Home ESPORTS I Pittsburgh Knights espandono la partnerships, le ambizioni delle Olimpiadi con il...

I Pittsburgh Knights espandono la partnerships, le ambizioni delle Olimpiadi con il New Rocket League Team

Pittsburgh Knights, organizzazione di eSport con sede a Pittsburgh, ha annunciato di aver aggiunto una squadra della Rocket League al suo elenco.

  • L’organizzazione degli sport Pittsburgh Knights ha reclutato la squadra della Rocket League, The Peeps.
  • I Knights hanno scelto la Rocket League per i suoi diversi sponsor, il pubblico giovane e il futuro olimpico.
  • Dopo aver vinto il Dreamhack Pro Circuit 2019, il team rappresenterà ora Pittsburgh Knights nella Rocket League Championship Series.

La squadra precedentemente nota come The Peeps è arrivata al primo posto nel Dreamhack Pro Circuit 2019 e rappresenterà i Knights nella Rocket League Championship Series (RLCS) Stagione 8 a partire dal 5 ottobre. Ogni giocatore della squadra ha 16 anni, rendendolo il più giovane della lega.

Rocket League è il miglior gioco non in franchising in cui entrare subito dal punto di vista organizzativo”, ha detto a The Esports Observer l’ex giocatore professionista di Counter-Strike e il consulente di Esports dei Pittsburgh Knights Garett Bambrough.

I Knights attualmente schierano squadre in Smite, Paladins, PLAYERUNKNOWN’S BATTLEGROUNDS (PUBG), PUBG Mobile, Apex Legends, GWENT, Madden NFL 20 e Super Smash Bros.

Rocket League è un gioco colorato e non violento che attira un vasto pubblico giovane, così come i fan più casuali che potrebbero non capire le complessità di Counter-Strike o League of Legends, ha detto Bambrough, dando a Rocket League un potenziale “illimitato”. Il gioco attira anche una vasta gamma di sponsor, ha aggiunto, offrendo ai Knights ulteriori opzioni di partnership con i marchi.

Gli Esport non fanno parte dei Giochi olimpici per una miriade di ragioni come i problemi di proprietà intellettuale e se il gioco richiede un’abilità atletica paragonabile agli sport tradizionali. Il presidente del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) ha condannato pubblicamente il gioco per essere “troppo violento” anche per “valori olimpici”.

Per titoli non violenti come la Rocket League, che vede le auto giocare a calcio, il CIO potrebbe dare una seconda occhiata.

Se ci fosse un gioco che sarebbe alle Olimpiadi in fondo alla strada, sarebbe Rocket League a causa della sua natura non violenta“, ha detto Bambrough.

In effetti, IOC ha collaborato con Intel, Capcom e Psyonix / Epic Games per ospitare Intel World Open, una competizione di eSport che si svolgerà in vista delle Olimpiadi estive del 2020 a Tokyo, in Giappone. I giocatori gareggeranno in Rocket League e Street Fighter V con $ 250K USD assegnati per ogni torneo.