Home PUBG PUBG Mobile Japan League 2021: ecco le squadre confermate

PUBG Mobile Japan League 2021: ecco le squadre confermate

Arriva uno dei più grandi tornei Esport di PUBG Mobile del 2021: Japan League (PMJL) che avrà un montepremi di 300 milioni di Yen (che sono circa $2,9 milioni).

Gareggeranno sedici squadre al PMJL ed è stato organizzato dall’operatore di telefonia mobile giapponese NTT DoCoMo. La prima stagione si svolgerà da febbraio ad aprile, mentre la seconda da luglio a settembre.

Oggi, PUBG Corp. ha rivelato le squadre partecipanti al PMJL. Ogni squadra può essere composta da un massimo di sette giocatori, due dei quali possono essere cittadini stranieri. Lo stipendio minimo per tutti i giocatori è di 3,5 milioni di yen (circa $ 33.000).

Le 16 squadre e i loro proprietari sono le seguenti:

  • BLUE BEES: BLUE BEES Co., Ltd.
  • Lag Gaming: Cosmo World Co., Ltd.
  • Team name not decided yet: CS Entertainment Co., Ltd.
  • REJECT: CYLOOK Co., Ltd.
  • Donuts USG: Donuts Co., Ltd.
  • DeToNator: Gaming D Co., Ltd.
  • JUPITER: GANYMEDE Co., Ltd.
  • SunSister: SK SST-GAMES
  • AQUOS DetonatioN Violet: Sun-Gence Co., Ltd.
  • SCARZ: XENOX Co., Ltd.
  • Team Unite: Akatsuki Co., Ltd.
  • AXIZ: Ax Entertainment Co., Ltd.
  • Sengoku Gaming: Sengoku Co., Ltd.
  • Burning Core: Burning Core Co., Ltd.
  • CYCLOPS athlete gaming: Broadmedia eSports Co., Ltd.
  • Team name not decided yet: World Hi-Vision Channel, Inc.

Nulla è certo in questo mondo e PUBG Corp. ha affermato che i team partecipanti e proprietari possono anche subire modifiche, ovviamente ulteriori dettagli saranno annunciati nei mesi successivi.

La notizia di questo evento è particolarmente ottimista in quanto PUBG Mobile è stato recentemente vietato in Afghanistan in quanto ha degli “impatti negativi” sui ragazzi. Oltre a questo, il gioco non è conforme alla cultura afgana e alla religione, speriamo che questo divieto sia temporaneo. A quanto pare PUBG ha un riscontro burrascoso per alcuni paesi, prima l’India poi  Nepal, Giordania e Pakistan, adesso è il turno dell’Afghanistan.

Vedremo se riuscirà a trovare un punto di incontro anche questa volta, come per l’India, ma per il momento ci godiamo il torneo in Giappone.