Home League of Legends Esports PG Nats Spring 2021 – Preview della Finale

PG Nats Spring 2021 – Preview della Finale

Un lungo percorso ci ha portato nuovamente a destinazione. Pochi giorni e sarà finalmente ora della Finale del PG Nationals, con l’atto finale dello Spring Split 2021. Ad affrontarsi Mkers e Macko, entrambi in cerca del primo titolo nella loro storia su League of Legends, oltre che del posto nel Main Event dello European Masters in palio.

In questo articolo cercheremo di analizzare e prevedere quale sarà l’andamento della serie finale, considerando gli stili dei due team e dei dieci player. Partendo da una domanda: siete davvero sorpresi di vedere loro arrivare in fondo?

Se quasi nessuno sembrava mettere in dubbio i Mkers, al contrario erano molti di più le domande sugli ex-Racoon ad inizio season: giocatori che avevano deluso in passato, volti nuovi… Poco da dire però, appena iniziata la Regular Season le prestazioni sono arrivate subito, insieme ai risultati. L’eye test parlava chiaro per entrambi: botlane solida, midlaner esplosivi quando serve, con un topside in forma smagliante.

Le solo lane

Cosa ci dicono però i numeri? Sostanzialmente, parliamo di due squadre tanto complete quanto organizzate in modo diverso. Partendo dai Macko, va evidenziato il ruolo dominante che ha avuto Sebekx nelle loro partite: primo per KDA tra i midlaner e giocatore con il maggior damage share del proprio team (25,5% – nel rapporto tra morti uccisioni ed assist è invece terzo nel torneo, dietro ai compagni di squadra Cboi e D3RK1NG155 nonché sopra a StenBosse).

Il polacco ha portato una quantità di campioni non così impressionante se paragonata ad altri giocatori, ma si è dimostrato capace di creare una sua piccola nicchia di comfort nel meta: tiratori da letalità, control mage più puri, il primo a presentare Nocturne nel PG Nationals. Insomma, tutto quello se si vuole chiedere ad un carry nel senso più letterale: ti do risorse, mi dai risultati.

L’altro midlaner invece – la star dei Mkers, Zwyroo – sta vivendo un po’ meno al centro del palcoscenico rispetto allo scorso split, con un 22,3% di danni nel team e tante partite su Azir (4 nei soli playoffs, sulle 10 partite giocate nel knockout).

Da questo punto di vista le due squadre sembrano essere tra di loro opposte, con i Mks che invece puntano fortissimo sul toplaner Doxy per far ruotare al meglio la squadra (quasi il 28% di dmg share, un’enormità anche considerato il ruolo, dato che molti toplaner giocano campioni con tanti hp), anche grazie a molti last pick, blind o counter, piuttosto comodi che gli vengono lasciati (GNAAAAAAAAAAAAAAAR).

Un po’ di cambiamenti nel tempo per quanto riguarda il ruolo nel team di Stenbosse invece, che non viene ignorato dai compagni di squadra, ma accetta di giocare con meno risorse risultando significativamente il toplaner con più assist del torneo. L’ex-SMS aveva dimostrato all’inizio dello split di essere un giocatore completo, performando alla grande anche su campioni per lui abbastanza inediti in Italia come Camille o Renekton.

Sicuramente una certezza per una squadra che ha bisogno di cercare pressione altrove, possiamo quindi aspettarci da parte sua un ruolo parallelo a quello di Zwyroo: solidità, capacità di generarsi risorse da soli per poter tornare nei fight al momento opportuno e – se necessario – esplodere.

Botlane e Giungla

La differenza più sostanziale avviene però tra botlane e giungla: se Guubi e D3RK1NG155 sono comunque giocatori molto diversi (più flessibile in draft il primo dato il passato da midlaner, più tiratore standard il secondo), entrambi tendono a non farsi vedere così tanto fino alle fasi finali di partita, cercando di esplodere nei teamfight. Senza però lasciare che gli avversari li sovrastino in lane, con molta pressure e positioning fantastici.

Cosa cambia davvero è l’apporto dei due support al playstyle delle corsie inferiori. Click è ormai una garanzia da questo punto di vista: lane kingdom, tanta fantasia, tanti pick (esotici o meno) per dominare la lane ed essere il più oppressivo possibile rispetto agli avversari. Questo si vede nella differenza relativa tra i danni portati dai due support all’interno dei loro team: 13% per Click, appena il 8,4% per darkchri che significativamente è molto in basso anche nella classifica dell’XP difference al 15esimo minuto di partita.

