Home League of Legends Esports Play In di European Masters: i Racoon e gli altri gironi

Play In di European Masters: i Racoon e gli altri gironi

Altro giro altra corsa, procioni pronti nuovamente a tentare la conquista del Main event nel prossimo split di European Masters. Come già per lo Spring, anche in questo Summer i nostri Racoon cominceranno la loro avventura europea dai Play In, ed anche stavolta il gruppo regalato dal sorteggio sembra tutt’altro che fuori portata – ma a loro non glielo dite, che altrimenti l’underdog buff non si attiva.

Nonostante infatti molte ERL ancora non abbiano chiuso la loro stagione competitiva, sono già stati comunicati tutti i gironi della prima fase. Andiamo a discuterne insieme, non in ordine alfabetico ma partendo dal gruppo C, ovvero quello dei Racoon.

Gli italiani continuano ad avere una sola certezza: ci sarà almeno un confronto con i portoghesi, nel bene o nel male. Dopo gli Elektronik Generation dello scorso split, stavolta toccherà ad i SAMCLAN, secondi classificati in LPLOL (proprio dietro alle vespe). Anche se i nomi dei giocatori non sembrano molto conosciuti, meglio non sottovalutare questi ragazzi – tutti molto giovani, ed apprezzati dagli esperti delle ERL.

Si uniscono i Sector One, seed belga già visto in Spring – allora eliminato dagli olandesi DefuseKids. Anche stavolta hanno speedrunnato la loro lega nazionale, ma non sembrano loro quelli da temere (anche se non da sottovalutare). A chiudere i conti ci saranno gli Iron Wolves, secondo seed baltico, storica org Lituana guidata dall’italiano coach Rox e con l’ex midlaner degli Outplayed Saulius tra le proprie fila (ed il jungler AGENTAS, che i più attenti ricorderanno in 5Hydra e CGG). Nonostante la sconfitta in finale regionale per 3-2, l’esperienza di questi giocatori è tanta e ciò potrebbe aiutare contro giocatori più giovani – ma non con il millenario Rharesh. Speriamo.

Oltre al C, solo il gruppo D è al momento completo: al suo interno si affronteranno i Five Kings (primo seed Baltico); il Pompa Team, precedentemente noto come devils.one (terzo seed polacco, con all’interno l’ex OP Bullet); i greci Intrepid Fox (che i Racoon hanno affrontato lo scorso split) ancora una volta ricostruiti intorno al midlaner Pun1sher, streamer molto apprezzato in patria; ed i SINNERS, secondo slot dell’Hitpoint Masters della Repubblica Ceca.

Mancano ancora alcuni seed per completare gli altri gruppi, ma comunque si sa già quale sarà il campionato di provenienza dei team interessati.
Nel gruppo A troveremo ad esempio i LowLandsLions (ovvero gli ex DefuseKids olandesi), pronti a sorprendere dopo le buonissime prestazioni dello spring, ed i G2 Arctic (academy del team LEC, che sono arrivati terzi in Superliga Orange guadagnando la prima apparizione in European Masters), che affronteranno il secondo slot di EBL (quindi la perdente tra i Cr4zy di Gabbo e i SuppUp Esports – ex Energypot Wizards – con l’ex SMS Vzz) ed il terzo della Lega Francese.

Il gruppo B – da tutti già indicato come girone della morte del play in –  sarà invece composto da GamerLegion (il terzo seed tedesco, ancora capitanato da Hjarnan), eSuba (i procionicidi dalla Repubblica Ceca, miglior team della loro regione), Electronik Generation (come detto dal Portogallo) ed il secondo seed della NLC, campionato britannico e scandinavo – con, per la sorpresa di nessuno, BT Excel e Fnatic Rising indiziati numero uno.

La festa – o fiesta – sta per cominciare, speriamo di avervi fornito una guida (seppur rapida) abbastanza indicativa del livello dei gironi del prossimo European Masters. L’appuntamento è al 17 Agosto, quindi buon divertimento e che vincano i migliori… e che i Racoon siano tra i migliori!

Articolo precedenteIL VERO PROBLEMA DI LOR
Articolo successivoEpic games sfida Apple e Google con Fortnite
Articolista, aspirante coach e League of Legends enthusiast. #EUphoria