Home League of Legends Legends of Runeterra – Deck Guide: Warmother Control

Legends of Runeterra – Deck Guide: Warmother Control

Cari lettori di Outplayed, oggi vi porto una Deck Guide di Legends of Runeterra per uno dei miei deck preferiti: Warmother Control.

Sono sempre stato un appassionato di giochi di carte e in tutti la tipologia di deck che preferisco sono senz’altro i control. Questo tipo di deck non è però il più intuitivo da giocare e punisce molto gli errori, pertanto vedrò di aiutarvi con dei consigli generali e altri legati all’attuale meta.

Cominciamo analizzando le due regioni scelte: Freljord e Shadow Islands.

FRELJORD

L’obbiettivo del mazzo è quello di arrivare verso il late game per poter sfruttare le enormi creature ed i campioni del Freljord. Da un lato abbiamo Tryndamere, un possente 8/4 con Overwhelm che ci permette di avere sia un’unità aggressiva con cui attaccare sia un’unità con la quale difenderci grazie alla sua capacità di trasformarsi la prima volta che viene ucciso invece di morire. Dall’altro lato invece, abbiamo Anivia che ci permette di ricoprire di danni i nostri avversari; trasformandosi quando saremo Illuminati (aka quando avremo 10 di mana totale), permettendole anche di ritornare dalla sua forma uovo in caso fosse stata prematuramente uccisa. Da non sottovalutare anche la sua Magia Campione: Harsh Winds infatti è una potente magia Burst che permette di congelare due nemici al costo di 6 mana, molto utile in un control per guadagnare tempo ed eliminare unità scomode dell’avversario. Infine, la carta principale del nostro mazzo è proprio quella che ci permette di evocare costantemente queste minacce glaciali, ovvero Warmother’s Call: magia a costo 12 che evocherà all’attivazione e all’inizio di ogni turno la prima unità del proprio mazzo.

 

 

 

 

 

 

 

 

SHADOW ISLANDS

La seconda regione è quella che ci fornisce gli strumenti per tenere sotto controllo i nostri nemici e le isole ombra forniscono un vasto arsenale di removal. In particolare, Vengeance ci dà la possibilità di eliminare una creatura o un campione nemico particolarmente fastidioso, inoltre può essere giocata anche in fase di combat essendo una magia Fast (piccolo trucco: se l’avversario vi blocca Tryndamere potete usare Vengeace per sbarazzarvi dell’unità bloccate e far sì che il nostro campione colpisca a piena potenza il Nexus nemico). Altro removal particolarmente importante per il deck è The Ruination, questa magia Slow ci permette di eliminare tutte le creature sul board e presenta un’ottima sinergia con le abilità di Anivia e Tryndamere. Infine, due creature di questa regione risultano particolarmente comode al nostro deck: Soulgorger per recuperare vita e bloccare le unità nemiche e Commander Ledros per mettere alle strette i nostri avversari ed eventualmente facilitarci la chiusura con Atrocity.

 

 

 

 

 

 

 

Vediamo subito una possibile lista:

(Deck Code: CEBAKAIBBMGBIGBJAYAQKAIPDUUDMNYBAIAQCFZHAIAQCAJUAIAQKGJB)

Come preannunciato i nostri campioni saranno Anivia e Tryndamere, di quest’ultimo preferisco giocarne 2 copie per fare posto ad una copia di Commander Ledros che vince facilmente da solo molti game dato che l’unica carta in grado di fermare il suo costante riciclo è Purify di Demacia. Come potete notare il deck non ha drop a costo 1 e solo tre drop a costo 2, questo proprio perché non ci interessa avere unità piccole che potrebbero essere accidentalmente evocate da Warmother’s Call ma al tempo stesso non vogliamo rinunciare a Icevale Archer che ci permette di prendere molto tempo bloccando i danni di una creatura e di traddarlo poi per unità migliori. Subito dopo vediamo 3 copie di Avarosan Hearthguard, carta molto forte dato che regala statistiche extra alle nostre, già possenti, creature nel mazzo. She Who Wonders invece è una removal eccezionale, oltre che una poderosa 10/10, che ci permette di Annientare (aka rimuovere dal gioco) tutte le unità con 4 o meno potere in campo e nelle mani dei giocatori. Il reparto delle magie come potete notare è composto prevalentemente da removal e solo tre carte non rientrano in questa categoria: Catalyst of Aeons, che ha lo scopo di curarci è di velocizzare lo sblocco di mana, Atrocity, come eventuale chiusura, e infine Warmother’s Call, chiave del deck che ci permette di evocare le nostre unità offensive. Tra i removal non ancora citati notiamo Avalanche, molto utile per punire i giocatori troppo aggressivi nei primi turni, Grasp of the Undying, che ci permette di traddare o eliminare unità nemiche e recuperare vita, e Vile Feast, magia molto versatile dato che ci fornisce anche dei comodi ragnetti da sacrificare per bloccare le unità nemiche e ridurre così i danni che subiamo nelle prime fasi di gioco.

