Home League of Legends Guide League of Legends: Analisi patch 11.3

League of Legends: Analisi patch 11.3

Nella 11.3 Riot cerca di bilanciare l’enorme sustain che è presente al momento nel meta.
I nerf maggiori vanno a toccare l’itemizzazione, in particolare il Goredrinker subisce delle pesanti riduzioni sui valori di cura che era decisamente troppo alti e rendevano immortali campioni come Olaf ed Aatrox. Anche l’omnivap subisce dei nerf pesanti riducendo drasticamente i valori su tutti gli oggetti che possiedono questa statistica.

Reputo questi cambiamenti molto positivi poichè le cure stavano diventando un fattore troppo importante in League e 200 anni di game design ci dicono che le cure, per quanto siano divertenti per chi le riceve, sono la meccanica più frustrante da affrontare dopo il mana burn.

Vengono aggiustati ancora gli oggetti da tiratore che, dopo 3 patch, stanno iniziando ad essere tutti e 3 bilanciati; oltre ai mitici anche gli altri oggetti subiscono dei leggeri cambiamenti con la Phantom Dancer che passa ad essere l’oggetto da attack speed per eccellenza ad un secondo item bilanciato per molti ADC.

Parlando di nerf ai campioni Ivern, Taliyah, Elise e Anivia vengono colpiti più duramente. I primi due sono due campioni molto forti in competitivo, ed anche in soloQ nel caso di Ivern, mentre Anivia ed Elise stavano dominando le classificate.
Olaf Udyr e Seraphine subiscono dei piccoli cambiamenti che sicuramente ridurranno il loro potere, ma non penso impatteranno il loro status nel meta competitivo.

I buff sono sicuramente molto più succosi: Jinx viene potenziata in maniera decisa e rischia di diventare uno dei pick migliori della prossima patch; Karma e Sylas subiscono un trattamento simile e penso diventeranno degli staple della 11.3.

 

Articolo precedenteNew World: Bloomberg Vs Ags
Articolo successivoL’8 FEBBRAIO IL SORTEGGIO DEI GIRONI DI QUALIFICAZIONE A EEURO2021
Jack of all games, Master of all.