Home Dota 2 Valve fa un grande passo verso lo smurfing e il boosting degli...

Valve fa un grande passo verso lo smurfing e il boosting degli account in Dota 2

Una nuova stagione classificata è stata annunciata il 17 settembre dallo sviluppatore di Dota 2 e con il reset della classificazione del matchmaking (MMR) Valve sta effettuando molte modifiche per tracciare il comportamento dei giocatori.

Il reset MMR entrerà in gioco il giovedì 19 settembre 2019, quando sebbene i due numeri MMR siano separati, core e support, rimarranno al loro posto dopo la ricalibrazione, i giocatori riceveranno entrambi i punteggi aggiornati in base a una “percentuale di vittorie o sconfitte nel gioco “, afferma Valve, aggiungendo che modificheranno il sistema appena troveranno “il miglior equilibrio”.

I giocatori che cercheranno una partita classificata noteranno un leggero cambiamento nel modo in cui l’algoritmo di ricerca funzionerà. Secondo Valve, fino ad ora l’algoritmo calcolava la media del MMR su entrambi i lati per abbinare cinque giocatori contro altri cinque. Poiché il sistema non sembra aver apportato alcun aspetto positivo, l’algoritmo cercherà ora di abbinare i giocatori in base al ruolo MMR di ciascun giocatore.

Questo tendeva a rendere i giochi davvero non divertenti. In passato abbiamo dato priorità al rank tra le due squadre come uno dei criteri principali per trovare una partita, tuttavia abbiamo deciso di cambiare le proprietà. Ora avranno più importanza i giocatori in base al ruolo MMR. Questo sarà anche qualcosa a cui punteremo per modificare e migliorare nelle prossime settimane per assicurarci che la struttura di ricerca dell’algoritmo sia correttamente ottimizzata. “- Valve

Per prevenire la nuova tendenza del “furto di ruoli” che è sfuggita si controllo a prescindere dal rank, Valve sta ora implementando una funzione di report aggiuntiva che sarà disponibile durante i primissimi minuti all’inizio di una partita. Questi report, insieme ad “alcuni altri meccanismi di rilevamento”, consentiranno a Valve di essere “molto più aggressiva nel punire i giocatori che abuseranno del sistema”.

smurfing, boosting, sono la rovina di un gioco e l’utilizzo di script verranno esaminati in modo approfondito con il nuovo aggiornamento e comporteranno nuove ondate di ban.

La prima ondata di ban è per i giocatori con punteggi di comportamento molto bassi. Continueremo a fare periodiche ondate di ban per gli utenti che rientrano in questa piccola percentuale della community. Gli utenti che raggiungono questo basso livello di comportamento nel gioco sono un problema troppo grande per il resto della comunità. Il secondo caso in cui gli utenti verranno banditi è per chiunque venga rilevato di violare il Contratto di servizio Steam che impedisce l’acquisto o la vendita di account Steam. L’acquisto di un account per ottenere un rank superiore o inferiore non è consentito e causa effetti collaterali negativi per l’esperienza di gioco di altri. Questo non cattura tutte le vendite dell’account che si verificano, ma pensiamo di aver preso abbastanza materiale per intraprendere qualche azione. Stiamo anche vietando ai giocatori di usare exploit per ottenere un vantaggio sugli altri giocatori. Nelle prossime settimane perfezioneremo gli algoritmi di rilevamento per questi comportamenti offensivi e inizieremo a emettere ban settimanali che entreranno in vigore senza preavviso. Gli account che vieteremo ora avranno anche il numero di telefono associato inserito nella blacklist permanente in modo da poter non avere più accesso al matchmaking classificato.

Per quanto riguarda il numero crescente degli account smurf, Valve afferma di aver riscontrato un problema tecnico nel sistema che consentiva ai giocatori di accedere al matchmaking classificato senza dover collegare un numero di telefono al proprio account. Il problema è ora risolto e, inoltre, Valve sta implementando un nuovo meccanismo per garantire l’accesso classificato.

Per ottenere l’accesso, ai giocatori non sono più richiesti almeno 100 partite ma almeno 100 ore di gioco.

Tutti gli utenti che hanno già accesso alla classifica senza soddisfare questo requisito verranno rimossi dalla classifica fino a quando non avranno giocato abbastanza tempo“.

Inoltre, i giocatori che avranno migliori statistiche costantemente nel proprio rank  verranno posizionati più velocemente in una classifica MMR più alta.

Nella speranza di rendere il gioco più fluido e liberarlo dai booster, smurfer e cheater, Valve sta anche lanciando alcune idee per lo sviluppo futuro del sistema di matchmaking e invita la community di Dota 2 a una discussione aperta per dei suggerimenti.

Uno dei suggerimenti che provengono da Valve, ad esempio, è implementare un one-time cost per accedere ai giochi classificati.

Non vediamo l’ora di vedere il tuo feedback su questo aggiornamento e di continuare a ricevere feedback nelle settimane successive su come migliorare il matchmaking”, Valve termina il loro post sul blog che può essere letto per intero qui.