Home League of Legends Riot corregge gli errori presentati nel “Deep Dive”

Riot corregge gli errori presentati nel “Deep Dive”

Durante il Deep Dive del 26 Febbraio gli sviluppatori di League of Legends avevano parlato della diversità degli oggetti mitici e di come buona parte dei campioni non avesse un item mitico “obbligatorio” che, in questo caso, si traduce con un pick rate del 75%+.

Purtroppo le statistiche mostrate e discusse non venivano solo da Summoner Rift, ma anche ARAM ed URF. Queste modalità nono mostrano la reale diversità dato che hanno regole molto diverse dalla gioco reale.
A causa di questo sembrava che quasi tutti i champion avessero una buona diversità di itemizzazione, la realtà è leggermente diversa.

Nel tweet sopracitato vediamo come i campioni con un itemizzazione variabile siano il 72% e non l’88% inizialmente riportato.
Buona parte delle disparità viene dagli item AP che sono troppo polarizzati verso un tipo di playstyle e non permettono di deviare troppo da un build path predeterminato.

Riot ha voluto rassicurare che le statistiche usate dal team di bilanciamento vengono filtrate e non utilizzano dati grezzi come quelli usati erroneamente nel Deep Dive.