Home League of Legends Guide HOT PICKS #25: Nunu&Willump

HOT PICKS #25: Nunu&Willump

Premessa

Al momento della stesura di questo articolo, il gioco si trova ancora nella patch 8.22, ovvero la patch precedente alla Preseason patch. Nonostante ció, il contenuto dell articolo non dovrebbe essere soggetto a cambiamenti importanti, nel piú probabile dei casi saranno infatti cambiamenti positivi (e.g il cambiamento all’ allocazione delle statistiche bonus date dalle rune).

Il jungle meta in 8.22

Ogni metagame esistente é, di solito, la soluzione che i giocatori (e coaching staffs) hanno trovato allo stato corrente del gioco; ovvero il modo ottimale di giocare la patch corrente, seguendo una serie di ragionamenti, se vogliamo simili a quelli che verrebbero applicati ad un problema di Teoria dei giochi.

La soluzione corrente é abbastanza chiara: Aggressione.

(Top 10 jungler con il pickrate piú alto al momento nel server Coreano)

Dovessimo illustrare, in modo approssimato, cosa offre questo tipo di gameplay potremmo semplicemente ridurlo a 3 punti chiave:

  1. Il miglior early game ottenibile dai vari stili di jungle presenti. Questo termine non si riduce all’avere il miglior ganking potential, ma anche un’ efficiente pulizia di giungla, buona capacitá di rispondere a 2v2 nel fiume per contestare l‘argogranchio e allo stesso tempo poter contare su powerspike date da oggetti che arrivano relativamente presto (per assurdo il Warrior enchantment é proprio la migliore 1-item powerspike del gioco).
  2. Alta varianza nei risultati ottenuti. Per spiegare questo punto potremmo prendere l’ esempio di due importanti meta jungler del momento come Camille e Lee sin. Entrambi sono campioni che raramente offrono un tipo di risultato costante, ma che ovviamente calzano a pennello in un ecosistema in cui, la loro “incostanza” viene offuscata dal fatto di essere in cima alla piramide alimentare.
  3. “Inefficienza” in Teamfights che accadono dopo il 25simo minuto. Per inefficienza si intende perlopiú il fatto che, in una situazione di non snowball, é preferibile avere altri tipi di champ con cui teamfightare a 3 item, rispetto all’ avere una Camille o uno Xin Zhao.

Nonostante il secondo e terzo punto siano negativi, basta il primo a far capire come mai tank come Zac o Maokai non riescono a trovare spazio in un meta simile, meta in cui l’ unico “tank” é Olaf, il quale riesce ancora a splendere per via del suo kit peculiare.

Quindi, date queste considerazioni iniziali, possiamo dire che al momento il meta non permette a campioni “lenti” di potersi battere alla pari con l’ attuale champion pool carnivora, risultando quindi in una quasi totale assenza dei cosiddetti scaling tanks che tanto piacciono ad Ambition.

Ma esiste forse una possibile soluzione a questa attuale situazione? C’é una soluzione alla “soluzione” corrente di cui abbiamo parlato prima?

Entrino Nunu&Willump

Il rework di Nunu, oltre a renderlo estremamente carino visivamente, ha creato forse uno dei tank piú interessanti del gioco. Un campione che sí, mantiene la sua identitá utility (anche se ovviamente dimuita rispetto a prima), ma che ora ha finalmente anche un kit di abilitá degno di questo nome.

Inizialmente, nella patch release del rework, Nunu fu abbastanza snobbato. Le abilitá si presentavano leggermente buggate (specialmente la W) e, allo stesso tempo, non appena i Pro si sono accorti che buildato full AP con Predator non funzionava, l’hanno lasciato stare.

Quindi i vari bugfix sono serviti a qualcosa? Al punto tale da renderlo viabile in un meta che non si addice ad un tank?

In breve, la risposta é . Potrei semplicemente chiudere il tutto mettendo pagina di rune e build, ma sarebbe abbastanza noioso, sia per me che per voi.

