Home League of Legends Esports G2 Perks durante la conferenza stampa: sono sicuro che con un loser’s...

G2 Perks durante la conferenza stampa: sono sicuro che con un loser’s bracket saremmo arrivati in finale ed avremmo vinto

Durante la conferenza stampa fatta dopo la partita contro Damwon il team di G2 ha risposto a domande su vari temi che ci danno un nuovo sguardo sulle performance del team e della regione europea ai mondiali 2020.

Vari membri della squadra ammettono che non hanno dato il meglio di sè stessi durante la partita contro Damwon che, a loro parere, è uno se non il miglior team presente ai mondiali quest’anno per via della loro abilità di cambiare stile di gioco da game a game rendendoli difficile da leggere.
Oltre all’avversario in sè G2 parla di come l’Europa partisse con un netto svantaggio dato che i team cinesi e coreani giocavano farming jungle da diversi mesi mentre l’europa era ferma su un meta più tempo oriented che non riusciva a tenere il passo con le strategie orientali; questo ha costretto i team a cambiare drasticamente le draft e lo stile di gioco nei giorni prima dell’inizio della competizione. Questa affermazione rende il famoso discorso di Yamato Cannon “play your game” in pessima luce dato che i team europei hanno tutti scelto di cambiare stile di gioco invece di mantenere il proprio, sintomo del fatto che c’è sempre uno stile migliore.

L’ultimo punto delicato che viene toccato è l’assenza di Loser’s bracket ai mondiali che dovrebbero essere l’apice della competizione di League, ma non utilizzano il formato di torneo più competitivo. Questo punto è oggetto di costante discussione e penso che non sia stato implementato quest’anno per via della pandemia globale attualmente in corso.
Spero che vivamente che vedremo un double elimination bracket il prossimo anno per assicurare la massima competitività del torneo e spero che Riot non basi la decisione sui risultati di quest’anno dove, per la prima volta in diversi anni, potrebbe assiste ad una finale competitiva.

Se volete vedere l’intera conferenza stampa la potete trovare al seguente link.