TIPS & TRICKS

In generale l’aspetto difficile dei mazzi control è imparare a gestire le proprie risorse e capire se conviene salvare del mana extra per il prossimo turno o se utilizzare subito una risorsa meno forte ma essenziale. Un esempio di ciò sono Avalanche e The Ruination, entrambi removal molto forti ma lenti. Pertanto, spesso risulta indispensabile non essere troppo avidi e rinunciare ad uccidere un’eventuale unità extra dell’avversario piuttosto che dargli la possibilità di concludere il turno per poi attaccarvi. State molto attenti a quali unità traddare o eliminare con un removal, soprattutto contro i deck aggro. In generale, è sempre molto importante conoscere molto bene i mazzi e le carte in meta, così da poter prevedere al meglio le possibili risposte dei vostri avversari e optare per la soluzione per voi più vantaggiosa.

Nel particolare del meta attuale:

– VS SI Fearsome

Il vostro compito principale è arginare il più possibile i danni nei primi turni per poter arrivare ad evocare Soulgorger. La parte difficile sta nell’utilizzare il meno possibile magie importanti come Vengeance, molto più di valore su Hecarim che su una Elise ad esempio.

– VS I/F Elusive

Discorso in parte analogo a quello di Fearsome, unica differenza è che qui vorrete spingere per il trade delle unità elusive: se l’avversario ha solo unità elusive e/o Zed, se potete, attaccate sempre. In questo modo, potrete eliminare delle unità che altrimenti non potreste bloccare o ridurre abbastanza la vita dell’avversario per vincere poi con Tryndamere o Atrocity. State attenti a Deny.

– VS Ezreal Control

Match-up che risulta non troppo arduo se giocato bene, il modo migliore per arginare il deck è di non evocare unità se non quando si è messi sotto pressione (ad esempio se il nostro avversario risolve un Troop of Elnuks) per tardare la trasformazione di Ezreal. Inoltre, preservate sempre eventuali removal per uccidere Ezreal e ricordatevi di usarli COME ULTIMA CARTA nella catena di risoluzione per annullare completamente i suoi danni.

– VS Karma Control

I match contro gli altri control sono sempre impegnativi, in particolare contro Karma il game può andare parecchio per le lunghe (esperienza personale di un paio di game durati sui 45 min). Per vincere vi occorrerà limitare le cure derivanti da Emerald Awekener e Darkwater Scourge e gestire le The Arrowing avversarie, pertanto tenetevi strette le vostre The Ruination per cancellare completamente l’offensiva avversaria. Ovviamente cercate di eliminare Karma il prima possibile per bloccare il rifornimento di magie all’avversario. State attenti a Deny.

– VS Fiora Barrier

In questo match up Icevale Archer può risultare molto forte per far perdere valore ad un’unità con barriera, inoltre la magia campione di Anivia, Harsh Winds, può risultare spesso una win condition per voi e vanifica completamente un eventuale Judgment nemico. Le altre vostre creature risultano ottime contro questo deck, dato che il vostro avversario faticherà a traddarle e dovrà investire molte risorse. Infine, utilizzate i removal per eliminare Shen piuttosto che Fiora ((se questa non sta per vincere con il suo effetto ovviamente) e cercate di tenere The Ruination fino a quando l’avversario evoca Brightsteel Formation. State attenti a Deny.

– VS Mirror Match

Il mirror match non è dei migliori da giocare dato che tendenzialmente chi risolve Warmother’s Call per primo vince. Molto importante è rimuovere i Soulgorger avversari, assieme ad Anivia e Tryndamere. Commander Ledros è un’altra carta che spesso regala una facile vittoria in mirror match.

Questo è tutto per oggi, spero di avervi incuriosito abbastanza verso il mondo dei control e anche se non sono dei mazzi ideali per i nuovi arrivati che vogliono scalare in fretta, sono senz’altro eccellenti per migliorare le proprie conoscenze sul gioco e quindi migliorare nel lungo termine.