Home League of Legends Esports Cos’è il Circuito Piazza Esports?

Cos’è il Circuito Piazza Esports?

Un po’ di tempo fa avevamo discusso in un articolo di come la scena italiana di League of Legends avesse una grossa carenza – ovvero la mancanza di un torneo secondario dove veder crescere i nuovi talenti, considerando la fine degli accordi tra ESL e Riot Games per il mantenimento dei campionati italiani (e non solo). Se da un punto di vista ufficiale la situazione non è ancora cambiata, dato che PG Esports al momento si sta dedicando anche ad altri titoli per sviluppare in toto la scena esportiva, è la community che ha iniziato a darsi da fare.

Fra i tanti tornei che si vedono di solito – come la Baolo Championship Series, più dedicata agli streamers, ed il torneo dell’ASD Manguste, inizialmente riservato ai tesserati dell’org e poi estesa agli esterni – è nata la serie di Tornei del Circuito Piazza Esports. Di che cosa si tratta?
La Piazza non è altro che un server Discord dove molti tra giocatori, staff, coach, streamer, grafici ed altro possono condividere il loro lavoro e pubblicizzarsi un po’, oltre che parlare di vari esports. Ma visto che League qua in Italia copre un ruolo particolare, questa community ha deciso di attivarsi e coinvolgere i giocatori che al momento non hanno trovato spazio in modo regolare in PG Nationals e nelle altre ERL per mettersi in mostra direttamente sulla Landa degli Evocatori.

La prima tappa del circuito è iniziata il 27 Marzo per concludersi il 29, ed è stata seguita da altre due edizioni, la seconda dal 9 al 12 Aprile e la terza dal 16 al 19. Ad ogni piazzamento nei vari tornei corrisponde un punteggio e i primi 8 team della classifica (che trovate qui) si affronteranno nella fase finale, che inizierà l’8 Maggio per concludersi il 17.

Ok, ma cosa cambia rispetto alla miriade di tornei di community che vengono organizzati nell’arco dell’anno? Principalmente cambia la visibilità che gli organizzatori offrono ai partecipanti – e non intendiamo solo i giocatori. Infatti tutti quelli che hanno avuto un ruolo all’interno del torneo (includendo caster, regia, observer, ufficiali, analyst ed host) sono figure che hanno deciso di mettersi alla prova davanti ad un pubblico di appassionati.

Alcuni di questi poi sono volti già noti all’interno della scena (tra questi Revilvage, ex caster di Lega Seconda; Zen, uno dei volti social dei Samsung Morning Stars), mentre molti hanno accettato di partecipare come ospiti una tantum (coach come Red e Ferakton, giocatori come Skar, Haruhiro e Rharesh) per dare visibilità alle squadre che comunque sono per lo più formate da giocatori che puntano ad ottenere uno slot in PG Nationals, magari già nel prossimo Promotion Tournament – che inizierà il 29 Aprile. Anche ai giocatori è stato garantito spazio per parlare e farsi vedere al di fuori del “campo di gioco”, con interviste dedicate post-partita e al di fuori del torneo per raccontare un po’ se stessi e la loro esperienza competitiva. Ed addirittura tanti tra player o altre personalità hanno iniziato autonomamente a produrre contenuti on stream di presentazione dei team – vi segnaliamo il caso di Luckynanix e del suo Time-frame Piazza, ancora in corso.

I team che si affronteranno nella fase finale sono: Playground Esport Pub, Playstrong esports, Local Host, Salerno Guiscards, Atlas, Adriatic Wolves, Superteam0 della disperazione liceale e WNKR. L’appuntamento, come già detto, è all’8 Maggio per le prime Best of 3 che apriranno il bracket dei playoffs – per diventare poi Best of 5 a mano a mano che ci si avvicina alla finale. Considerando alcuni dei nomi coinvolti e che forse questi giocatori potrebbero essere presenti nelle fasi finali del Promotion Tournament di PG, non volete perdervi questi scontri.

Articolo precedenteVALORANT Ranks e Competitive
Articolo successivoValorant: Intro Spell Sage
Articolista, aspirante coach e League of Legends enthusiast. #EUphoria