Home League of Legends Esports PG NATS Top n’ Flop

PG NATS Top n’ Flop [Quarti di Finale]

Bentornati in “PG NATS: Top n’ Flop”, la rubrica che ogni settimana elegge i giocatori e le squadre migliori e peggiori delle ultime giornate della più importante competizione italiana.

I quarti di finale tra Cyberground Gaming e Outplayed e tra Samsung Morning Stars e iDomina eSports ci hanno regalato diverse emozioni e qualche sorpresa.

Le sorprese maggiori sono giunte dal secondo quarto di finale, quello tra CGG e OP, infatti la vittoria per 2-0 dei detentori del titolo è stata sorprendente date l’aspettative della vigilia. Sicuramente un ruolo cruciale lo ha svolto Zvene, il nuovo arrivato tra le file degli Outplayed. Il top laner svedese ha riportato nella corsia superiore neroverde quella storica consistenza in fase di corsia e abilità di teamfight che Skar solo a tratti è riuscito a dare alla propria squadra, e ciò ha permesso anche a Chrisberg di incidere maggiormente negli scenari finali di partita. Impatto che invece non ha avuto Creon, sia per colpe personali che, a tratti, del proprio support Dzondy, incidendo così pesantemente sull’esito finale della serie.

Nel primo quarto di finale invece abbiamo assistito a quello che in grande parte ci potevamo aspettare. La vittoria dei SMS era prevedibile, ma altrettanto prevedibile era che gli iDomina riuscissero quantomeno a strappare il punto della bandiera, data la loro elasticità in fase di draft. Purtroppo per gli iDomina la partita decisiva è stata ampiamente compromessa dalla prestazione di Curator che è stato completamente travolto dal jungler nemico, Kamil, e che a causa della sua prestazione è andato ad inficiare in maniera negativa l’esito anche della fase di corsia dei propri compagni, come ad esempio nel caso della corsia superiore. Forse mettere il proprio anello debole in un matchup sfavorevole, inoltre contro un esperto giocatore di Kha’Zix, non è stata la scelta migliore.


TOP N’ FLOP: SQUADRE

TOP OF THE WEEK

Outplayed

L’impatto con la serie non è stato dei migliori, ma il furto del Nashor da parte di Styllee sembra aver sbloccato qualcosa nella testa della squadra che da quel momento in poi ha iniziato a giocare su un altro livello. Molto bravi ad aver implementato così bene Zvene nei meccanismi della squadra che, nonostante il poco lavoro svolto insieme, sembra essere parte di questo collettivo già da tutta la stagione. Sono serviti dei cambi, ma adesso la squadra sembra pian piano tornare verso i livelli a cui ha abituato il pubblico negli anni.

FLOP OF THE WEEK

Nessuno

Nel primo quarto di finale entrambe le squadre, SMS e ID, hanno rispettato le aspettative della vigilia, mentre la sconfitta dei Cyberground non è attribuibile ad una brutta performance da parte della squadra, ma piuttosto ad un netto miglioramento degli avversari.


TOP N’ FLOP: GIOCATORI

TOP

3] Eckas

Fino a la perdita del Barone Nashor, nel primo game, possiamo dire che stesse facendo quasi 1vs9 e più in generale le sconfitte sono difficilmente imputabili a lui che ha fatto il suo. Durante quasi tutta la competizione ha dimostrato di essere di un ottimo livello. Peccato per il basso numero di campioni con cui riesce ad avere un impatto devastante.

2] Kamil

Nella prima partita, grazie ai ban persi dagli iDomina, passeggia per la landa seminando caos e devastazione tra le fila nemiche con il suo Rengar. Nel terzo game massacra Curator per tutta la fase di corsia e mette una seria ipoteca sulla vittoria finale della seria.

1] Zvene

Arrivato negli OP solo qualche giorno prima della partita, gioca come se fosse stato da sempre in questa squadra. In entrambe le partite ha un impatto tremendo: prima in fase di corsia riuscendo a tenere a bada Only Angel e poi in fase di teamfight dove ha trovato dei flank cruciali.

 

FLOP

3] Dzondy

Parte della brutta performance di Creon è anche attribuibile ad una sua giornata non al top della forma. In alcuni teamfight decisivi del primo game è lento nel mangiare il proprio tiratore con Tahm Kench per evitare che venga assalito da Kennen, e anche nel secondo game posiziona qualche lanterna più omicida che salvifica (anche se in questo caso poi la colpa è anche di chi le prende).

2] Curator

Sebbene nella seconda partita offra una prestazione solida, nella terza sbaglia completamente la lettura del matchup e condanna la propria squadra alla sconfitta.

1] Creon

I Cyberground lo posizionano in entrambe le partite su dei suoi comfort pick, Ashe ed Ezrael, ma non riesce mai ad imporsi. Nella prima partita rimane per lunghissimi tratti con nessuna contribuzione alle uccisioni del proprio team e in fase di teamfight è spesso il primo a morire, in alcuni casi anche per colpa di Dzondy. Nella seconda nuovamente è spesso il primo a morire, anche grazie a degli Arcane Shif fantasiosi.


 

Tra oggi e domani si giocheranno le semifinali dei PG Nats.

La prima vedrà affrontarsi Sparks Campus Party ed Outplayed. Le due squadre per certi versi si assomigliano molto. Entrambe hanno dei mid laner gregari, entrambe hanno dei top laner solidi e dall’alto impatto in teamfight ed entrambe hanno degli ADC che puntano ad essere la star della partita seppure in maniera opposta. Il matchup tra queste due squadre probabilmente verrà deciso molto dai jungler e dalla prestazione delle proprie bot lane nelle prime fasi di partita. Da una parte Styllee deve dimostrare di essere cresciuto abbastanza da essere in grado di sopravvivere nelle prime fasi a Rawbin IV, dominatore piuttosto incontrastato della giungla di questa competizione. Allo stesso tempo sarà fondamentale per gli Outplayed riuscire ad imporre ad EndZ di farmare solo i minion e non anche la loro duo bot. Se le partite dovesse arrivare al late game su delle situazioni di sostanziale parità, allora entrambe avranno le stesse chance di assicurarsi un posto per la finale.

La partita di sabato invece vedrà coinvolti i Samsung Morning Stars contro i QLASH Forge. La sfida, per quanto nuova, ha un sapore antico e ricorda un po’ le sfide di qualche anno fa tra Outplayed e Forge. Infatti, gli SMS attuali ricordano molto delle vecchie formazioni neroverdi che puntavano tantissimo alla dominazione dell’avversario sotto il profilo meccanico più che macroscopico. Mentre i Forge, sono rimasti loro. La squadra dalla macro in stile coreano che nelle fasi di late game sa come portarsi a casa la partita. La storia ci ha insegnato che lo stile dei Samsung difficilmente sarà in grado di portarsi a casa una serie contro i Forge, ma chissà che durante questa settimana non abbiano preparato qualche sorpresa in grado di ribaltare la situazione.

 

Le partite come al solito saranno visibili sul canale twitch di PG Esports, inizieranno alle 17 sia oggi che domani e saranno BO5.

Articolo precedenteL’evento di Londra chiude le Gfinity FIFA Series di FIFA19
Articolo successivo[XBOX] Outplayed Euphoria Weekly Recap #16
Videogiocatore da oltre 15 anni, prima su WoW, poi su LoL, che scopre con la finale dei Worlds 2014. Da quel giorno nasce il suo interesse per gli Esport, passione che lo ha portato prima a competere in due academy come giocatore e successivamente a lavorare come freelance con focus principale il mondo competitivo di LoL.