Home League of Legends Guide League of Legends: Analisi patch 11.5

League of Legends: Analisi patch 11.5

La patch 11.5 vede un buon numero di nerf mirati al gioco competitivo e che quindi non avranno un grosso impatto sulla maggior parte dei game: i piccoli cambiamenti a Rell, Gragas, Azir ed anche Seraphine non sono abbastanza per intaccare il win rate medio in maniera visibile anche perché nessuno gioca Azir in soloQ.

Riguardo ai nerf più importanti Udyr perde danno sulla sua “ultimate”: questa riduzione vuole ridurre il clear di questo champion che non lascia molto spazio all’avversario a causa del suo counter-jungling troppo pressante. Questo nerf si farà sentire molto anche nel competitivo dove la velocità di Udyr, nel clear e nei movimenti, è praticamente il motivo per cui viene selezionato.
Infine sono pienamente a favore dei nerf a Shaco support dato che rende la corsia un esperienza infernale sia per gli avversari che per l’ADC che non avrà un gran peeling dalla sua parte.

Passiamo alla sezione buff dove c’è un chiaro vincitore: Karma. la riduzione del cd sulla sua Q non fa altro che solidificare la sua presenza come mid laner: trovo che il pick sia ottimo in quasi tutti i match ups e non scala male con i gold, l’unica cosa negativa è il nerf alla sua itemizzazione preferita (Moonstone+ Staff of the Flowing Water), ma penso che sia ancora più che viabile.

Altri buff importanti vanno a toccare Jax, Samira, Kog’Maw ed, in minor parte, Master Yi e Qiyana: i buff alle loro skill o stats base sono piuttosto grossi e permetteranno a questi campioni di migliorare le loro performance ad ogni livello di gioco.
Per quanto riguarda Twitch vede il suo skillset aggiustato per essere forte sia in versione AD che AP. A mio parere questo è un errore: al momento LoL ha dei problemi di danno in quanto ci sono troppi campioni AD e pochi AP, al di fuori della mid lane, che possono infliggere danni consistenti nel late game. Questo porta i mid laner ad essere quasi obbligati a giocare un mago e lascia gli altri pick AD mid in una posizione scomoda: aggiungere bruiser o Marksman che infliggono danni magici aiuterebbe tremendamente la diversità in competitivo.

Infine una piccola nota sugli oggetti che vengono leggermente reworkati.
– Stridebreaker diventa l’item da ingaggio dei bruiser grazie al suo range aumentato
– Senna non potrà più abusare della Guinsoo
– Black cleaver ora è molto più forte per tutti i bruiser o juggernaut che devono rimanere su un bersaglio grazie alla passiva che ora dona velocità di movimento e non AD, per non parlare dei 100HP aggiuntivi ed i 200g di sconto.