Home League of Legends Esports Dove sono i nostri? – Spring Split 2021

Dove sono i nostri? – Spring Split 2021

Il PG Nationals di League of Legends è cominciato, con lui (quasi) tutte le Leghe Maggiori e quelle Regionali disseminate per l’Europa. E quindi siamo qua anche per questo Split per raccontarvi come se la stanno passando i giocatori e staffer italianieffettivi o adottati – che non vedrete tutti i mercoledì e giovedì sera nel campionato nostrano.

Partiamo però da una novità: quest’anno infatti sono le org ad aggiungersi al conto, con i Goskilla (da tempo attivi in altri giochi, specialmente su Rainbow 6 Siege, e visti durante il Red Bull Factions 2020) che si sono qualificati per la sesta stagione del Baltic Masters. Il team, guidato dal coach Antonio “Kwan” Carbone e dal team manager Kevin “Giambobanana” Rossi, schiera nel suo roster il jungler ex Romulea Kanna ed un ex-campione del PG Nationals come il support Cospect (ex YDN e Sparks). Gli scimmioni arancioni si troveranno ad affrontare nella lega baltica gli Iron Wolves dell’ex OP Saulius, ormai leggenda della regione e del team, nonché i Medieval Riga che schierano come adc Helvisk, il lettone che anni fa era diventato noto tra i fan italiani per il suo rapporto con il support Paolocannone.

Ed a proposito di ADC e di Red Bull Factions, dopo un Summer split di pausa ed un inverno giocato da support, l’ex Moba ROG, HG e CGG Creon è tornato nel suo ruolo originario, andando a sostituire l’attuale botlaner degli stessi CyberGround AFM ai portoghesi ForTheWin, dove trova l’ex midlaner rumeno dei Morning Stars e ancora dei CGG Vrow. L’ex compagno di squadra ai Moba ed agli HG (ed ovviamente nel NAT) dell’adc marchigiano, il miglior Lux player italiano, lo spezzino Crocomux ha invece confermato da poco il suo approdo in EBL, lega balcanica, ai Crvena Zvezda – ovvero la Stella Rossa di Belgrado.

Uno dei team che maggiormente si è modificato durante la stabilità della scorsa stagione sono i campioni in carica del PG Nats, i Samsung Morning Stars. Solo 3/5 del roster attivo dello scorso Summer sono rimasti in Italia, con gli altri due giocatori trasferitisi altrove, ed entrambi in Spagna: Knighter, il midlaner, è infatti ora ai Mad Lions Madrid (con l’ex SK Gaming Sacre e l’ex coach di Fnatic ed Origen Araneae); mentre il jungler Eckas è passato ai Vodafone Giants di Attila, Th3Antonio e Ronaldo – con l’analyst rumeno Rypsee, in precedenza anche lui agli SMS.

Una SuperLiga Orange che sembra pronta ad accogliere moltissimi nomi noti della scena italiana: come nel caso dei G2 Arctic – academy del team LEC – in cui hanno trovato una nuova casa l’ex support dei Forge e degli Sparks Efias ed il midlaner ex Racoon Fresskowy.

Ed il coach campione in carica? Dov’è Cristo? Dopo i Forge, gli Sparks, gli SMS, il coach più titolato d’Italia è approdato in Francia, agli MCES, insieme ad Acidy (ex Mkers, ora rinominatosi ACD), il toplaner con cui ha vinto 2 dei suoi 4 titoli. Tra gli avversari, uno degli altri giocatori titolati in Italia con Cristo, ovvero beansuex Forge e Movistar Riders, ora ai GamersOrigin insieme agli ex-LEC players, Nukes Innaxe e Kirei.

Anche la Germania è una delle mete più ambite dai giocatori nostrani, e non sono in pochi ad essere riusciti a raggiungere il campionato tedesco: partiamo dai Penta 1860, protagonisti di una storica promozione dalla Division One in Prime League, che schierano il jungler ex-Moba Rulfchen ed il midlaner campione d’Italia nello Spring 2020 con gli YDN, Phantomles (Hi Kim, still love you. Please notice me).

Oltre a loro Sleeping, ex-Outplayed ed ora agli Unicorns of Love Sexy Edition – la divisione tedesca dell’org russa –, Canee, ex RCN e confermato agli SK Prime dopo la chiamata nel main team dello scorso Summer. Chiudiamo l’argomento ERL citando Orome, “retrocesso” dai Mad Lions finendo in NLC, lega inglese/scandinava, nei BT Excel; e Bean, anche lui in NLC – dopo due split in BIG, Germania, post Summer 2019 in QlashForge – in maglia Fnatic Rising.

Poche notizie invece per quanto riguarda Shadow. Dopo l’esperienza fallimentare agli scorsi Mondiali infatti è trapelato molto poco riguardo il jungler italocinese. In accordo con quanto sempre detto dallo stesso Shadow, l’obiettivo sarebbe quello di giocare in LPL e questo traguardo potrebbe essere raggiunto a partire dal prossimo Summer, con un po’ di fortuna. Dunque per ora resta un free agent.

È invece arrivata la notizia del ritiro come giocatore di Edward, probabilmente il più longevo che sia mai passato per le leghe italiane. L’ex Moscow 5 è infatti passato al ruolo di Head Coach in CBLoL, lega brasiliana, ai FURIA Esports.

Mancano ovviamente ancora tanti nomi, ma preferiamo interrompere qua questo listone di inizio split. L’invito è a seguire i vostri giocatori preferiti nelle loro leghe regionali, cercando in rete le informazioni sui social o nelle varie Wiki. Oppure a chiedere direttamente a noi se volete notizie riguardo le varie ERL, specialmente in vista dell’European Masters.