Home League of Legends Esports La community di League of Legends esprime la loro frustrazione in seguito...

La community di League of Legends esprime la loro frustrazione in seguito alle pubblicazioni dei biglietti per la finale dei campionati mondiali

Lunedì sono stati messi in vendita i biglietti per le finali della League of Legends World Championships 2019 di Riot Games nell’Arena AccorHotels di Parigi. I biglietti sono esauriti in pochi minuti, mentre molti fan dichiarano di non avere la possibilità di accedere al sito web, cosicchè sono costretti a comprare i biglietti via terzi con un prezzo 10 volte l’originale. Diversi fattori hanno sconvolto la comunità di League of Legends.

Innanzitutto, un collegamento con i partner per l’acquisto dei biglietti due ore prima che il lancio ufficiale delle vendite dei biglietti fosse possibile, causando confusione all’interno della comunità. “La vendita precedente rappresentava solo una piccola parte del totale dei biglietti disponibili. Era pensato per i nostri partner che quest’anno hanno dovuto proteggere i biglietti attraverso il portale dei biglietti“, ha scritto Anton” RiotJokrCantSpell “Ferraro, responsabile delle comunicazioni globali di eSport a Riot Games su Reddit.

La stragrande maggioranza dei biglietti è stata in vendita al momento designato.”

Inoltre, Riot Games ha commesso diversi errori di comunicazione, aumentando la frustrazione dei fan che non erano in grado di assicurarsi i biglietti per se stessi. Ticketmaster, la piattaforma di vendita dei biglietti con cui ha lavorato, utilizza un meccanismo di coda nel tentativo di impedire ai robot di acquistare i biglietti. La società raccomanda agli utenti di “accedere al proprio account Ticketmaster almeno 10 minuti prima dell’accesso alla sala d’attesa”, un processo necessario che non è stato comunicato da Riot. Anche con questo processo in atto, i biglietti sono esauriti in pochi minuti e presumibilmente, nonostante tali misurazioni, i robot hanno comunque acquistato un gran numero di biglietti.

Ulteriori problemi nella comunicazione sono stati creati annunciando alle 16:00 CET (Central European Time o UTC + 01: 00) l’inizio delle vendite dei biglietti orari. Ciò equivale alle 17:00 CEST (Central European Summer Time o UTC + 02: 00), che è l’ora attualmente in uso mentre la vendita dei biglietti è iniziata alle 16:00 CEST (3 pm CET).

Successivamente, solo pochi minuti dopo il lancio della vendita, i siti Web dei primi rivenditori hanno iniziato a vendere i biglietti per le finali. Mentre inizialmente erano disponibili biglietti rivenduti a partire da € 159 EUR ($ 176 USD), i prezzi sono aumentati fino a oltre € 800 ($ 884) in un giorno. I prezzi dei biglietti originali erano a partire da € 45 ($ 50), prezzo del biglietto € 40 più € 5 di tasse, con i biglietti più costosi venduti a € 87 ($ 96), prezzo del biglietto € 80 più € 7 di tasse.

Secondo il Centro europeo dei consumatori, “Vendere, offrire in vendita o mettere biglietti in vendita o fornire i mezzi necessari per la vendita dei biglietti di accesso a eventi sportivi, culturali, commerciali o di intrattenimento dal vivo in modo normale e senza autorizzazione del produttore , dell’organizzatore o del proprietario del copyright dell’evento o dell’intrattenimento sono vietati e puniti con una multa di € 15.000, € 30.000 in caso di recidiva (articolo 313-6-2 del codice penale francese).

Nonostante la rivendita di biglietti per eventi sportivi e dell’intrattenimento dal vivo sia illegale in Francia, ciò non ha impedito alle persone di utilizzare le finali del campionato mondiale League of Legends a Parigi per ottenere un rapido profitto. Allo stesso modo, le conseguenze legali sono improbabili per le persone che vendono i biglietti considerando anche lo sforzo delle autorità con i venditori / acquirenti che non sono residenti in Francia, utilizzano reti private virtuali (VPN) o utilizzano uno dei molti modi per aggirare la legge, ad esempio vendendo a € 800 ($ 884) una maglia inserendoci dentro il biglietto come regalo, quindi non rivendono i biglietti.

Il problema della rivendita dei biglietti attraverso i bot automatizzati è nell’interesse degli organizzatori di tornei che dovrebbero dare priorità all’esperienza dei fan rispetto alle entrate del ticketing, gestire attivamente questo problema invece di sperare che le piattaforme di vendita dei biglietti arrivino a trovare una soluzione, poiché lo scalping dei biglietti sarà sempre un problema per gli eventi in cui la domanda dei biglietti supera l’offerta a causa del denaro da guadagnare.

La maggior parte delle piattaforme di vendita di biglietti non ha incentivi finanziari diretti per prevenire lo scalping poiché guadagnano da qualsiasi vendita effettuata. Nel caso specifico della piattaforma utilizzata per questo evento, Ticketmaster, è stato accusato di supportare gli scalper. Potenzialmente in aggiunta alla sfida per Riot Games di prevenire lo scalping dei biglietti, potrebbe essere che la sede preimpostasse la piattaforma di vendita apposta per loro.

Finora Riot Games (la biglietteria è gestita dalla sede americana di Riot Games, non dagli uffici europei) non ha annunciato alcuna azione da intraprendere in risposta alla situazione. Per i prossimi eventi, la trasparenza sulla vendita dei biglietti potrebbe diventare cruciale per riguadagnare la fiducia della comunità. Tale sforzo potrebbe includere biglietti personalizzati (ID o numero di telefono) che concedono solo l’accesso alla persona indicata sul biglietto, i biglietti non cartacei come badge inviati per posta per evitare che i fan possano potenzialmente acquistare biglietti falsi.

Nella seconda metà del 2019, questo è già il secondo torneo di eSport molto importante che crea indignazione nella comunità a causa dello scalping dei biglietti a seguito dei problemi simili che si verificarono durante The International a Shanghai.