Home League of Legends Yone: uno sguardo al “nuovo Yasuo”

Yone: uno sguardo al “nuovo Yasuo”

Come ci si poteva aspettare dal fratello di Yasuo, seppur ci si presenta a noi in una forma decisamente più spettrale rispetto alla sua prima apparizione in Legends of Runeterra, Yone possiede un kit molto simile a quello del fratello minore.

La sua passiva, Way of the Hunter, mantiene la possibilità di critico raddoppiata ed il danno critico ridotto, ma scambia lo scudo con dei danni magici aggiuntivi sul secondo attacco base a rappresentazione dello stile di spada più aggressivo. Questo non vi deve preoccupare perchè il suo kit contiene degli scudi da usare per sustain in corsia, vista così questa passiva non dice molto se non che la sua itemizzazione tenderà verso il classico Zeal Item->Infinity.

La prima abilità attiva è chiamata Mortal Steel e, come Steel Tempest di Yasuo, si tratta di un colpo lineare in fronte che ha un effetto aggiuntivo dopo tre usi: in questo caso invece di lanciare un tornado Yone si lancia nella direzione del colpo sbalzando gli avversari che colpisce. Già da qui si nota come Yone sia uno Yasuo da teamfight visto che questo skillshot è molto più facile da colpire rispetto alla terza Q del fratello.

La sua W è Spirit Cleave: un colpo ad arco che infligge danno sulla vita massima e dona uno scudo la cui forza varia in base ai nemici colpiti. Questo metodo di sustain mi fa un po’ impensierire poichè, per quanto l’arco sia effettivamente enorme, il cast time è lungo e mi pare rischioso per un personaggio simil yasuo rimanere fermo; quando avrò effettivamente i numeri sul suo scudo potrò dire di più in questo senso.

La sua ultima abilità base è chiamata Soul Unbound, questa abilità mi pare dannatamente difficile da usare ma anche estremamente simpatica: Yone lascia il suo corpo materiale dashando in una direzione, per la durata dell’abilità egli può attaccare ed usare le abilità per poi tornare nel suo corpo fisici quando la durata dell’abilità finisce infliggendo una parte dei danni inflitti.
Ci sono un sacco di domande da porsi quando parlando di questa abilità: il corpo ha delle resistenze aumentate? può essere attaccato? insomma dovrei provarla di persona per comprenderla, ma l’utilizzo che verrà in mente a tutti è di saltare al di là di un muro per fare dei danni; secondo me però questa abilità può essere usata per ingaggiare con con la Q3 o la ultimate senza andare al suicidio.

Infine la sua ultimate si chiama Fate Sealed ed è un dash lineare che fa danno a tutti gli avversari colpiti, dopo i danni Yone si teletrasporta dietro all’ultimo nemico colpito e trascina tutti gli avversari danneggiarti verso di lui. Come detto sopra Yone sembra molto efficace nei feamfight ed è, casualmente, un ottimo set up per la ultimate di Yasuo.

Per concludere è ancora presto per dire l’esatto ruolo di Yone ma sembra comunque quello di un melee carry con un buon set up da teamfight, tipo un Irelia ma con più presenza nei 5v5. Penso possa facilmente giocare bot, mid e top… potrebbe anche giocare support sopratutto se la sua versione spiritica può mettere ward ma sono dubbioso sulla sua utilità senza denaro.

 

Articolo precedentePG Nationals Summer Split: SkyTV è media partner dei playoff
Articolo successivoPG Nationals Summer 2020 Playoff Week 2 Backlash
Jack of all games, Master of all.