Home League of Legends L’identikit del giocatore “tossico” di League of Legends

L’identikit del giocatore “tossico” di League of Legends

Circa 4000 giocatori di League of Legends hanno recentemente partecipato a un sondaggio non ufficiale volto ad identificare alcune tipologie di giocatori ed interessanti curiosità legate a diverse parti del gioco.
Il sondaggio, molto variegato, spaziava dalle domande classiche sul gradimento di alcuni aspetti della landa come le Ranked o le varie modalità preferite fino ad una sezione legata alla tossicità in game.
Il sondaggio ha chiesto ai giocatori quanto facilmente tiltano e quali tipi di campioni e giocatori trovano più frustranti ed i risultati non sono troppo sorprendenti.

Come era presumibile i giocatori che preferiscono utilizzare i cosiddetti “Slayer” tendono ad essere piuttosto tossici rispetto agli altri. In questa macro-categoria degli Slayer troviamo sia gli Assassini che i combattenti.
Esempi di campioni di questo tipo sono Akali e Shaco o i vari Master Yi ed ovviamente Yasuo, personaggi che tendono a portare il summoner a correre per la landa a testa basta solo alla ricerca di avversari da uccidere a prescindere dagli obiettivi ed alle decisioni del resto del team.

Oltre il 25% dei giocatori intervistati ha classificato gli Slayer come “estremamente tossici”. All’altra estremità dello spettro ci sono i campioni della categoria Controller, in particolare gli Incantatori.
Questa classe di campioni include scelte come Janna, Sona, Soraka e Lulu che tendono a rimanere accanto ai campioni che infliggono danni e li supportano in diversi modi. Sebbene anche i support hanno il potenziale per fare molti danni agli avversari in generale sono considerati molto più “tranquilli”, naturalmente sono una scelta comune per un certo tipo di giocatori che probabilmente caratterialmente si sposano meglio con l’idea di compagno perfetto. Il ruolo stesso li rende spesso al servizio della squadra il che , anche se mai abbastanza, li valorizza come giocatori importanti in un team.

“Gli Slayer, sia combattenti che Assassini, sono stati identificati come il gruppo più tossico, etichettati dal 26% come “estremamente tossici “, ha delineato l’analisi dei risultati di questo sondaggio. “Combinando il gruppo” tossico “con” estremamente tossico “, questo gruppo supera il 50% dei voti dei giocatori.

Ai giocatori è stato anche chiesto di essere onesti sulle proprie abitudini negative fornendo volontariamente informazioni sulle azioni tossiche a cui potrebbero aver partecipato.
Non sorprende che l’azione ammessa dalla maggior parte delle persone sia stata lo spam di ping, cosa che probabilmente è successa almeno una volta quasi a qualsiasi giocatore.. La categoria tossica con il minor numero di ammissioni è stata wintrading, ossia di perdere volontariamente le partite per facilitare un avversario, naturalmente è anche una delle più gravi e “comune” solo a livelli molti alti di gioco.

Naturalmente questo non vuol dire che tutti i giocatori che prediligono una certa tipologia di campioni siano effettivamente tossici, ma è una tendenza che possiamo concepire.
Noi come Outplayed vi garantiamo che i giocatori tossici è davvero difficile che possano avere un futuro competitivo su League of Legends, e molto spesso i player che vengono scelti lo sono in base soprattutto alla loro attitude, i giocatori considerati “tossici” molto spesso vengono direttamente cancellate dalle liste degli scout e solo in rarissime occasioni vengono presi in considerazione nella costruzione dei team professionistici.
Tuttavia anche se non è nelle vostre aspirazioni personali quella di ambire a traguardi competitivi tenere un atteggiamento positivo e cordiale nei confronti dei vostri compagni di squadra ed avversari è fondamentale per continuare a rendere vivo e piacevole questo gioco.

Le informazioni presentate nei risultati del sondaggio provenivano da 3.784 intervistati, ovviamente è solo un frammento dei milioni di giocatori che giocano a League, ma molto probabilmente rappresenta uno spaccato molto reale. Per visualizzare ulteriori informazioni sulla tossicità e altri argomenti, è possibile consultare il post originale.