Home League of Legends Esports Coronavirus – ultimi aggiornamenti per le leghe cinesi e pacifiche di League...

Coronavirus – ultimi aggiornamenti per le leghe cinesi e pacifiche di League of Legends

Dopo l’assenza di notizie degli ultimi giorni, finalmente qualcosa sembra essersi smosso in Asia per quanto riguarda l’interruzione dei campionati maggiori di League of Legends a causa della diffusione del coronavirus.

Partendo dalla PCS, è stato comunicato negli scorsi giorni che le ostilità tra i team potranno finalmente prendere il via a partire dal 29 febbraio, con un ritardo rispetto alla schedule iniziale di circa 20 giorni. Nel frattempo, lo storico team GG-Rex, conosciuto qui da noi per la partecipazione a varie competizioni internazionali (ultima in ordine cronologico, quella 2018 dei Mondiali), si è sciolto, cedendo il posto nella Lega al team Machi E-sports. 

Passando invece alla Cina, anche qui notizie positive per quanto riguarda l’LDL, lega di sviluppo dei talenti, ma più dubbie per l’LPL, la lega maggiore.

Il campionato secondario dovrebbe riprendere normalmente a partire dal 20 febbraio, anche se la decisione non è ancora definitiva. 

Nessuna data invece lato LPL, ma tramite l’account Twitter inglese la Lega ha proposto un’idea che lascia ben sperare: la trasmissione di un torneo amichevole tra i team a partire dal 26 febbraio. Questo sia per mantenere attivo l’interesse del pubblico che per permettere ai team di allenarsi in quella che sarà effettivamente una Scrim League, ovvero una Lega di partite di allenamento.

Ricordiamo che al momento l’LPL è stata interrotta dopo due giornate di campionato, in cui i campioni del mondo in carica, i FunPlus Phoenix, sono rimasti a secco di vittorie, al contrario di JD Gaming, eStar, Invictus Gaming, Top Esports e BilliBilli Gaming, tutte a parimerito sul 2-0.