Home League of Legends Esports Worlds 2020 Finals: recap ed impressioni

Worlds 2020 Finals: recap ed impressioni

Con la vittoria di Damwong a Shangai si concludono i mondiali 2020 con una finale che non anti climatica, ma neanche al cardiopalma come speravamo. In ogni caso ora che la polvere si è abbassata vorrei fare qualche considerazione a freddo sulla finale e sull’evento in sè.

 

Cerimonia di apertura

Non si può parlare solo delle finali senza parlare della cerimonia che non è stata sicuramente tra le più memorabili.
Rispetto agli anni scorsi dove avevamo canzoni inedite ed ottime coreografie quest’anno non abbiamo avuto neanche i sottotitoli per l’annunciatore live che ci ha quindi parlato in una strana lingua mentre noi gustavamo l’amaro che ci aveva lasciato la performance precedente.
La mia lamentela viene dal fatto che con diverse canzoni delle K/DA presenti nell’album hanno deciso di mostrare di nuovo quella che avevano rivelato pochi giorni prima e nella quale Seraphine ha una parte minuscola: con tutto l’hype verso il champion mi aspettavo di vederla sul palco per più di 45 secondi scarsi.

Il resto della cerimonia ha visto solo un remix delle canzoni precedenti ed una coreografia mediocre se comparata a quella degli anni scorsi.
Ora capisco bene che il covid abbia ridotto le possibilità organizzative, ma mi aspettavo di più anche solo dalle coreografie in augmented reality il cui unico momento degno di nota è stato l’arrivo di Galio sul palco durante la presentazione dei team.

 

La finale

La finale è iniziata con un game molto teso che faceva presagire ad una serie molto contesa, ma lo stile di gioco estremamente passivo nelle prime fasi di gioco da parte di Suning era una chiara debolezza che Damwon ha sfruttato al meglio nel corso della finale.

Suning

  • Thumbs Up: Bin rimane uno dei migliori top laner presenti nella scena mondiale e ne ha dato prova dando un sacco di filo da torcere a Nuguri anche se le sue giocate aggressive gli sono costate un poco
  • Thumbs Down: in un meta dove l’iniziativa è chiave Suning ha lasciato troppo spazio di manovra a Damwon i quali hanno analizzato e smantellato il piano di gioco del team cinese nel mid-late game

Le draft della squadra cinese mi sono piaciute molto grazie alle build e pick poco convenzionali che hanno dato un po’ di pepe alle pick e ban. Il problema del rappresentate del LPL era, però, in game dove Damwon ha dominato la mappa da game 3 in poi quando hanno capito il tipo di rotazioni ed i punti deboli del team cinese

 

Damwon

  • Thumbs up: uno staff ed un team senza pari che hanno messo in ginocchio gli avversari sia in game che fuori
  • Thumbs down: qui si va un po’ a cercare l’ago nel pagliaio, ma devo dire che non mi pare abbiano mostrato un grande rispetto per gli avversari prima del game 2 dove Bin li ha demoliti con la sua Fiora

Il team coreano era sicuramente il più forte anche se non era così facile da definire ad inizio serie. A fare da testimone della loro superiorità Damwon non mi pare abbia mostrato nulla per tutta la durata dei mondiali: sono arrivati giocando uno stile e dei pick ed hanno concluso senza tirare palle curve o pick off meta per destabilizzare gli avversari erano semplicemente più forti.

 

Conclusione

In conclusione queste finali mi sono piaciute, ma rimango dell’idea che il formato ad eliminazione diretta ci privi di tantissimo spettacolo e rimuova un po’ di competitività dal torneo.

Tendo a ricordare che per tutti i team i worlds sono l’unico momento in cui è possibile affrontare squadre di altre regioni per cui è necessario ottenere data ed adattare le proprie pick e band ed il proprio stile di gioco ad i team stranieri, cosa impossibile da fare senza un po’ di esperienza sul campo.
Attualmente i team hanno letteralmente solo le scrim per fare questo ed una sola serie per metterle in pratica; con un double elimination bracket le squadre avrebbero il doppio delle chance e permetterebbe l’utilizzo di strategie meno convenzionali poichè non è tutto o la va o la spacca.

Anche guardando a questo mondiale mi viene da chiedermi: Top Esports era più debole del previsto o hanno avuto solo una brutta serie? Fnatic avrebbe potuto scalare il lower bracket? Damwon avrebbe comunque vinto un rematch contro Suning? Invece di essere soddisfatto della competizione rimango qui a chiedermi cosa sarebbe potuto accadere, ma l’unica certezza che posso avere è che non avrò mai riposte dato che il prossimo evento è tra circa 6 mesi in una nuova stagione con un nuovo meta e nuove regole.