Home League of Legends Esports Mondiali League of Legends: preview ai Play in Gruppo B

Mondiali League of Legends: preview ai Play in Gruppo B

Il secondo gruppo dei play in è in una situazione un po’ strana: con PSG molto indebolito dai problemi di viaggio LGD dovrebbe essere quasi incontestato dato che solo gli UOL dovrebbero poter minacciare il team cinese.

PSG Talon

Hanabi Top
Kongyue Jungle
Uniboy Mid
Dee Marksman
Kaiwing Support
Bigfafa Coach
Saroo Coach

PSG Talon è il secondo rappresentante del campionato pacifico ed entrai ai play in con un enorme problema causato dai visti di ingresso.
Solitamente sono i tornei tenuti negli US a causare questi problemi, ma questa volta è la Cina a negare il visto di ingresso per le date dei play in a 3 dei giocatori di PSG: River, Tank ed Unified rispettivamente jungler, midlaner e marksman. Il team ha dovuto cercare rimpiazzi in fretta ed ha preso in prestito i migliori giocatori della regione che faranno parte del loro starting roster, unica consolazione è che Unified perderà solo uno o due game prima di poter partecipare, ma lo stesso non si può dire per River e Tank che potranno giocare solo se il team si dovesse qualificare ai group stages.

Questo handicap non colpisce solo la coordinazione della squadra, ma il suo cuore. River era la colonna portante del team: con i suoi carry jungler era lui che prendeva controllo delle partite e dominava le prime fasi di gioco, senza la sua presenza la situazione per PSG è molto precaria.

 

V3 Esports

Paz Top
Bugi Jungle
Ace Mid
Archer Marksman
Raina Support
Son Coach

V3 è il rappresentate del campionato giapponese, una regione ancora in fase di crescita nel panorama esportivo che sta facendo i primi passi nel mondo di League of Legends.
A causa di questa gioventù vedo i team in difficoltà nell’adattarsi al meta poichè tendo ad aspettare di vedere cosa giocheranno gli altri, per contro la macro non è malvagia anche se è i team mi sono parsi un po timidi nelle prime fasi di gioco.

V3 ha vinto in maniera non troppo convincete la finale dove il team avversario mi pareva avesse una maggiore conoscenza del macro game e dei propri limiti, ma alla fine è stato V3 ad emergere vittorioso grazie alle azioni di Paz e Raina che creavano lo spazio al loro hyper carry Archer che poteva fare danno indisturbato.

Per il team giapponese sarà molto dura giocare in un gruppo con UOL ed LGD che metteranno subito alla prova le loro capacità di skirmish e temo che per V3 andare indietro nelle prime fasi di gioco vuol dire perdere automaticamente la partita.

LGD Gaming

Langx Top
Peanut Jungle
Xiye Mid
Kramer Marksman
Mark Support
Maizijian Coach
Eimy Coach

Il quarto seed Cinese è il team da battere in questo gruppo, non vederli al primo posto sarebbe una grossa sorpresa.
Essendo un team cinese LGD mantiene quello che è il playstyle della regione: fight continui e skirmish su ogni obiettivo superiorità numerica o meno, per un team dell’LPL concedere un obiettivo è un sacrilegio.

Essendo il seed numero 4 LGD non ha il gameplay più pulito della regione ed ha dei grossi problemi con gli ingaggi che risultano troppo forzati, poco coordinati ed hanno spesso un tempismo orrido: gli ingaggi di questo team tendono ad arrivare poco prima di un obiettivo cosa che permette agli avversari di ritirarsi senza paura di concedere nulla per poi reingaggiare sul’obiettivo quando LGD non ha più alcune ultimate.

Il player da guardare  in questo team è Xiye che con i suoi tempo controller come TF, Sylas ed Ekko riesce a prendere in mano la partita sin dalle prime fasi di gioco dove le sue abilità nei 2v2 e 3v3 lo rendono estremamente pericoloso. Ovviamente un playstyle del genere richiede un jungler su cui poter fare affidamento e Peanut rimane uno dei migliori jungler usciti dalla Corea.

 

Unicorns Of Love

BOSS Top
AHaHaCiK Jungle
Nomanz Mid
Gadjet Marksman
SaNTaS Support
Sheepy Coach
Invi Coach

Per quanto UOL sia un nome che ricorda molto la Germania e la lega europea l’organizzazione non è riuscita ad inserirsi nel franchise degli LEC e si è trasferita nella scena russa dove si è qualificata ai mondiali vincendo l’LCL.

La squadra ha dato prova di saper giocare sia uno stile di gioco passivo che uno attivo anche se li preferisco nel ruolo dell’aggressore dato che le loro strategie da late game li portano sempre ad essere sul filo del rasoio.

In questo gruppo UOL ha come avversario LGD un team contro il quale non possono permettersi di giocare passivamente poichè la Cina non perdona stili di gioco simili.
Il resto della competizione dovrebbe essere leggermente al di sotto della squadra russa e mi dispiace molto per le problematiche di PSG poichè sarebbe stato un match molto interessante da vedere, ma allo stato attuale penso che UOL sia favorito per il secondo posto.

Come players Nomanz è sicuramente il loro pugno di ferro mentre Gadjet gioca degli ottimi carry da supporto anche se vorrei vederlo di più su Jhin così da avere un po’ più di pressione nelle fasi iniziali di gioco.

Rainbow7

Acce Top
Josedeodo Jungle
Aloned Mid
Leza Marksman
Shadow Support
Skin Coach

I rappresentati del sud America e vincitori del LLA sono i Rainbow7 un team che devo ammettere non mi ha impressionato e non penso farà molto in questo gruppo dei play in: lo stile di gioco della regione sembra estremamente passivo con un macro game non ottimale che li renderà facili prede sia per i team più lenti che per quelli più feroci; l’unico match up alla pari potrebbe essere contro i giapponesi, ma il coaching staff coreano potrebbe fare la differenza.

Come team Rainbow7 sembra funzionare bene quando ha nelle mani Ashe per aiutarli a controllare il tempo della partita, senza di essa mi pare che abbiano problem a  trovare ingaggi e a giocare le prime fasi di gioco in attivamente.