Andiamo quindi ad analizzare e discutere il PERCHÉ Nunu, non solo é forte, ma possibilmente uno dei jungler piú forti in soloq e forse anche in proplay.

Punto numero 1: Un clear solido sin dalle prime fasi di gioco

Il rework potrá aver cambiato Nunu, ma sotto questo aspetto Nunu é sempre Nunu, la Q é sempre la Q.

L’ amico inseparabile di Willump, é infatti un tipo di Tank che, nonostante abbia molto piu in comune con Sejuani che con Olaf, riesce comunque ad avere un clear (iniziale e non) che si adatta agli standard offerti dalla competizione, e che allo stesso tempo non necessita praticamente dell’ uso di pozioni.

Possono Sejuani e Zac replicare un tipo di clear simile? Non credo proprio.

Sottostante un esempio del tipo di clear offerto da Nunu al livello 2.

Punto numero 2: Lo Scuttle

Possiamo tranquillamente dire che nel meta attuale, se non hai un modo per pulire velocemente l’Argogranchio, o quanto meno la capacitá di fightare un early 2v2 nel fiume, allora non puoi ritenerti un meta jungler.

Nunu non solo riesce ad avere uno strong execute grazie alla Q, ma ha anche la capacitá di ridurre le difese di Giorgio attraverso la W o lo snare prodotto dalla sua E. Questo produce quindi un altro ottimo punto a favore per Nunu, che al contrario di Sejuani e Zac non fa assolutamente fatica sotto questo aspetto. (sí Sejuani dal cambiamento alla E fa fatica anche a fare lo scuttle).

Se la capacitá di controllare lo scuttle non fosse abbastanza, la “nuova” Q fa sí che nel caso dovesse scoppiare un fight, Nunu ha la possibilitá di rispondere senza rimanere inerme, visto che la combinazione di cura in aggiunta al prock di Aftershock lo rendono difficilmente uccidibile.

Punto numero 3: Le gank

La W di Nunu é un’abilitá….. rotta.

La W di Nunu fa tutto quello che serve al champ, ma in particolare offre un approccio al ganking unico, a cui é veramente difficile rispondere data l’elevata velocitá di movimento che ottiene.

Quando sei un laner e vedi arrivarti Nunu con la W caricata prevedi giá lo schermo grigio. Una volta che ti colpisce non ti lascia piú andare: Knockup della palla, in aggiunta allo slow della E in aggiunta allo snare della E. Ah si, poi puó anche ultare.

Sottostante abbiamo un esempio di come Nunu riesca facilmente a punire avversari troppo aggressivi

Punto numero 3.1: Le countergank

Nunu é uno scaling tank, non ha IL BISOGNO di far succedere qualcosa in modo proattivo come per esempio Camille o Xin Zhao. Nunu puó semplicemente decidere di giocare in modo reattivo, visto che il suo kit glielo permette.

Una countergank di Nunu é spesso una double kill, specialmente dopo il lvl 6. Questo é dato dal fatto che una volta perse le abilitá di escape (che nel caso di una gank vengono usate in modo offensivo, e.g W di Zed, E di Lissandra, E di Camille), i nemici non potranno evitare di essere colpiti. E una volta che Nunu ti colpisce con la W sei praticamente morto con l’ eccezione forse di una Zhonya sul channel di R.

Punto numero 4: Controllo Obiettivi

Saró breve, Nunu é ancora Nunu ed ha ancora il doppio Smite.

Punto numero 5: I teamfight

Ricapitolando Nunu ha:

  • Un buon clear
  • Un buon river control
  • Delle buone gank

Questi 3 punti da soli fanno sí che Nunu sia capace di andare testa a testa con altri meta jungler. Ok e quindi?

La vera forza di Nunu sta nell’ avere una cosiddetta polizza assicurativa nei suoi teamfight.

Nunu riesce infatti a transizionare nelle fasi finali della partita in modo piu che egregio, replicando un gameplay molto simile a quello che potrebbe avere una Sejuani, senza peró dover andare a far fronte con il costo che porta il dover giocare Sejuani early game.

