Home League of Legends LEAGUE OF LEGENDS SOLOQ TIER LIST PATCH 10.22

LEAGUE OF LEGENDS SOLOQ TIER LIST PATCH 10.22

Bentrovati con l’appuntamento settimanale per la soloQ tier list di League of Legends. Oggi proponiamo un nuovo formato fatto interamente dove riorganizzo i dati delle solo da plat in su per darvi un’idea di quale sia il pick migliore per scalare la ladder in questa patch.
Con il nuovo formato cambiano anche i tier ed il loro significato:

  • Tier S: pick facili da giocare e che danno buoni od ottimi risultati
  • Tier A: pick più complessi da pilotare, ma che danno buoni risultati
  • Tier B: pick semplici e con risultati onesti
  • Tier C: pick specialistici che possono dare buoni risultati se si è esperti col campione
  • Tier D: pick deboli. non faccio distinzioni tra molto deboli e mediamente deboli

Come potete vedere solo perchè un pick è in B tier non vuol dire che sia debole anzi rimane un buon champion con un win rate del 50+% e che permetterà di salire ad un passo più lento rispetto a quelli dei tier superiori, ma che è più semplice da utilizzare rispetto ad uno di tier A.

Ora che le nuove divisioni sono chiare non vedo altro motivo per non andare subito a vedere come si pongono i champion in questo nuovo tipo di disposizione.

TOP LANE

Nella 10.22 la top non è stata toccata da buff o nerf ad eccezione di Nasus che ha giovato del burst di resistenze per prolungare i fight, ma oltre a questo il cambiamento di meta avviene dall’apparizione di Malphite e Poppy nell’ecosistema: questi due champion interagiscono molto bene con i champion più popolari del momento come Jax, Camille e, parzialmente, Fiora la quale può gestire entrambi superata la fase di corsia.

A cause di questi due pick altri champion possono farsi avanti come Maokai che non subisce affatto la fase di corsia e porta una grande utilità in teamfight oppure il sopracitato Nasus il quale può famare felicemente le sue stack; alcuni pick più di nicchia sono Yorik ed Illaoi che preformano molto bene in questi match ups mentre Maokai ed Urgot potrebbero essere leggermente sottovalutati e sono, secondo me, i prossimi contendenti per la tier S.

Jungle

Come in top anche la jungle non ha subito pesanti cambiamenti e le cose sono rimaste più o meno come nelle scorse settimane: Kayn e Kha’zix punisco i farmer come Kindred, Lillia e Graves che richiedono una buona dose di map awarness e decision making per essere efficienti mentre Hecarim è semplicemente il meglio dei due mondi dato che ganka, farma e scala. L’unico champion che è stato buffato è Amumu che vediamo arrivare in A tier e vi assicuro che potrebbe salire in S tier la prossima settimana preseason permettendo, la piccola mummia è stata buffata per svariate patch consecutivamente e questo cambiamento è la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

MID LANE

Hanno nerfato Zed, ma non è abbastanza e anche questa settimana non ho potuto affiancare nessun champion al leader dell’ordine dell’ombra.
Per il resto i maghi da controllo performano ancora bene se si è capaci di gestire la pressione in corsia e si arriva in uno stato decente alla fase di teamfight; il pick da tenere d’occhio però è Annie che dopo il mini reowork allo scudo è veramente difficile da gestire e potrebbe arrivare in tier S nelle prossime edizioni: la velocità di movimento sullo scudo le permette di essere una piccola Karma con possibilità di engage grazie allo stun della passiva e la rende molto pericolosa in tutte le fasi di gioco. Seraphine non appare, ma è un solido tier D mentre Katarina, della quale sono sicuro avrete notato l’assenza, è ovviamente un tier A quasi S.

MARKSMAN

Il mondo nella corsia inferiore non cambia molto di questi tempi con Jhin ed Ashe che sono senza dubbio i migliori ADC della patch mentre gli altri si accollano nelle altre posizioni ed è molto facile arrivare in tier D per via di come sono bilanciati in questo momento i tiratori. Onestamente non consiglio di giocare ADC dal tier B in giù se non siete confidenti nel pick.

SUPPORT

I support vedono molti pick nel tier C poichè saper giocare quel tipo di campioni dona un drastico aumento nel win rate, ma c’è da considerare l’autofill che abbassa il win rate di molti champion popolari come Senna e Thresh; se dovete fillare optate per Lulu o Leona che sono più facili da pilotare soprattutto Leona.
Seraphine performa meglio di quanto pensassi se usato da giocatori esperti, la stessa cosa vale per Yuumi e Swain; ancora una volta Annie è il pick da guardare poichè il suo nuovo kit le permette di giocare molto bene anche da support probabilmente con una build simile a quella di Thresh con 3 punti su Q per poi maxare lo scudo.

 

Se volete visionare le patch precedenti potere farlo a questo link.