Home League of Legends Guide COUNTERPICKS #1: LUX SUPPORT

COUNTERPICKS #1: LUX SUPPORT

In questa nuova rubrica andiamo a vedere in che modo è possibile counterare i champion più popolari della patch: in questa prima edizione demo andiamo a vedere Lux support che al momento ha un 53% di win rate con un play rate del 12.75% in EUW ed ha stats ancora più incredibili in Corea.

Prima di andare a vedere dei possibili counter è bene analizzare cosa porta il champion in sè e quali sono i suoi punti forti e deboli.

PRO
  • Groud control dato dalla
  • Scouting dato dalla E
  • Massici scudi ad area
  • Hard CC nel binding che colpisce fino a 2 bersagli
  • Burstcombo a livello 6
  • Resistente agli all in per via di aftershock
CONTRO
  • Bassi danni in linea dato che si prendono solo 2 punti in E
  • Mobilità quasi assente

Già da questi dati possiamo dedurre che le poke lane possono prendere vantaggio contro Lux però un’analisi più approfondita mostra che non hanno la meglio per quanto riguarda le fasi di mid e late game: questo perchè Lux porta molta più utilità in fight rispetto a Nami, Janna o Lulu per via dei suoi CC e, sopratutto, il suo scudo; l’unico support da poke che si avvicina a lei è Karma.
Eliminata la possibilità di giocare poke dobbiamo andare a selezionare altri counter alcuni dei quali più intuitivi ed altri meno: tra i pro abbiamo detto che aftershock la rende difficile da ingaggiare il che rende supporti come Nautilus ed Alistar sicuramente meno appetibili ma ci sono altri champion che possono minacciarla nonostante quella keystone. Tra questi champion penso che 3 risaltino come counter a Lux: Thresh, Pyke e Tahm Kench.

THRESH

Thresh è sempre stato popolare e con giuste ragioni: il suo kit estremamente duttile gli permette di essere un support sia da ingaggio che da disingaggio ed apre un sacco di possibilità in linea. Nel match up contro Lux è necessario sfruttare la bassa mobilità del supporto demaciano minacciandola col grab limitando in questo modo le sue giocate in linea; Thresh, se accompagnato da un ADC capace di infliggere danno nelle prime fasi di gioco, vince agilmente gli all in 2v2 ma il modo migliore per affrontare questa corsia è con la pressione del jugler setuppando gank con la lanterna.
Nelle fasi di mid late game Thresh può salvare gli alleati dalla burst combo di Lux, a condizione che gli alleati prendano la lanterna prima di essere colpiti dal binding, e mantiene la sua utilità da CC machine in fight.

PYKE

il match up di Pyke contro lux è molto simile a quello di Thresh ma Pyke risulta molto più indipendente nel suo stile di gioco ma necessita anche di maggiori skill per essere eseguito.
In fase di corsia il gioco di Pyke dipende molto da chi lo accompagna:

  • Un ADC con basso potenziale di push ma un buon all in gli permette di giocare in maniera aggressiva e minacciare all in e gank costantemente soprattutto se in combinazione col jungler
  • Un ADC indipendente, come Ezreal, può essere lasciato da solo mentre si cercano giocate in midlane sfruttando la bassa mobilità di Lux che avrà serie difficoltà a seguire
  • Infine un ADC capace di pushare ma con basso danno, come Sivir, permette a Pyke di prendere vantaggio non solo mid ma anche in jungle posizionando visione ed attaccando il jungler avversario assieme al proprio

Nel mid game invece Pyke vuole aprire la mappa e giocare sulle corsie laterali dopo aver ottenuto priorità in corsia centrale, questo dipende molto dal tipo di team e dallo stato della partita ma l’idea generale è che non è bene combattere in 5v5 contro Lux come Pyke se non si ha un ottimo set up sui fianchi.

TAHM KENCH

Questo pick è quello con più difficoltà di esecuzione e che consiglio vivamente di usare solo se siete in duo con il jungler o vi fidate molto delle vostre abilità; dico questo perché TK può gestire la corsia sia passivamente che attivamente ma nel mid game l’unico modo per carryare il game è tramite la ultimate verso le corsie laterali.

In corsia Tahm può giocare in maniera sia aggressiva che passiva anche se la prima è decisamente preferibili: è piuttosto semplice sloware e letteralmente rubare down Lux od il suo ADC grazie ai bassi danni che sono mitigati dalla E, per fare ciò è necessario un ADC con capacità di follow up come Ashe o Kai’sa per citarne un paio. Se non è possibile prendere l’approccio aggressivo è sempre possibile farmare ed usare la W difensivamente quando necessario ma questo stile di gioco è decisamente meno redditizio.

Nel mid late game è necessario sfruttare la bassa mobilità di Lux per forzare giocate cross map e prendere il vantaggio numerico: questo è necessario perché in uno scontro 5v5 l’utilità di Lux è impareggiabile per TK.