Home League of Legends LE TRE SORELLE DEL FRELJORD – ASHE

LE TRE SORELLE DEL FRELJORD – ASHE

Come anticipato nell’articolo della settimana scorsa, oggi parleremo di Ashe! Allora… Ashe è un ragazzino di dieci anni di Biancavilla, che un giorno parte per esplorare la regione del Kanto, insieme al suo fidato Pikachu. Dite che quello era “Ash” e non “Ashe”, vero? Bravi, avete ragione (ma non avete vinto niente, mi dispiace). 

Per quanto riguarda la nostra Ashe (con la E finale), c’è da dire che anche lei ha un po’ un ruolo da protagonista all’interno della storia di Runeterra. Questo perché Ashe è la Madre Guerriera della tribù più numerosa e potente del Freljord, gli Avarosiani, che devono il loro nome alla leggendaria sorella di Lissandra, Avarosa. 

Ashe è la figlia di Grena, precedente matriarca del clan degli Avarosiani; questo, unito al fatto che è anche una Figlia del Gelo (quindi in grado di maneggiare il Vero Ghiaccio), ha convinto tutti che Ashe sarebbe succeduta alla madre come capo della tribù. Ma Ashe non ha mai desiderato questa pesante responsabilità. 

Il suo volere, tuttavia, passa in secondo piano quando la madre viene uccisa durante un’incursione nelle terre di un’altra tribù Freljordiana. Gran parte della sua tribù viene annientata, ed Ashe è costretta a fuggire. Grena aveva dedicato gli ultimi anni della sua vita alla ricerca del “Trono di Avarosa”, un tesoro leggendario che avrebbe dovuto sollevare le sorti del proprio clan: seguendo una delle mappe della madre, Ashe riesce a trovare la tomba di Avarosa e il suo arco di Vero Ghiaccio. 

Una volta vendicata la morte della madre, Ashe si fa carico del compito di riunire le tribù del Freljord in modo pacifico, senza schiavitù, e molti si sono convinti che lo spirito di Avarosa si sia reincarnato in lei (troviamo conferma di questo nella short story “La via più dura”). Lo stesso Braum, che non si schiera con nessuno perché vede tutto il Freljord come un’unica tribù, ritiene che Ashe sia l’unica che possa mettere fine alle lotte tra i clan.  

Ashe si dimostra sempre saggia e clemente, e mai vendicativa nei confronti delle tribù “nemiche”; il suo desiderio di pacificazione, di sorellanza tra le tribù, è visto, però, come una debolezza dall’altro grande clan del Freljord, l’Artiglio d’Inverno. 

L’Artiglio è la tribù più bellicosa e brutale, e vede nella guerra l’unico mezzo per “purificare” il Freljord (un po’ estremisti?). La Madre Guerriera dell’Artiglio è Sejuani, ma non molti sanno che, in realtà, le due matriarche erano grandi amiche (ma di questo parleremo nel prossimo articolo, dedicato alla cavalcatrice di Drüvask).  

Tornando ad Ashe, per sostenere e proteggere la sua tribù, l’Arciere dei Ghiacci è costretta a stringere alleanze con le ricche tribù meridionali e, infine, a trovarsi un marito: il “fortunato” sarà il barbaro Tryndamere, scelto per la furia che mette in ogni suo combattimento. L’obiettivo di Tryndamere è dimostrare che anche il suo clan di montagna, ormai quasi scomparso, si merita di far parte della tribù più grande del Freljord; con il matrimonio l’obiettivo è raggiunto, e lui e i suoi compagni diventano, a tutti gli effetti, degli Avarosiani. 

Secondo una delle tante leggende su Braum, quest’ultimo assiste ad uno dei duelli di Tryndamere e, resosi conto che il furioso barbaro sta per uccidere l’avversario, gli si para davanti. Braum e Tryndamere diventeranno, così, grandi amici, e pare che sia stato proprio Braum a presentare Ashe a Tryndamere (ci meritiamo una skin “Cupido Braum”).  

Il destino di pacificatrice di Ashe sembra sia stato confermato anche dall’apparizione di una vera e propria divinità: Anivia, simbolo di ciclicità e rinascita. Ogni risveglio della Criofenice segna l’alba di una nuova era, ed è quindi vista come una benedizione, ma anche come presagio di qualcosa di terribile. Si dice che Anivia sia nata nuovamente, e che si sia manifestata proprio ad Ashe (forse perché davvero la vede come l’ultima speranza del Freljord): se è davvero così, che cosa sta per succedere su Runeterra?  

Secondo una mia teoria, il Vero Ghiaccio che si sta sciogliendo, la rinascita di Anivia, e la reincarnazione di Avarosa in Ashe (e forse di Serylda in Sejuani?) sono tutti segni che le Sentinelle del Gelo si stanno preparando a tornare su Runeterra (“tremate, tremate, le Sentinelle son tornate!” -semiCit.). E voi che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti! Buon fine settimana da tutto il team OP 🙂 

If you have found a spelling error, please, notify us by selecting that text and pressing Ctrl+Enter.