Home League of Legends Esports Mondiali League of Legends: preview ai Play in Gruppo A

Mondiali League of Legends: preview ai Play in Gruppo A

Mancano pochi giorni all’inizio dei mondiali ed è questo il momento migliore per dare un occhiata alle squadre che prendono parte ai play in per cercare di capire chi tra loro riuscirà a raggiungere i group stage.

Il primo girone che andiamo a vedere vede MAD Lions come chiari favoriti mentre le altre squadre se la giocheranno ad armi pare anche se, forse, Team Liquid potrebbe avere un leggero vantaggio.

INTZ

Tay Top
Shini Jungle
Envy Mid
MicaO Marksman
RedBert Support
Maestro Coach
ONMETA Coach

Il team brasiliano ha dominato la scena locale con un playstyle semplice, ma efficace: la squadra fa affidamento sul suo forte duo top-jungle che riesce a trovare vantaggio e snowballare la mappa. Dato che le attenzioni sono spesso rivolte top-side la bot deve giocare in maniera difensiva con pick come Ezreal, Ashe e Senna i quali fanno il loro lavoro anche se sono leggermente indietro rispetto alla propria controparte.
Detto questo i brasiliani possono anche giocare sul lato inferiore di mappa, ma il loro gameplay risulta meno strutturato e pulito permettendo agli avversari di punire i loro errori.
Non ho parlato della corsia centrale, ma Envy ricopre un ruolo molto importante con i suoi tempo controller anche se viene spesso relegato su Orianna l’unico contro mage che sembra giocare salvo qualche game di Cassiopeia ed Ahri.

Rimanendo in tema di champion Pool la mancanza di Azir ed Akali nella corsia centrale potrebbe rivelarsi un grosso problema nel meta dei mondiali anche se entrambi i campioni hanno recentemente subito dei nerf.

Se INTZ vuole passare questa fase a gironi dovrà affinare le loro abilità di flanking e split push poichè non penso possa contendere contro SuperMassive, Liquid e MAD in un teamfight diretto 5v5 mentre contro Legacy sarà uno skill matchup dato che le loro strategie sono molto simili, ma Legacy è sicuramente un team più disciplinato.

 

Legacy Esports

Topoon Top
Babip Jungle
Tally Mid
Raes Marksman
Isles Support
Denian Coach

Il primo seed dell’OPL Legacy Esports si presenta con un gameplay estremamente simile a quello brasiliano, ma molto più pulito e raffinato: la squadra australiana, in finale, ha mostrato la sua capacità di eseguire un gameplan incentrato sulla top lane, ma nelle partite precedenti ha giocato molto bene composizioni più canoniche da teamfight.

Come i brasiliani sono spesso costretti ad optare per un Ezreal per poter giocare efficacemente top side, un pick poco ortodosso è invece quello di Ziggs che flexano tra mid e bot per completare delle terribili siege comp che potrebbero essere molo forti nel meta dei mondiali.

Legacy potrebbe essere un serio contendente per l’ingresso ai group stage: vederli primi nel gruppo sarebbe una sorpresa non da poco, ma penso possano superare la fase eliminatoria per guadagnarsi la qualifica; una grossa rioccupazione potrebbe essere il ban di Caitlyn, champion sul quale fanno grande affidamento ed è molto rispettato dai team delle altre regioni.

 

Papara Supermassive

Armut Top
Kakao Jungle
Bolulu Mid
Zeitnot Marksman
Snowflower Support
Pades Coach
GBM Coach

Dalla Turchia arriva Supermassive un’organizzazione già conosciuta nel panorama dei mondiali e con un roster pieno di nomi già sentiti come Bolulu, Kakao, rispettivamente in mid e jungle, e GBM (ganked by mom) nel coaching staff. Ammetto che mi aspettavo molto da questo team, ma vedendo le loro partite mi sono sembrati piuttosto insipidi: giocano quasi sempre tramite la mid e la bot lane i quali rappresentano quasi il 60% del danno del team.
Hanno un buon macro, ma raramente sono stati messi in difficoltà e quelle poche volte è stato tramite un tempo di gioco più veloce che 3 team di questo gruppo sono soliti usare.

Considerando che Mad Lions dovrebbero navigare senza troppi problemi in questo gruppo Supermassive, per avere uno shot ai group sages, deve riuscire a gestire le aggressioni topside di INTZ e Legacy con delle crossmap plays sulla parte inferiore della mappa, contro Liquid invece deve cercare di vincere di teamfight 5v5, ma penso che TL avrà la meglio.

Non spendo molte parole sulla champion pool poichè è piuttosto noiosa e con nulla degna di nota oltre ai normali pick in meta.

 

Mad Lions

Orome Top
Shadow Jungle
Humanoid  Mid
Carzzy Marksman
Kaiser Support
Mac Coach
Kaas Coach

Come team proveniente dagli LEC i Mad Lions sono la bestia nera di questo gruppo, assieme ad LGD dovrebbero essere i due team a piazzarsi primi nel round robin accedendo così ai group stages.

Ovviamente nulla è ancora deciso ed i Mad potrebbero ancora incontrare delle difficoltà sul loro percorso: primo fra tutti Team Liquid non può essere sottovalutato anche se penso che i leoni dovrebbero avere un match up abbastanza facile visto il loro stile di gioco passivo. Gli altri team, non me ne vogliano a male, penso sia surclassati a livello di macro e coordinazione abilità fondamentali per affrontare l’aggressione di MAD.

Una cosa che va tenuta in considerazione però è Shadow: il giovane jungler italo-cinese è una colonna portate della squadra e deve essere messo in condizioni di giocare sin dai primi minuti per poter prendere vantaggio e farlo snowballare sulle corsie, se Shadow è avanti MAD non penso possa perdere un game in questo gruppo A.

Un ultimo appunto è circa la loro macro che spero si sia evoluto per poter eseguire un 1-4 o 1-3-1, questa abilità non dovrebbe servirgli in questi primi game, ma potrebbe essere fondamentale nelle fasi successive anche perchè Orome è un mostro nello split push.

 

Team Liquid

Impact  Top
Broxah Jungle
Jensen Mid
Tactical Marksman
CoreJJ Support
Jatt Coach

Vi direi dulcis in fundo, ma in realtà qui abbiamo solo la casa di riposo che è Team Liquid.
Senza bisogno di introduzioni nel roster possiamo vedere un sacco di nomi conosciuti nella scena internazionale che si stanno godendo le pensioni californiane.
Rimanendo in argomento però possiamo dire che TL è, come Supermassive, un team insipido che gioca il loro gioco senza metterci veramente del proprio: macro abbastanza pulita, ottimi teamfight e strategie da manuale sono le caratteristiche principali di questo team.

A livello di champion pool vediamo almeno un po’ di pepe con Zilean mid, ma oltre a quello non ci sono cose degne di nota.

Da come ne sto parlando questo team non dovrebbe avere speranze, ma passiamo tutti che non è così: Liquid è una squadra molto solida che può battere buona parte delle squadre di questo girone solo con i loro fondamentali e la loro conoscenza di gioco, i problemi potrebbero sorgere se non dovessero riuscire ad arginare dei tempi di gioco troppo rapidi che gli impediscono di trovare i teamfight front to back dove eccellono. In ogni caso sarebbe piuttosto triste vedere TL uscire in questa fase anche se scaturirebbe moltissimi meme.