La W offre un engage molto simile alla ulti di Sion, tantissimi CC, danno piú che egregio grazie alla R, e una durability impressionante grazie alla Q, all’Aftershock, e allo scudo preso sul cast della R.

In breve, Teamfighting presence oscena, in senso buono ovvio.

Qui sotto un tipico engage di Nunu (da notare senza ulti), che percorre metá lane, uccide il suo target e poi ne esce vivo grazie alla cura della sua Q e al prock di Aftershock.

Punto numero 6: Interazioni con la mappa di gioco

Nunu é uno di quei champ che, sfruttando al massimo le peculiaritá offerte dal suo kit, fornisce a se stesso ulteriori opportunitá per avere un “edge” sugli avversari. Un esempio di questo concetto puó essere il tunnel system offerto dalla E di Reksai oppure la versatilitá che offre il muro di Talyah.

Normalmente in gergo viene chiamato Map/Terrain scaling, e come detto sopra Nunu rientra proprio in questa categoria di campioni. Ma in che modo?

La W di Nunu offre al campione due specifici casi di terrain scaling.

Caso numero 1

Nel primo caso parliamo dell’ utilizzo dell Herald, specificatamente in corsia centrale.

Nunu puó infatti, dopo aver evocato Il Messaggero, sfruttare al massimo la sua W in linea retta, che una volta caricata sará abbastanza grande da mettere gli avversari “all’angolo” sotto il punto di vista decisionale.

In questa situazione il team nemico dovrá decidere, se difendere le proprie torri dalla testata dell’ Herald ma allo stesso tempo prendersi una W caricata al massimo, o semplicemente portare rispetto per l engage di Nunu e lasciare cadere le torri.

In entrambe le situazioni si tratta di scenari vantaggiosi per Nunu ed il suo team.

Caso numero 2

Risposta ad un possibile cattura del Baron da parte del team nemico.

In questo caso, il massimo del valore viene in teoria ottenuto da Blue side Nunu, il quale avrá strada diretta per spedire la sua palla in faccia al team nemico come raffigurato nell’imagine sottostante.

Questa particolare capacitá di Nunu puó dar vita a vantaggi pre-fight veramente insostenibili per l enemy team, che rimarrá incastato nel cerchio del Baron.

Discussione Rune

Esclusa l’opzione Predator che sembra essere parecchio altalenante e meno solida rispetto all’Aftershock, queste sono le due possibili pagine di rune usabili il momento:

 

La prima opzione opta per 1v1 e 2v2 migliori, mentre la seconda fa uso della velocitá aggiunta dal ramo Stregoneria per andare a migliorare sia le gank che gli ingaggi generali di Nunu.

Qual’ é la migliore delle due? Di questo ne ho discusso anche con Obsess, sub jungler dei Misfits, il quale mi ha lasciato questa come risposta definitiva sulla questione.

In breve, Ravenous hunter é spesso innecessaria e superflua, visto che la cura della Q viene gia amplificata del 50% quando Nunu si trova al di sotto del 50% di vita. Superflua invece non é la movement speed bonus donataci dal Celerity+Waterwalking.

POST PATCH EDIT: Il Celerity sembra essere per ora buggato e non funziona in modo corretto sulla W di Nunu. Per ora si consiglia di usare la pagina con Dominazione come secondo ramo.

POST PATCH EDIT #2: Per quanto riguarda i tre rami di statistiche aggiuntive, questa combinazione é quella consigliabile.

Build

 

Per quanto riguarda la build Nunu é un tank estremamente flessibile, nel senso che non é dipendente da oggetti in particolare e puó adattare le proprie difese in base al team nemico, in ogni situazione. In generale andrete sempre a buildare full tank come una Sejuani o un Zac.

Da notare il fatto che la Skirmisher Sabre é sempre preferibile alla Stalker’s Blade, questo perché Nunu apprezza molto di piú del danno aggiuntivo rispetto ad uno slow decisamente ininfluente per le dinamiche del suo kit.

Per quanto riguarda il maxing invece, si tende a fare sempre R>Q>E>W.