Bisogna tener però presente per quanto riguarda le percentuali di danno dei Mkers che nel loro roster (a differenza di tutti gli altri in PG) è Click a giocare Senna. Solo questo campione porta un bel boost alle sue statistiche, andando a diminuire di conseguenza anche il dmg share dei compagni. Ciò non cambia ovviamente la validità del discorso stilistico, ma è un punto importante da tenere a mente!

Taba è incluso per i game su Fasting Senna

Non è un mistero che uno dei support storicamente e stilisticamente più lane dominant del PG Nationals abbia cambiato pelle, diventando un vero e proprio playmaker che ama accompagnare i propri compagni di squadra per la landa, specialmente se parliamo di un carry jungler come Cboi, protagonista dell’ultima serie contro i Morning Stars sui suoi farming junglers come Karthus e… Dr Mundo?

Taxer si è invece accontentato di un ruolo molto più secondario, da enabler, cercando come detto di portare risorse e – soprattutto – pressione verso il lato superiore di mappa, con o senza gank. La serie contro i CGG è stata probabilmente emblematica di questo stile, con Gabbo praticamente incapace di avvicinarsi alle proprie waves in quasi tutti i matchups data l’assenza di visione su Zwyroo e Taxer, con il suo team stabilmente a giocare per la botlane.

Stile, draft e scontri diretti

Gli SMS hanno fatto emergere i vantaggi del playstyle dei Macko, con un Sebekx praticamente impossibile da punire dato un posizionamento quasi sempre perfetto, un Cboi in farming duty – anche se con un darkchri che ha potuto godere di un pick fortissimo anche se più lontano dallo stile che abbiamo discusso come Seraphine.

Per quanto riguarda le draft, bisogna prima parlare delle novità: la patch della finale sarà la 11.5 e non la 11.4 come inizialmente previsto, quindi potrebbe calare la priorità di campioni come Udyr e Seraphine (anche se toccati in modo non eccessivo dagli aggiornamenti). Oltre a questi due, dei pick da tenere sott’occhio saranno certamente Senna e Karthus, visto giocare come detto da Cboi ma anche da Guubi in passato (proprio a coppia con la Senna di Click).

È davvero difficile prevedere come potrebbe andare una serie da 5 partite tra queste due squadre: si sono affrontate solo in Bo1, con due vittorie nette per i Macko (la seconda durante una settimana in cui i Mkers hanno avuto grossi problemi di salute) proprio in virtù della loro capacità di neutralizzare gli avversari nei loro punti di forza.

Questi playoffs hanno mostrato però – specialmente verso l’inizio – che i Macko non sono una macchina perfetta. Certamente la seconda serie contro i Morning Stars ha mostrato tanti progressi, ma gli avversari sono parsi in alcuni casi troppo passivi ed incapaci di scegliere la mossa giusta. Oltre che 3 game consecutivi di Seraphine per darkchri, quello è impossibile da ignorare.

Anche i Mkers sono però parsi estremamente incostanti. Due serie 3-2 non possono fare sicuramente piacere, specialmente per come si erano messe entrambe: 2-0 per poi essere rimontati 2-2 e vincere l’ultimo game per portarsi a casa la serie, ridonando speranze ad avversari da non sottovalutare. Non vogliamo dire che è la norma o che succederà lo stesso, ma i MCK non sono avversari a cui dare neanche la parvenza di questa speranza. L’assenza di big match calcistici domenica sera potrebbe aiutare, vero Doxy?

Prediction finale

Il 3-2 sembra inevitabile insomma, e diamo la upper hand ai Mkers. Saltano gli schemi di ragionamento ed analisi giunti a questo punto, ci aspettiamo semplicemente che giocatori esperti anche a livello internazionale (più abituati a stare lì) possano fare la differenza in una serie così importante. Vedremo se la profezia dei Procioni sarà ancora una volta una maledizione per i loro eredi o se ribalterà le nostre predictions.

E voi? Cosa ne pensate di queste partite che ci aspettano? Fateci sapere la vostra!