Home League of Legends Esports Coronavirus – sospesa l’LCK

Coronavirus – sospesa l’LCK

Risolti i problemi dei tornei cinesi, ora il Covid-19 inizia a minacciare la Corea del Sud e le sue competizioni di League of Legends.

Inven Global ha infatti riportato la notizia della sospensione dei due tornei professionistici coreani di League, LCK e Challenger Korea, a causa della diffusione del coronavirus nel Paese. Insieme a questi, anche i principali show di opinione e analisi riguardo le partite – tra cui Sunday Night LCK – verranno interrotti a tempo indeterminato.

La data di inizio della sospensione è il 6 Marzo, con la fine del primo round di partite, mentre è ovviamente ancora sconosciuta un’eventuale data di ripresa, dato che a minacciare la sicurezza della competizione è l’aumento incontrollato dei casi di pazienti positivi al virus proprio in Sud Corea.

Ci sarà ovviamente da aspettare un po’ prima di avere ulteriori notizie, ma in questo caso potrebbe essere l’esperienza pregressa degli storici rivali cinesi a fornire un buon modello da seguire per Riot Korea. Appena l’allerta diminuirà rispetto allo stato attuale di cose, potremmo infatti aspettarci una ripresa delle partite in forma esclusivamente online, magari con un aumento della concentrazione delle partite stesse, così da ridurre i tempi rispetto alla schedule iniziale.

Nel frattempo infatti LPL ha fatto circolare un abbozzo di nuovo programma delle partite, con 3 serie BO3 al giorno così da recuperare tutti i giorni saltati e concludere la regular season entro il 19 Aprile, con ritmi a dir poco forsennati rispetto agli standard già molto forzati – specialmente se paragonati a quelli delle Leghe occidentali – del campionato cinese.

Come al solito attendiamo gli ulteriori sviluppi di questa storia per mantenervi aggiornati il più possibile sulle conseguenze di un’epidemia che sembra non frenarsi, specialmente in Oriente.