Home Call of Duty: Modern Warfare Activision Blizzard conclude il franchising Call of Duty con 12 squadre

Activision Blizzard conclude il franchising Call of Duty con 12 squadre

L’imminente Call of Duty League includerà 12 squadre nella sua prima stagione, poiché Activision Blizzard ha finito di vendere gli spot in franchising per il campionato.

  • Activision Blizzard ha bloccato il numero di team Call of Duty per la prima stagione dopo aver venduto 12 franchising.
  • La lega inizierà a giocare nel 2020 ed è stata chiamata “Call of Duty Global League“, anche se quel nome non è ancora definitivo.
  • Anche la Overwatch League (OWL) è iniziata con 12 squadre prima di espandersi a 20 nella seconda stagione. Dieci dei 12 proprietari di franchising Call of Duty hanno anche team OWL.

Bobby Kotick, CEO di Activision Blizzard, ha confermato il passaggio in un’intervista con il Washington Post. “Il nostro obiettivo per il futuro di Call of Duty Esports era collaborare con gruppi di proprietà impegnati a portare le prossime squadre sportive professionistiche nelle loro città e a costruire una comunità di appassionati del mercato interno”, ha affermato. “Abbiamo trovato quei partner e la Call of Duty Esports League 2020 si è ufficialmente chiusa con 12 squadre“.

La lega è stata denominata come “Call of Duty Global League” in una call con Activision Blizzard, sebbene l’articolo del Washington Post affermi che un nome ufficiale non è stato ancora finalizzato. Anche la Overwatch League (OWL) ha iniziato con 12 squadre nella sua stagione di debutto nel 2018 prima di espandersi a 20 squadre per la stagione 2019.

Innanzitutto ci piace la simmetria, come ha fatto Overwatch League nel suo primo anno e volevamo davvero concentrarci sul Nord America e sull’Europa per iniziare e crescere davvero da lì“, ha dichiarato il commissario di Call of Duty Esports a Johanna Faries Washington Post.

Come la Overwatch League, la Call of Duty League ospiterà le sue partite in casa di ogni squadra nel 2020. La Overwatch League passerà dalla Blizzard Arena alle case delle squadre in due giorni, con ciascuna organizzazione che ospita almeno due di queste case private durante la stagione. Non è ancora noto se Call of Duty rispecchierà esattamente quel formato o adotterà un approccio diverso.

Dieci dei 12 slot in franchising Call of Duty sono di proprietà di organizzazioni che hanno anche team OWL, tra cui OpTic Gaming / Immortals Gaming Club (Los Angeles Valiant), NRG Esports (San Francisco Shock) e Envy Gaming (Dallas Fuel). La lega includerà squadre che avranno luogo in Atlanta, Chicago, Dallas, Florida, Londra, Minnesota, New York, Parigi, Seattle e Toronto, oltre a due squadre di Los Angeles.