Home Fifa FIFA 21: COMPRAVENDITA, METODI DI ACQUISIZIONE

FIFA 21: COMPRAVENDITA, METODI DI ACQUISIZIONE

Quello della compravendita è un argomento che sta prendendo sempre più piede nelle discussioni tra amanti di FUT della serie videoludica FIFA, e come dargli torto? Anziché spendere centinaia di migliaia di euro, tramite la compravendita è possibile ottenere i campionissimi a lungo sognati senza dover aprire il proprio portafogli o prosciugare inutilmente le risorse del team a cui si appartiene.

 

Come esperto del mercato di FUT, da anni ormai sondo questo terreno e nelle mie live su twitch una delle domande che viene posta più spesso è “cosa devo sniperare”, come se quest’ultima fosse l’unica azione possibile per acquisire un giocatore. Per quanto valido, e sicuramente divertente, l’atto dello sniperare è semplicemente uno dei diversi modi per ottenere un giocatore e va trattato come tale, senza porlo su di un piedistallo o limitare l’intero mondo della compravendita a quest’unico atto d’acquisto. Andiamo quindi ad analizzare i 4 diversi metodi di acquisizione, presentandone pregi e difetti e magari anche qualche tips:

 

Acquisto di pacchetti – Che sia tramite fifa points (e quindi soldi reali) o tramite crediti di gioco, questo è senza dubbio il metodo di acquisizione più diffuso tra i players e, paradossalmente, anche quello peggiore. Premendo il tasto R3 nello store è possibile vedere le possibilità di ritrovamento dei giocatori all’interno di un pacchetto, ad esempio il pack “Oro Premium Maxi” (costo 300 fifa points o 15.000 crediti) offre il 100% di possibilità di ritrovamento di un giocatore 75+, il 5,9% di possibilità di un giocatore 85+ ed addirittura meno dell’1% di possibilità di ritrovamento di un giocatore “da tenere d’occhio”(d’ora in poi OTW). Acquistare questo pacchetto sperando di trovare, ad esempio, un Timo Werner 85 OTW significa letteralmente tirare un dado da 100 lati e pregare che cada proprio sul quell’unico lato che potrebbe contenerlo, ed il condizionale è d’obbligo perché ovviamente il ritrovamento di un giocatore OTW potrebbe riferirsi anche ad un Osimhen 79 OTW, ossia un giocatore di gran lunga inferiore.

Questa metodologia d’azione non garantisce quindi alcun ritrovamento di effettivo valore e, nella grande maggioranza dei casi, costringerà il player di turno a vendere tutto il contenuto dei pacchetti aperti nella speranza di rifarsi della perdita, magari accumulando crediti (o acquistando fifa points) per poi sprecarli nuovamente in altri pacchetti. Indubbiamente prima o poi la fortuna potrà bussare anche alla sua porta, ma occorre ricordare che la saggezza popolare recita “chi di speranza vive, disperato muore”. Personalmente sconsiglio nel modo più assoluto l’acquisto di pacchetti, gli unici effettivi vantaggi di questo metodo d’acquisizione sono la velocità con cui si acquisiscono giocatori ed il fatto di poterlo fare senza la benché minima nozione, in fondo tutti sono capaci di aprire il portafogli a prescindere dalle proprie competenze.

 

Completamento delle SBC – Ogni settimana in FUT fanno la comparsa nell’apposita sezione una serie di sfide che offrono come ricompensa dei pacchetti e/o dei giocatori. Il completamento di queste sfide potrà sembrare banale ed anche scontato, ma rappresenta per molti giocatori l’unica alternativa ai pacchetti dello store per acquisire nuovi players per la propria squadra. In genere l’utente medio non spende troppa materia grigia per completare l’SBC del momento, e molto spesso la prima cosa che farà sarà andare su internet e cercare le soluzioni più economiche sui siti più noti, come FUTBIN. Quello che non sa, è che queste soluzioni molto spesso sono state create ad arte dai traders per piazzare sul mercato carte precedentemente acquistate (ovviamente a cifre inferiori), sfruttando l’abbondante tempo impiegato dal sito per aggiornare i prezzi delle carte che compongono la soluzione stessa e che quindi risulterà essere la più economica solo sulla carta. Ignari di ciò, i players inizieranno a completarla e molto spesso non si renderanno nemmeno conto di aver speso diverse migliaia di crediti in più del necessario. Nonostante ciò, consiglio a tutti di completare queste sfide perché nella maggior parte dei casi basta un minimo di accortezza per completare la sfida pagandola il giusto ed in genere il contenuto del pacchetto proposto ripaga sempre il costo dei giocatori “spesi” nella sfida. Ad esempio anziché correre a sfruttare FUTBIN per copiare una soluzione si può tentare di farla da soli con i giocatori a propria disposizione (molto spesso basta ragionare per “triangoli”, ad esempio formando buone intese tra terzino, difensore centrale e centrocampista difensivo), per poi copiare solo parte della soluzione qualora non si riesca a farla da soli. Si può anche copiare l’intera soluzione, ma andando a pescare nelle proposte di FUTBIN dal costo intermedio piuttosto che in quelle solo apparentemente più cheap. Il vantaggio di questo metodo d’acquisizione è che si potranno far ciclare le carte altrimenti inutili nel proprio club scambiandole con la speranza di trovare qualcosa di migliore, fermo restando che anche in questo caso le possibilità di ritrovamento di carte fantastiche sono minime (ma, almeno, non si è intaccato il proprio patrimonio).

