Home League of Legends Legends of Runeterra: Deck Guide ~ Ashe Nox

Legends of Runeterra: Deck Guide ~ Ashe Nox

Ben trovati amici di Outplayed!

Nell’ultimo articolo vi ho parlato dei nuovi mazzi che si sono affacciati nel meta di LoR, oggi invece vi presento un deck più storico ma sempre efficace e presente in ladder: Ashe Nox!

Questo mazzo, nato già durante la beta, si è evoluto con il susseguirsi dei meta rimanendo sempre un’ottima opzione, sopratutto in ambito torneistico. L’idea generale dietro a questo midrange è quella di schierare unità possenti e sfruttare Frostbite per i trade sulle unità avversarie arrivando così a vincere accumulando vantaggio, il cosiddetto  effetto “palla di neve”. Per questa ragione, il Freljord viene affiancato da Noxus: da qui provengono alcune delle unità chiave per la buona riuscita del nostro piano di gioco, come Trifarian Gloryseeker e Trifarian Assessor.

   

Per quanto riguarda i campioni che andiamo a schierare invece; troviamo 3 copie di Ashe, attorno alla quale ruota l’intero deck e che ci permette trade favorevoli grazie alla sua abilità, e 2 copie di Sejuani, grazie alla quale possiamo arginare ed eliminare le minacce avversarie.

 

     

Come detto in apertura, questo deck esiste dalla nascita del gioco e si è sempre adattato ai vari meta, pertanto ci sono diverse versione che si differenziano per le unità scelte a seconda di un approccio più indirizzato verso il value game o l’aggressione. Vediamo alcuni esempi di scelte che dovrete prendere in fase di deck building per adattarvi al meglio al meta:

    • Drop a 3
      Vi sono numerose unità cc3 che potete valutare di inserire nel mazzo, unica scelta fondamentale è Avarosan Trapper per via dell’alto value che questa carta genera nel regalarci un Enraged Yeti (5/5 a costo uno) nelle prime 3 carte del mazzo. Altre opzioni sono: Kindly Tavernkeeper per reggere meglio le partite contro Aggro, Reckless Trifarian per portare noi l’aggressione e Rimfang Wolf per facilitare ulteriormente i nostri trade sulle unità avversarie.

 

  • Drop a 5
    Qui la scelta si riduce su due unità completamente diverse e che marcano notevolmente il tipo di strategia che vogliamo percorrere: Avarosan Hearthguard è la scelta classica indirizzata al dare ulteriore valore alle nostre unità arricchendole con statistiche extra, mentre Kato the Arm viene scelto se si vuole percorrere una strada più indirizzata all’aggressione.

Infine per le unità potrete decidere di giocare 2 copie di Captain Farron, il quale ha sicuramente beneficiato del rework ricevuto nella Patch 1.4 e porta un’ulteriore condizione di vittoria al deck.

Le nostre Spell invece si dividono in Combat Tricks (2 buff per le nostre unità e 5 debuff per le unità avversarie) e removal, tra questi ultimi spicca Reckoning che spesso ci permette un’agile vittoria dopo aver eliminato il board avversario.

Di seguito due esempi di decklist:

Value Version

CEBAGAIDAQPSCBYBAEBQWFQ6EYUTAAYBAEBTKAQCAEBAOAQBAEVDEAA

Aggro Version

CEBAKAIDAQMBUHZBAUAQCCYWDYTDAAYBAEASUAQBAMZTKAQCAEBAOAA

Match-Up e Strategia Generale

Come già detto, il nostro piano di gioco principale è vincere i trade sulle unità nemiche in modo da creare un esercito di unità possenti con le quali mettere pressione tramite ingenti danni al Nexus avversario per poi chiudere grazie al level-up di Ashe che ci permette di congelare le unità avversarie rendendole così incapaci di bloccare.  Nel particolare del meta attuale:

    • VS Zed/Braum Elusive 
      Questo deck sta spopolando in ladder negli ultimi giorni per via della sua massiccia presenza ai recenti Twitch Rivals. Il match up risulta tuttavia in nostro favore: non solo la nostra strategia funziona benissimo contro Elusive, ma risulta quasi impossibile per il nostro avversario rimuovere agevolmente le nostre unità che possono così continuare a portare danni o costringere l’avversario a trade sfavorevoli con le sue unità elusive. Importante il ruolo di Culling Strike per eliminare Braum e Zed assieme a Reckoning per annullare ogni possibile aggressione avversaria.

 

    • VS Deep Monsters
      Match-up che risulta più ostico per via del fortissimo late game di cui dispone Deep, fondamentale è la gestione dell’early/mid game: in queste fasi è necessario portare l’aggressione ed essere pronti a rimuovere Maokai e Nautilus, nelle mani iniziali date priorità a Culling Strike e ad Avarosan Archer per congelare Nautilus dopo il suo level-up e poterlo poi rimuovere.

 

    • VS Zombie Anivia 
      Discorso analogo a quello di Deep, vogliamo portare l’aggressione prima di raggiungere il turno 10 costringendo l’avversario a trade sfavorevoli e per forzargli removal poco efficaci e molto costosi. Prestate particolare attenzione a The Ruination, dovete sempre giocare attorno a questa carta preferendo l’aggressione allo sviluppare board. Ancora Culling Striker e Rekoning risultano molto forti per eliminare le difese avversarie e portare ingenti danni al Nexus nemico.

 

    • VS Darius Aggro
      Match-up sicuramente buono grazie alla nostra possibilità di congelare le unità avversarie limitando così l’aggressione nemica e facilitandoci la loro eliminazione con trade favorevoli. Le unità a cui dovete stare attenti sono Basilisk Raider e Darius per i quali è bene tenersi Harsh Winds e Sejuani, mentre come spell dovete giocare attorno a The Harrowing sfruttando Reckoning al momento giusto.

 

    • VS Heimer/Vi 
      Deck che ha sofferto il nerf a Solitary Monk, ma ancora presente in ladder. Il match-up per noi risulta abbastanza buono dato che risulta molto scomodo per lui rimuovere le nostre unità e possiamo portare numerose minacce ad Heimerdinger. Prestate attenzione a Vi e cercate di far pressione all’avversario danneggiando pesantemente il suo nexus nei primi turni, fondamentale la gestione dei congelamenti per annullare le cure di Spirit Refuge.

 

    • VS Mirror Match 
      Ashe Nox gode di una certa popolarità al momento e non sarà difficile che vi imbattiate in numerosi mirror match, i quali premiano chi riesce a gestire meglio le proprie risorse per vincere il value game. Molto importante è pescare e livellare velocemente Ashe e l’utilizzo dei combat trick come Fury of the North e Brittle Steel, i nostri removal risultano invece poco efficaci dato che vanno sempre giocati assieme a carte come Harsh Winds o Crystal Arrow.

 

Anche per oggi siamo arrivati alla fine della guida di uno dei mazzi che ho personalmente sempre molto apprezzato e con il quale ho scalato gli ultimi gradini al Master di questa season. Vi ricordo che potete trovarmi in live su Twitch il Lunedì, Mercoledì e Venerdì sera e la Domenica pomeriggio, passate a salutarmi e per un rapido consiglio!

Articolo precedenteUpdate in arrivo per le Ranked Flex di League of Legends
Articolo successivoSenna: di quante anime ha bisogno per mantenere il passo con un ADC classico?
Giocatore competitivo di Yu-Gi-Oh! da 14 anni, sono da sempre un appassionato di giochi di carte e strategici. Negli ultimi anni mi sono avvicinato al mondo Esport legato a LoL e al nuovo gioco di carte di casa Riot, Legends of Runeterra.