Home League of Legends Esports Mondiali Lol: Play-In Preview gruppo B

Mondiali Lol: Play-In Preview gruppo B

Un girone popolato da serpenti, squali e main Heimerdinger, il gruppo B vede protagonista il terzo seed europeo, gli Splyce. Non possono però permettersi di stare tranquilli perché i loro avversari, gli Isurus Gaming dall’America Latina e i Detonation FocusMe dal Giappone, sono tutt’altro che avversari da sottovalutare. Di playstyle molto simile, questo è un girone di “scacchisti”, squadre che preferiscono il piano all’azione individuale. Scopriamo assieme chi ha più chance di passare!

– MATCHUP

1) TOPLANE

GNAAAARRR! Questo sarà probabilmente il suono che sentirete una partita su due quando verrà inquadrata questa corsia. Evi, il toplaner dei DFM, nelle ultime settimane è diventato praticamente otp, e se non sarà bannato quel campione, che ben si inserisce nella dualità splitpush-teamfight dei DFM, diventerà il centro della strategia giapponese. Quanto a Vizicsacsi, potrebbe esserne perfino contento: lui stesso lo utilizza molto, così come vari suoi counterpick. Detto questo l’europeo predilige campioni di utilità globale più che di dominazione della corsia e la sua Poppy è sempre dietro l’angolo. Per non farci mancare nulla perfino Buggax degli Isurus ha una sua nicchia di campioni, ma questa volta molto più incentrati sulla corsia dominante: nelle ultime settimane lo si è perfino visto giocare Teemo! Vedere come questi tre giocatori completamente differenti si affronteranno sarà molto interessante. Csacsi è piuttosto avvantaggiato, essendo il più versatile e di esperienza, ma potrebbe soffrire molto il camping da parte dei jungler avversari. Tra Evi e Buggax invece ci aspettiamo continui scambi di priorità, ed un’elevata richiesta di risorse; in poche parole, uno skill matchup non da poco.

2) JUNGLE

Riteniamo che qui sia dove gli Splyce abbiano il vantaggio più marcato: Xerxe nell’ultima stagione si è rivelato sia un ottimo macro-game player che un jungler aggressivo in grado di tenere sotto scacco gli avversari e dare il tempo al proprio team di entrare nella comfort zone nel late game. Gli Isurus rispondono con Oddie, molto bravo nell’impostare la mappa; egli predilige i bruiser in grado di adattarsi bene alla situazione e buildare sia tank che danno. I DFM, dal canto loro, vantano Steal un giocatore dalle performance variabili: molto più costante sui pick da early game, attua per la sua squadra una strategia molto simile a quella descritta per Xerxe.

3) MIDLANE

Anche qui abbiamo dei pick individuali molto caratteristiche, in grado di regalare spettacolo se superano la fase di Ban.
In Europa la Qyiana di Humanoid è una delle più temute ed il giovane giocatore è passato dall’essere “meta stuck” ad essere uno dei midlaner europei dai numeri migliori, appena al di sotto degli star player.
Non si può parlare di pick personali senza nominare l’Heimerdinger di Ceros: questo campione, ignorato quasi completamente nelle regioni maggiori, in Giappone è pick or ban, e Ceros è il maestro per eccellenza.
Infine non dimentichiamo Seiya, il giocatore degli Isurus, privo di una signature pick ma di contro molto bravo ad adattarsi al meta, lo vediamo in maggiore zona di comfort su maghi da dps piuttosto che su assassini.

4) BOTLANE

Quando la strategia della tua squadra fa molto affidamento sul macrogame, la botlane deve essere un fulcro affidabile e queste tre squadre lo sanno bene. Iniziando dagli Splyce, Kobbe e Norskeren costituiscono una certezza: statisticamente giocatori dai numeri ineccepibili non brillano per spettacolarità ma per costanza, mai sopra le righe conoscono il loro lavoro e lo fanno bene concedendosi ogni tanto qualche ctrl-3. La squadra del LLA invece propone Warangelus affiancato da Slow che, nonostante il nome, si è rivelato il supporto più reattivo della sua competizione nella capacità di peeling. Infine, i DFM schierano Yutapon e Gaeng, più abituati all’hard push rispetto agli avversari.

-PLAYSTYLE GENERALE E PRONOSTICO

È un gioco di macrogame e l’Europa incarna questo concetto meglio di ogni altra regione ad eccezione della Corea. Gli Splyce hanno un piano piuttosto leggibile,  ma hanno avuto la “fortuna” di trovare nel girone due squadre dalle tempistiche molto simili alle proprie, che difficilmente azzarderanno azioni troppo caotiche. Vediamo quindi i serpenti come favoriti, seguiti dalle altre due squadre abbastanza pari. Tra queste, propendiamo leggermente per i DFM, poiché crediamo che le pick specifiche come Heimerdinger, buffato in 9.19, possano dar loro quel quid in più. La macro degli Isurus è tuttavia molto pulita, e in caso di errori degli avversari potrebbero capitalizzare senza indugio.