Home League of Legends Gli Eterni sono considerabili pay-to-win

Gli Eterni sono considerabili pay-to-win

No, se ve lo state chiedendo quello che avete letto non è assolutamente un titolo clickbait. Capiamo i vostri i dubbi e cercheremo di eliminarli entro la fine dell’articolo, ma prima vorremmo fare un paio di premesse: l’intero ragionamento deriva da un thread su Reddit e, soprattutto, il fatto che gli Eternals (nel momento in cui scrivo) possono essere considerati a tutti gli effetti degli elementi pay to win di League of Legends non è volontario e gli sviluppatori sono già al lavoro per sistemare le cose.

C’è anche da dire che nonostante i difetti del MOBA targato Riot Games, il fattore del pagare per vincere non può assolutamente essere elencato tra essi dato che gli unici oggetti acquistabili sono puramente estetici (o al più campioni), nessuno di questi rientra nella categoria sopracitata. L’articolo verrà diviso in 2 parti, ossia la spiegazione del perché nella forma attuale gli Eterni rientrano in questa categoria e le varie soluzioni proposte, inclusi commenti dei Rioters.


Perché sono considerabili pay to win?

Image by X4M12
    • Come ben sappiamo, in League of Legends sono presenti sia skills che permettono di ottenere visione nell’aria in cui vengono lanciate (o che comunque rendono esplicito quando colpiscono un campione non visibile, ad esempio il Colpo mistico (Q) di Ezreal), mentre ce ne sono altre che anche se colpiscono un bersaglio invisibile non lo rendono noto (es. la Prigione luminosa (Q) di Lux). Anche quest’ultima tipologia di abilità, grazie all’Eternal che indica in tempo reale quanti danni abbiamo inflitto, potrà rivelare, ad esempio, la presenza di un campione nascosto in un cespuglio, potenziando di fatto l’abilità lanciata. Questo Eterno funziona anche con la Tiamat (e di conseguenza con la Ravenous Hydra).

 

    • Il miglioramento del punto precedente può riguardare esclusivamente abilità che infliggono danno, ma in realtà non sono le uniche: ad esempio il Campo gravitazionale (W) di Viktor, i cui unici effetti sono quelli di stunnare e trascinare i bersagli verso il centro della skill, non rivelerà comunque nemici invisibili anche se colpiti, ma con l’Eternal unico di questo campione, indicante il numero di champions nemici colpiti con la sua W, sarà possibile capire se è stato colpito un nemico non visibile. Ed ovviamente questo è solo un esempio, ce ne sono altri con lo stesso problema.

 

Alcuni di voi staranno sicuramente pensando “Beh? Tutto qua?” e la risposta è fortunatamente , ma in realtà questi punti sono più gravi di quanto si possa pensare a primo impatto. Provate a pensare a come verrebbe counterato un Teemo, che basa buona parte del proprio gameplay sull’invisibilità, a poter essere individuato da una così vasta moltitudine di abilità. Ma ora passiamo alle varie soluzioni proposte:


Come risolvere questa situazione

Prima di elencarvi le varie possibili soluzioni, voglio premettere che alcune di quelle proposte dal Redditor Caenen_ sono state omesse perché impraticabili o non completamente utili allo scopo. Di seguito trovate quelle valide:

      1. Fare in modo che la scheda con i progressi non sia visibile mentre il campione è in combattimento.
        In questo modo non si potranno sfruttare gli Eternal per venire a conoscenza della posizione di un nemico invisibile, o almeno non nel breve periodo. Di solito si esce dallo stato “In combattimento” dopo 5 secondi dall’ultima volta che è si è stati danneggiati o che si sono subiti danni; alzare ancora di più questo tempo per quanto concerne esclusivamente il tracking degli Eterni sarebbe probabilmente una buona tattica.
        Il problema di questa soluzione è che funzionerebbe molto bene con determinati Eterni, ma molto male con alcuni: ad esempio l’achievement che tiene conto dei nemici intrappolati dal Sinodo oscuro (W) di Yorick, questa skill infatti non lo fa entrare in combattimento (dato che non infligge danni all’avversario intrappolato), di conseguenza sarebbe comunque possibile capire se qualche avversario invisibile si trova all’interno dell’abilità.

 

      1. Ponendo rimedio ai problemi della precedente soluzione, potrebbe essere possibile far apparire la tab con i vari traguardi soltanto alla morte del proprio campione, in questo modo sarà comunque possibile controllarli durante la partita ma senza trarne particolari benefici.
        Nonostante questo, potrebbe rivelarsi poco soddisfacente per i giocatori, facendo di fatto diventare gli Eternal quasi inutili e decisamente poco appetibili.

 

      1. Applicare la prima soluzione, ma modificando gli Eterni problematici come quello di Yorick; purtroppo anche questa soluzione ha un grande contro: ci sarebbe bisogno di trovare altri Eterni unici altrettanto interessanti per ogni campione affetto da questo problema, cosa talvolta molto difficile. Inoltre renderebbe necessaria l’occupazione di molto tempo da parte dei designer, che dovranno sostanzialmente buttare al vento il lavoro già svolto.

 

      1. Una soluzione che funzionerebbe al 100%, potrebbe essere quella di modificare tutte le abilità che non danno vision, facendo in modo che la diano. Come vi renderete facilmente conto, questa è in realtà la peggior soluzione di tutte: modificare così tanto il gameplay soltanto per inserire dei cosmetici acquistabili non sarebbe affatto la tattica di un’azienda seria, pertanto siamo sicuri che Riot Games non farà nulla del genere.

In conclusione, sono stati proposti vari modi per risolvere la questioni degli Eterni ma ognuno di questi è ben lontano da una vera e propria soluzione, fortunatamente c’è un intero team di esperti che a quanto pare sta già lavorando per raggiungerla, come ha detto il Product Manager dell’azienda, ossia Ken Adams:

“Ottimo post! Hai ragione quando dici che questo problema non è intenzionale, inoltre le soluzioni che hai proposto sono molto ben pensate. Farò presente il tutto al nostro team e vedremo se utilizzare una delle tue soluzioni o se ne saranno necessarie altre per fare in modo che gli Eterni non diano questi vantaggi sulla Fog of War.”

Non possiamo escludere che la release degli Eterni si sia allontanata a causa di questa interazione, ma non possiamo che esserne contenti se servirà a rendere il nuovo sistema di achievement più equo, per quanto sia discutibile.

Pensate che sia eccessivo definire questa meccanica “Pay-to-Win”? Quali potrebbero essere delle soluzioni migliori? Fatecelo sapere nei commenti.

If you have found a spelling error, please, notify us by selecting that text and pressing Ctrl+Enter.