proprio team i vantaggi che è riuscito a dargli nel primo game con i Fnatic, allora la sfida con i KT Rolster potrebbe essere più equilibrata del previsto.


RNG – G2

Quello tra RNG e G2 è principalmente uno scontro di stili. Da una parte abbiamo una squadra che ruota molto attorno alla propria bot lane, gli RNG, mentre dall’altra una che gioca principalmente per le proprie solo lane e che relega la corsia inferiore su dei pick più di utility.

PRONOSTICO: 3-1 o 3-0 RNG

È vero, gli RNG durante la fase a gruppi sono sembrati mortali, ma ciò può bastare per permettere ai G2 di avere la meglio? Quasi sicuramente no, ma andiamo ad analizzare il matchup.

I G2 hanno trovato fortuna nel gruppo B grazie alle prestazioni individuali di Perkz e Wunder, entrambi su livelli altissimi nel 1-3-1, e ad un’ottima macro. Tuttavia, ciò è stato possibile grazie a pick come Heimerdinger e Tahm Kench che hanno dato sicurezza alla propria corsia inferiore durante le prime fasi di gioco. Ora, appurato che Hjarnan non vedrà mai Heimerdinger (o se proprio gli va bene lo vede una volta) in questa b05 ,la duo bot dei G2 ha pronti altri pick per sopravvivere a Uzi e Ming? Personalmente non credo che basterà mettere Hjarnan su ADC utility come Jhin, Varus o Ashe per permettergli di sopravvivere a più fasi di corsia contro Uzi, anche perché il team cinese ha dimostrato di poter giocare anche uno stile più aggressivo che difficilmente permetterà ai G2 di arrivare al punto in cui Wunder e Perkz potranno essere delle minacce nello splitpush. Inoltre, c’è anche un altro punto da considerare: gli RNG, durante la regular season delle LPL, hanno giocato molto 1-3-1. Quindi, difficilmente si troveranno in difficoltà contro questo stile di gioco e non è detto che non decidano di voler affrontare i G2 proprio sul loro campo.

Matchup da tenere d’occhio: Uzi – Hjarnan

Molto della bo5  dipende da: quanti pick sopra le righe ha Hjarnan da mostrare contro Uzi? Se a parte Heimerdinger non ce ne dovessero essere altri difficilmente la duo bot dei G2 sarà in grado di sopravvivere a quella nemica e con essa tutto il resto del team.


AFREECA FRECS – CLOUD 9

Entrambi i team non sono partiti bene durante la fase a gruppi, ma allo stesso modo entrambi hanno poi visto crescere in maniera esponenziale le loro prestazioni nell’ultima giornata del proprio girone e adesso si ritrovano faccia a faccia in quello che è sulla carta il quarto di finale più incerto.

PRONOSTICO : Afreeca Frecs 3-1 o Cloud 9 3-2

Al contrario degli altri questo pronostico prevede due esiti diversi basati su due possibili scenari opposti.

Il primo, quello che vede gli Afreeca vincitori, è basato su due fattori. Il primo è la capacità di adattamento che hanno mostrato gli Afreeca durante le bo5 nelle LCK e che gli ha permesso di saper ben rispondere a molti dei pick degli avversari e spesso sorprenderli. Questa potrebbe essere un’arma molto preziosa contro un team come i Cloud 9 che ha basato il suo successo sull’essere camaleontico in fase di draft proponendo anche diversi nuovi pick, inoltre i due team sono stati partern di scrim durante la fase a gruppi e quindi chissà che non sappiano già in anticipo dei pick che la squadra americana potrebbe provare a tirare fuori dal cilindro. Il secondo fattore è la crescita della squadra sia nella lettura del meta che nell’esecuzione durante la seconda settimana. Gli Afreeca nella prima settimana avevano eseguito delle draft decisamente opinabili, ma invece nella seconda settimana hanno mostrato una lettura del meta decisamente superiore e la squadra non a caso ha ottenuto un secco 3-0 che gli è valso il primo posto nel girone. A questo punto quindi è lecito domandarsi : il livello mostrato dagli Afreeca nell’ultima giornata del gruppo A è stato il loro massimo livello, oppure è solo l’inizio di una lunga crescita? Effettivamente un po’ ricordano i vecchi Koo Tigers, partiti lenti, ma poi in grado di arrivare fino alla finale.

Lo scenario che vede i Cloud 9 vincitori si basa molto sulla creatività del coach Reapered. Il coreano ha dimostrato negli anni di avere pronte sempre delle strategie innovative e chissà che non riesca a compiere un miracolo a livello tattico e a regalare ad NA la prima storica semifinale. Un altro fattore importante sarà anche Jensen, chiamato a ripetere nuovamente le prestazioni solide mostrate nella fase di ritorno del gruppo B contro un mid laner come Kur0 molto consistente e che molto probabilmente in una bo5 mostrerà nuovi pick.

 

Matchup da tenere d’occhio :  Kramer – Sneaky

Per quanto le prestazioni di Kramer possono non essere risaltate all’occhio, il tiratore degli AFS è al quarto posto tra gli adc per gold diferential a quindici minuti con un +384 di media. Mentre Sneaky è all’ultimo posto con un -816 a quindici minuti. È vero che l’adc dei Cloud nella seconda parte del group stage è cresciuto molto, ma sarà in grado di riproporre la stessa prestazione e mantenere testa a Kramer durante la fase di corsia?


Fnatic – EDG

Gli EDG tornano ai quarti di finale dopo tre mondiali e di nuovo davanti a loro si parano i Fnatic, finirà come l’ultima volta?

PRONOSTICO : Fnatic 3-1

Lo scontro tra Fnatic ed EDG è probabilmente meno insicuro di quello che può sembrare. Gli EDG, nonostante la qualificazione, e la vittoria strappata ai KT Rolster, non hanno mostrato particolari miglioramenti dal play in e devono la loro qualificazione a due cose: 1) i Liquid si sono mostrati non in grado di portare una macro degna di un mondiale e di innovarsi 2) i KT Rolster nella seconda partita hanno fatto davvero una brutta draft e in generale non hanno giocato bene quella partita. Sono tutt’ora convinto che gli EDG siano alla pari con i Liquid e che avrebbero perso un eventuale tie break. Oltre a ciò, ad affrontarli ci sono i Fnatic che senza ombra di dubbio hanno mostrato delle performance da top 3 a questo mondiale e che è molto improbabile che perdano più di un game da una squadra come gli EDG, specialmente dal mid game in poi dove la squadra cinese è sembrata più volte completamente smarrita e non in grado di pianificare correttamente la presa degli obiettivi.  Inoltre c’è da aggiungere che la squadra europea si è dimostrata in grado di evolversi alle situazioni (vedi Caps asfaltato da Rookie in corsia) e se anche gli EDG fossero in grado di strappare uno o più game è veramente difficile credere che la squadra cinese sia in grado di raggiungere il livello di teamplay mostrato dai FNC per tutta una bo5.

Matchup da tenere d’occhio: Broxah – Clearlove/Haro

Broxah è stato il jungler con più impatto nelle partite del torneo. Se la coppia di jungler degli EDG non dovessero trovare un rimedio al jungler dei Fnatic, allora la bo5 potrebbe diventare per i FNC ancora più facile del previsto. Al contrario, se dovessero trovare rimedio e snowballare l’early game per la propria squadra, si aprono dei piccoli spiragli per gli EDG di impensierire un po’ gli europei.