Astare i giocatori – Questo è il primo metodo realmente legato al mondo della compravendita e si basa, come dice il nome stesso, sull’acquisire i giocatori tramite asta. Ogni volta che nel gioco avviene uno spacchettamento massivo, ad esempio ai premi delle competizioni (alle 2.00 del mattino dei lunedì per le Squad Battles, alle 9:00 dei giovedì per le Rivals) o durante gli eventi (in genere alle 19:00 dei venerdì), il gioco viene letteralmente inondato di carte che gli “spacchettatori” lanciano contemporaneamente sul mercato mentre sperano di trovare qualcosa di decente dai pacchetti appena ottenuti/acquistati. In genere le carte vengono lanciate sul mercato facendo solo attenzione al prezzo d’acquisto in “compralo subito”, senza impostarne un prezzo minimo o una durata di asta diversa da quella di default poiché si è presi dalla fretta di spacchettare il più rapidamente possibile. Questo comporta che durante l’ora successiva ci sarà sul mercato una massiccia presenza di carte dal prezzo in “compralo subito” adeguato al mercato, ma con un prezzo di base d’asta a dir poco ridicolo. Qualsiasi appassionato di compravendita sa bene che a partire dall’ora successiva e per circa 20 minuti si ha quel momento magico in cui è possibile astare giocatori e, in caso di fortuna, ottenere ciò che si desidera pagandolo anche 20.000 o 30.000 crediti in meno del prezzo reale della carta. Questo è uno dei metodi di acquisizione più consigliati, poiché se si riesce ad essere presenti sul mercato si potranno gestire carte anche molto lontane dal proprio budget solo perché qualcun altro è stato troppo pigro per impostare un prezzo di base adeguato al valore della carta. Un piccolo tips: cercate di fare offerte rilanciando la cifra minima (quindi se una carta è astata a 20.000 crediti non offrite subito 21.000 ma solo 20.250) e fate solo quando la carta raggiunge gli ultimi 15/20 secondi dalla scadenza, in questo modo eviterete che il prezzo della carta lieviti troppo velocemente vicino la cifra di valore effettivo ed al tempo stesso facendo le offerte all’ultimo potreste tagliare fuori dall’asta tutti quei concorrenti troppo impazienti per attenderne il buon esito. Cercate sempre di seguire 10/15 aste contemporaneamente, poiché il momento magico è davvero breve e non si può perdere tempo astando i giocatori singolarmente.

Sniping – Ed ecco finalmente il metodo d’acquisizione più legato al mondo della compravendita, anche se spesso solo per sentito dire e non per reale conoscenza dello stesso. Lo sniping consiste nell’arte dell’individuare il prezzo minimo di una carta e tentare di prenderla ad un prezzo ridotto, azzeccando l’acquisto proprio nel momento in cui qualcuno la piazza sul mercato. La difficoltà dello sniping è data dal fatto che si ha letteralmente un singolo secondo per piazzare l’offerta prima che qualcun altro ce la soffi, per questo si usa il termine “sniperare”, ossia “cecchinare” una carta come se si fosse un soldato in guerra che cerca di colpire rapidamente un nemico scoperto prima di perderne l’occasione. Ovviamente è un metodo di acquisizione assolutamente consigliato, ma con qualche piccola avvertenza: innanzitutto bisogna impostare bene i filtri di ricerca onde evitare l’acquisto di carte sbagliate, ad esempio se si vuole sniperare il Timo Werner OTW prima citato occorre selezionare la tipologia di carta per evitare di prenderne la versione base, poi occorre impostare il prezzo massimo a cui si è disposti a pagare la carta in modo tale che sia inferiore a quello di mercato ma anche logico rispetto al valore della carta (Se vale 665.000 crediti, non si può pretendere di sniperarlo con successo a 300.000. Può accadere, ma in genere si perde solo tempo). Ovviamente lo sniping risulta particolarmente profittevole durante gli spacchettamenti, poiché molte persone non conoscono il valore di una carta o lo ricordano solo approssimativamente, e quindi lanciano sul mercato carte a cifre ridicole. Non a caso, nella compravendita durante gli spacchettamenti si tende ad effettuare la combo sniping+aste, in modo tale da massimizzare il profitto nei momenti di maggior fermento sul mercato.

 

Com’è stato dimostrato ci sono diversi modi di ottenere le carte, spero che l’articolo possa fare chiarezza su cosa effettivamente conviene fare (o non fare) e sulle motivazioni che spingono verso tale direzione.

AUTORE

Ben Wolfers

https://www.twitch.tv/benwolfers
https://www.youtube.com/c/BenWolfers
http://www.benwolfers.it/

_______________________________________________________________________

Vi ricordiamo che potete acquistare su InstantGaming cliccando sul banner sottostante moltissimi titoli a prezzi scontati, compresi abbonamenti per PS ed Xbox.